Aoidh na Dèan Cadal Idir

Aoidh, na Dèan Cadal Idir è un canto tradizionale in gaelico scozzese registrato da Julie Fowlis nel 2007 per l’album Cuilidh (in italiano “Tesoro”).
Nativa di North Uist isoletta delle Ebridi esterne l’acclamata Julie Fowlis ha esordito cantando esclusivamente in gaelico scozzese.

Cuilidh è il suo secondo album, pluripremiato, una raccolta di canti della sua isola che hanno fatto il giro del mondo.

Aoidh na Dèan Cadal Idir

Aoidh/Aodh/Aedh è un nome proprio in gaelico usato sia in Irlanda che in Scozia con significato di vivace, focoso, vigoroso dall’antico  Áed (o ÁedhAedh), fuoco. Si pronuncia AY. In uso ancora nel Seicento è stato anglicizzato in Hugh. Il diminutivo Aodhán è diventato Aidan (Aidano).

Un frammento che sembra provenire da un antico canto bardico, con la chiamata del giovane Aoidh, dormiente, alle armi.

Testo in gaelico scozzese e traduzione inglese nel libretto accluso al cd.



Aoidh, na dan cadal idir,
Aoidh, na dan cadal trom;
Aoidh, na dan cadal idir
Thoir a-mach ris an tom.

Aoidh, na dan cadal idir,
Aoidh, na dan cadal trom;
Seall astaigh fo thaobh do leaba:
Gheibh thu n gaoirdean rag s e trom.

Aoidh, na dan cadal idir,
Fois chan fhaigh s a chreach air bhonn;
Seall rid leis, an claidheamh geur ann,
S thoir a-mach ris an tom.

Traduzione italiana Cattia Salto
Aoidh, non dormire affatto,
Aoidh, non dormire della grossa;
Aoidh, non dormire affatto
vai subito al tumulo.

Aoidh, non dormire affatto,
Aoidh, non dormire della grossa;
guarda ai fianchi del letto:
troverai delle braccia rigide e pesanti.

Aoidh, non dormire affatto,
non riposare mentre la razzia è in corso;
assicurati che la spada sia affilata al tuo fianco,
e prendi subito per il tumulo.

anche gli irlandesi lo cantano Runa in
Welcome to Ireland (Irish Music) 2017
Aodh Na Dean Cadal Idir / O Chomaraigh Aoidhinn O (il secondo brano quello si che è in gaelico irlandese)


Pubblicato da Cattia Salto

Amministratore e folklorista di Terre Celtiche Blog. Ha iniziato a divulgare i suoi studi e ricerche sulla musica, le danze e le tradizioni d'Europa nel web, dapprima in maniera sporadica e poi sempre più sistematicamente sul finire del anni 90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.