Crea sito

The Auld Triangle

“The Auld Triangle” also known as “The Banks of the Royal Canal” is an autobiographical song, which was mistakenly attributed to Brendan Behan
“The Auld Triangle” nota anche come “The Banks of the Royal Canal” è una canzone autobiografica, che è stata erroneamente attribuita a Brendan Behan


Brendan included the song in his comedy The Quare Fellow(1954)
Brendan inserì  la canzone nella sua commedia The Quare Fellow (1954)

In “The Quare Fellow” – letteralmente “Lo strano compagno”, tradotto in italiano come “L’impiccato di domani” – l’azione è ambientata nel carcere di Mountjoy a Dublino ed il protagonista – che paradossalmente non entra mai in scena – è un prigioniero che il giorno seguente sarà giustiziato. Di lui, e del crimine sconosciuto per cui è stato messo a morte, parlano i suoi compagni di prigionia, ed in particolare un giovane detenuto per omosessualità, ed il personale del carcere.
L’opera è una feroce descrizione della vita carceraria nell’Irlanda degli anni 50, quando l’omosessualità era un crimine, ricorso alla pena capitale molto comune ed il trattamento dei prigionieri, tanto più se politici, brutale.
Si trattava per l’epoca di argomenti assolutamente tabù e la spregiudicatezza con cui Brendan Behan li affrontò – mettendo alla berlina il moralismo e l’ipocrisia con cui la società irlandese si approcciava a sesso, religione e politica – non mancò di sollevare un vivace dibattito. 
(tratto da qui)

Brendan was a frequent guest in the Irish and English galleys in his bohemian life:
In March 1942 Behan was in Mountjoy for a few days after his release from borstal in Liverpool. In April he was arrested after a shoot-out with detectives near Glasnevin and sentenced to 14 years; he spent 18 months in the Joy, transferred to Arbour Hill, and released in an amnesty at the end of the War. He was back in Mountjoy twice more: in 1948 for assaulting a Garda and using profane and obscene language and in 1954 for drunk and disorderly. tratto da Tim Carey, “Mountjoy: the story of a prison” (Cork: The Collins Press, 2000, 2005).
Brendan nella sua vita bohémien fu spesso ospite delle galere irlandesi e inglesi: “Nel marzo 1942 Behan era a Mountjoy per alcuni giorni, dopo il suo rilascio da Borstal a Liverpool. Ad aprile è stato arrestato dopo una sparatoria con detective vicino a Glasnevin e condannato a 14 anni; ha trascorso 18 mesi a (Mount)Joy , trasferito ad Arbor Hill e rilasciato con un’amnistia alla fine della Guerra. Tornò a Mountjoy altre due volte: nel 1948 per aver assalito una guardia e aver usato un linguaggio osceno e nel 1954 per ubriachezza molesta. tratto da Tim Carey, “Mountjoy: la storia di una prigione” (Cork: The Collins Press, 2000, 2005).”

Richard Patrick Shannon

In fact the author of the text was the drinking friend Dickie of Wellington Street – Richard Patrick Shannon (1916-1975) – to whom Brendan eventually recognized the authorship of the text.
A drinker, a gambler and a thief, always sincere in his own way, Dickie used to say, “a robber was honest when compared to a liar. A liar was the lowest of the low, as they would get you hanged for nothing more than malice“.
Not really a tramp adrift, because he had a wife and numerous children but one who had to make do with occasional works and said “But this was the way of the world when you ran with rats“.
In realtà l’autore del testo è stato l’amico di bevute Dickie di Wellington Street -ovvero Richard Patrick Shannon (1916-1975) – a cui Brendan alla fine riconobbe la paternità del testo.
Un bevitore, un giocatore d’azzardo e un ladro, a suo modo sempre sincero, Dickie diceva “un ladro è più onesto di un bugiardo. Un bugiardo è il più infimo degli infami, poiché ti avrebbero impiccato per nient’altro che la malevolenza” Non proprio un barbone alla deriva, perchè aveva moglie e numerosi figli ma uno che doveva arrangiarsi con i lavori che gli capitavano e diceva “E’ così che va il mondo per chi corre con i topi“.

Actually this song is a traditional Irish song, about imprisonment or by extension a political ballad in its “government” aspects . In a simple and conversational language, it is described the conditions of a prisoner’s life and his longing for his beloved girl.
An aphorism by Brendan Behan was “The most important things to do on the world are to get something to eat, something to drink and somebody to love you
The song has a very slow rhythm and is generally sung without musical accompaniment; was played by many singers from the folk scene, from Liam Clancy to Bob Dylan; from Pougues to U2.
Di fatto ora la canzone è un tradizionale irlandese, una canzone di prigionia o per estensione nei suoi risvolti “governativi” una ballata politica. Con un linguaggio semplice e colloquiale, sono descritte le condizioni di vita di un detenuto e la sua nostalgia per la ragazza amata.
Un aforismo di Brendan Behan guarda caso diceva “Le cose più importanti da fare nel mondo sono, avere qualcosa da mangiare, qualcosa da bere e avere qualcuno che ti ami” 
La canzone ha un ritmo molto lento e generalmente viene cantata senza accompagnamento musicale; è stata interpretata da molti cantanti della scena folk, da Liam Clancy a Bob Dylan; dai Pougues agli U2. 

