A Pint of Plain

A Pint of Plain is Your Only Man, also known as The Workman’s Friend, is a humorous poem written by Brian O’Nolan (writing under the pseudonym Flann O’Brien) in his first novel At Swim-Two-Birds ( 1939)  
A Pint of Plain is Your Only Man, anche The Workman’s Friend, è una poesia umoristica scritta da Brian O’Nolan (sotto lo pseudonimo di Flann O’Brien) nel suo primo romanzo At Swim-Two-Birds ( 1939)  

The Dubliners in The Workman’s Friend – with each member reciting a verse – The Dubliners’ Guide to Dublin City

Eamon Morrissey

Garry McGowan


I
When things go wrong and will not come right, Though you do the best you can,
When life looks black as the hour of night –
A pint of plain (1) is your only man.
II
When money’s tight and hard to get
And your horse has also ran (2),
When all you have is a heap of debt –
A pint of plain is your only man.
III
When health is bad and your heart feels strange,
And your face is pale and wan,
When doctors say “you need a change”,
A pint of plain is your only man.
IV
When food is scarce and your larder bare
And no rashers grease your pan,
When hunger grows as your meals are rare –
A pint of plain is your only man.
V
In time of trouble and lousy strife,
You have still got a darling plan
You still can turn to a brighter life –
A pint of plain is your only man.
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Quando tutto va storto e non si raddrizza,
sebbene tu faccia il possibile
quando la vita sembra nera come la notte fonda
una pinta di guinness è il tuo solo uomo
II
Quando i soldi sono scarsi e difficili da ottenere
e il tuo cavallo è al palo
Quando tutto ciò che hai è un mucchio di debiti
una pinta di guinness è il tuo solo uomo
III
Quando la salute non è buona e il cuore ammalato
e la faccia è pallida e smunta
quando i dottori dicono che devi cambiare
una pinta di guinness è il tuo solo uomo
IV
Quando il cibo è scarso e la dispensa è vuota
e niente grasso ad ungere la padella
quando la fame cresce mentre i pasti sono rari
una pinta di guinness è il tuo solo uomo
V
In tempi di guai e conflitti schifosi
hai ancora un buon piano
puoi svoltare verso una vita più brillante-
una pinta di guinness è il tuo solo uomo

NOTE
1) a pint of stout will solve all your problems:  “the usual” “the ordinary” “the customary” i.e. in contrast to some other drink that might be ordered less frequently. una pinta di stout risolverà tutti i tuoi problemi: “il solito” “l’ordinario” “il consueto”, cioè in contrasto con qualche altra bevanda che potrebbe essere ordinata meno frequentemente.
2) letteralmente: il tuo cavallo ha già corso

LINK
https://ireland-calling.com/a-pint-of-plain-is-your-only-man/
https://www.irishcultureandcustoms.com/Poetry/FlannOBrien.html
https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=21826

The Ragman’s Ball

Among the Dublin street songs released by Frank Harte, The Ragman’s Ball was recorded in the 1960s by the Dubliners. An extended version (“The Night of the Ragman’s Ball”) was collected by Colm O’Lochlainn from a Thomas Street storyteller in 1913, on the “It was in Dublin city” melody.
The song describes the annual dance for the Christmas holidays that was held in the Liberties, the popular neighborhood in the old Dublin, organized in Ash street by the ragmen.
One of the old crafts, but not entirely lost, the ragman’s work is the first forms of separated collection in history.
Tra le street songs di Dublino diffuse da Frank Harte The Ragman’s Ball fu ripresa negli anni 60 anche dai Dubliners. Una versione estesa (“The Night of the Ragman’s Ball”) è stata raccolta da Colm O’Lochlainn da un cantastorie di Thomas Street nel 1913, sulla melodia “It was in Dublin city”.
La canzone descrive il ballo annuale per le feste di Natale che si teneva nelle Libertà di Dublino, il quartiere popolare nella città vecchia, organizzato in Ash street dagli stracciai.
Uno dei vecchi mestieri, ma non del tutto perduto, quello dello straccivendolo, (straccino, stracciaio) detto anche cenciaiolo, cenciaio che possiamo considerare tra le prime forme di raccolta differenziata nella storia, in parallelo con la raccolta dei ferrivecchi o parallelo al mestiere di rigattiere.
A rag-and-bone man  passed through the street with his cart to collect a bit of everything, rags, glass, metals, bones and rabbit skins, but also went to empty out cellars or attics or to withdrew bulky objects, recovering the metals as copper, brass, aluminum, iron but also old magazines, fabrics or skins and paying the owners according to the goods or by weight. The ragmen were much loved by children because they exchanged candy or balls to play but also thread, needles, thimbles, combs, hair pins, soap, and other small objects or toys.