Lyrics: Richard Patrick Shannon
Tune: The Galway Shawl 

Dublino: Royal Canal anni ’80

Brendan Behan

The Dubliners in The Dubliners’ Guide to Dublin City

The Dubliners: Luke Kelly (I, II, IV, V)

The Punch Brothers & Marcus Mumford live, a concert inspired by the Coen Brothers’ film “Inside Llewyn Davis”

The High Kings

David Mullen

Dropkick Murphys


I
Oh a hungry feelin’ (1)
came o’er me stealin’,
The mice were squeelin’
in my prison cell,
Chorus:
And the auld (2) triangle (3)
went jingle-jangle (4),

All along the banks
of the Royal Canal (5).

II
To begin the mornin’,
the screw (6) was bawlin’:
“Get up your bowsey (7)
and clean up your cell”
III
On a fine spring evening
the lag (8) lay dreaming
the seagulls wheeling
high above the wall
IV
The lags were sleepin’
and Humpy Gussey (9) was peepin’,
As I lay there weepin’
for my girl Sall 
V
Up in the female prison
there are 75 women,
And among them now
I wish I did dwell,
Chorus:
Then the auld triangle
could go jingle-jangle,

All along the banks
of the Royal Canal.
traduzione italiano Cattia Salto
I
Un gran senso di fame
mi prendeva,
i topi squittivano
nella mia cella
Coro:
e il vecchio triangolo
scampanellava

lungo le sponde
del Royal Canal

II
Di prima mattina,
il secondino gridava:
“Alzati tu, ubriacone,
e pulisci la tua cella”
III
Una bella sera di primavera
il detenuto stava sognando
i gabbiani volare
alto oltre il muro
IV
I detenuti dormivano
e Gussey il gobbo sbirciava
mentre là stavo, piangendo
per la mia ragazza Sall
V
Sopra, nella prigione femminile,
ci sono 75 donne,
e tra di loro
vorrei stare
Coro (variazione):
ma solo il vecchio triangolo
poteva scampanellare,

lungo le sponde
del Royal Canal

NOTE
1) Matching the sense of hunger with the squeak of mice says a lot about the type of food provided in prison [accostare il senso di fame con lo squittio dei topi la dice lunga sul tipo di cibo fornito in carcere]
2) auld, ould= old in Dublin it is pronounced Aul, like Owl, or OW-will, or Ow-well. Not necessarily used to identify something old, but rather as an affectionate interlayer
a Dublino si pronuncia Aul, come Owl, ovvero OW-will, o Ow-well. Non necessariamente si usa per identificare qualcosa di vecchio, quanto piuttosto come un intercalare affettuoso
3) the triangle sounded for the awake and called for meal [il triangolo suonava per la sveglia e richiamare i detenuti ai pasti]
4) jingle-jangle colloquial expression
5) The prison was built in 1850 for a population of 500 prisoners who soon arrived at an altitude of 2000, an overcrowded prison, kept in precarious hygienic conditions, today transferred to a more modern facility!
Mountjoy prison, bordered by the Royal Canal, once artery of river traffic that connected Dublin with the North across the River Shannon. Fallen into disuse in the 1970s the Canal was made accessible again for navigation and partially redeveloped with the creation of the Royal Canal Way, a long-distance path from Ashtown (Dublin) to Abbeyshrule, in County Longford
La prigione fu costruita nel 1850 per una popolazione di 500 detenuti arrivati ben presto a quota 2000, un carcere sovraffollato e tenuto in condizioni igieniche precarie oggi trasferito in una struttura più moderna!
il carcere di Mountjoy, confina con il Royal Canal, una volta arteria del traffico fluviale che collegava Dublino con il Nord attraverso il fiume Shannon. Caduto in disuso negli anni 1970 è stato resa nuovamente agibile per la navigazione e riqualificato parzialmente con la creazione della Royal Canal Way, un sentiero a lunga percorrenza da Ashtown (Dublino) a Abbeyshrule, nella contea di Longford
6) Brendan says “warder”
7) bowsey, = boozy. Brendan says “Get out of bed”
Nel dialetto anglo-irlandese “your” non ha il significato di “tuo/vostro”, ma diventa una forma allocutiva, usata in senso ironico ed equivalente a “tu/voi”. 
8) Brendan says screw
9) According to the detainees, a slightly brutal jailer [a detta dei detenuti un secondino un po’ brutale]

LINK
http://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=26133&lang=it
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=12294
http://www.bobdylanroots.com/royal.html
http://njnnetwork.com/2011/10/the-auld-triangle-or-royal-canal/

http://www.virals.eu/2013/07/inner-city-dublin-in-the-1980s/

The Dubliners’ Guide to Dublin City

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.