In the centuries before the twentieth century the ragman rummaged in the garbage of the streets to collect all that could be resold (or transformed to make paper)
Lo stracciaio era l’ambulante che con il suo carrettino passava per la strada a raccogliere un po’ di tutto,
stracci, vetro, metalli, ossa e pelli di coniglio, ma andava anche a svuotare cantine o solai o ritirava gli oggetti ingombranti, recuperava i metalli che si riciclavano come rame, ottone, alluminio, ferro ma anche vecchie riviste, stoffe o pelli e pagava i proprietari in base alla merce o a peso. Gli stracciai erano molto amati dai bambini perchè ricevevano in cambio delle robe vecchie delle caramelle o le biglie per giocare ma anche filo, aghi, ditali, pettini, mollette per capelli, sapone, ed altri piccoli oggetti o giocattoli.
Nei secoli precedenti al Novecento gli stracciai rovistavano nella spazzatura delle strade per raccogliere tutto quanto poteva essere rivenduto (o trasformato per fare la carta) 

Ronnie Drew from “The Dubliners’ Guide to Dublin” (I, VIII, V, IX)

Alf Edwards


I
Come listen to me for a while
Me good friends one and all
And I’ll sing to you a verse or two
About a famous ball
Now the ball was given by some friends
Who lived down Ashe Street (1)
In a certain house in the Liberties (2)
Where the ragmen (3) used to meet
II
When the names were called (4) at seven o’clock
every man was on the spot
And to show respect for the management
Every ragman brought his mot (5)
I must admit that I brought mine
At twenty five minutes to eight
And the first to stand up was Kieran Grace (6)
For to tell me I was late
III
Then up jumps Humpy Soodelum
And he says: ‘I think somehow
By the ways are all going on tonight
Is a looking for a row (7)
Now listen here, Grace if you want your face (8)
You’d better not shout or bawl
There’s a lot of hard chews
gonna be here tonight
To respect the ragman’s ball
IV
Then we all sat down to some
fish and chips (9),
and every man was there
And as a post of honour Billy Boland
took the chair
He swiped the chair and sold it to an old one in Carmen Hall
And danced on the face of poor Kieran Grace the night of the Ragman’s Ball
V
Then says my one “ou’re quare (10) one now
And Biddy you’re hard to beat”
Oh when up jumps Liza Boland
And she told her to hold her prate
Then my one made a clout at her
She missed her and hit the wall
And the two of them went in the ambulance
The night of the Ragman’s ball
VI
Just to make the thing a swell affair,
we all brought friends a few
We brought up blind Gort Whelan
and big Dan Kenny too
And the gallant Jack Tar (11) smoked his cigar,
and slipped coming through the hall
He lost a new bag and all his swag
the night of the Ragman’s Ball
VII
To keep the house alive my boys,
we brought some music too
We brought up Tommy Reynolds
and his old tin whistle too
He played that night with all his might
till coming on to dawn
But we couldn’t find many
to dance with Dan Kenny
that night at the Ragman’s Ball
VIII
Well for eating we had plenty now
As much as we could hold
We drank Brady’s Loopline porter (12)
Until round the floor we rolled
In the midst of all the confusion
Someone shouted for a song
When up jumps oul’ John Lavin and sings
‘Keep rollin’ your barrel along’
IX
Then we all sat down to some ham parings
When everything was quiet
And for broken noses I must say
We had a lovely night
Black eyes they were in great demand
Not to mention split heads and all
So if anyone wants to commit suicide
Let them come to the Ragman’s ball
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Venite ed ascoltatemi per un momento
miei buoni amici, uno per uno
e vi canterò un paio di strofe
su di una famosa festa da ballo
ora la festa fu organizzata da alcuni amici,
che vivevano ad Ash Street
in una certa casa delle Libertà,
dove gli stacciai si radunavano di solito
II
Quando i nomi furono annunciati alle sette in punto/ ogni uomo era sul posto
e per mostrare rispetto all’organizzatore
ogni stracciaio portò la sua ganza,
devo confessare che io portai la mia
alle otto e venticinque
e il primo ad alzarsi fu Kieran Grace
per dirmi che ero in ritardo
III
Poi salta su Humpy Soodelum
e dice “Penso che per
come vadano le cosa stasera
tutti vogliano far schiamazzo!
Ora ascolta qui, Grace se vuoi salvarti la faccia
faresti meglio a non urlare o a sbraitare,
ci sarà un sacco di roba
da masticare stasera
per rispettare il ballo dello stracciaio”
IV
Allora tutti ci sedemmo
per un po’ di pesce e patatine
e c’erano proprio tutti
e a capotavola era seduto
Billy Boland
rubò la sedia e la rivendette a un vecchio di Carmen Hall
e ballò sulla faccia del povero Kieran Grace,
la notte del Ballo dello Stracciaio
V
Allora mi dice la mia ganza; “Sei un tipo strambo Biddy, duro da battere”
Allora salta su Liza Boland
e le disse di tenere a freno la lingua,
così la mia ganza le tirò un ceffone
la mancò  e colpì il muro
e le due sono finite sull’ambulanza
la notte del Ballo dello Stracciaio
VI
Proprio per fare una cosa molto distinta
tutti portammo alcuni amici
portammo Gort Whelan il cieco
e Dan Kenny il grosso
e  il valoroso Jack Tar fumò il sigaro
e prese uno scivolone nel corridoio
perse la borsa nuova e tutto il suo malloppo
la notte del Ballo dello Stracciaio
VII
Per mantenere la casa in allegria, ragazzi, portammo anche della musica
portammo Tommy Reynolds
e il suo vecchio flauto
suonò quella notte con tutte le sue forze
fino all’arrivo dell’alba,
ma non ne trovammo tante
a ballare con Dan Kenny
quella notte al Ballo dello Stracciaio
VIII
Beh di mangiare ce n’era in abbondanza
quanto ne potevamo contenere
bevemmo la birra scura economica di Brady
finchè sul pavimento rotolammo
in mezzo a tutta la confusione
qualcuno urlò per una canzone
alloro salta su il vecchio John Lavin e canta
‘Keep rollin’ your barrel along’
IX
Poi ci sedemmo tutti intorno a un po’ di prosciutto quando tutto fu tranquillo,
e per i nasi rotti devo dire
che abbiamo passato una bella serata,
gli occhi neri erano molto richiesti
per non parlare delle teste rotte e del resto.
Quindi se qualcuno vuole suicidarsi
fallo venire al Ballo dello Stracciaio

NOTE
1)  the area’s placenames refer to the former trades that took place here over the centuries [i nomi dei luoghi della zona si riferiscono ai precedenti commerci che vi hanno avuto luogo nel corso dei secoli]
2) The Liberties  is the oldest district of Dublin still traditionally popular, the heart of the Auld Dublin.
The area now known as The Liberties developed to the west of the Norman city of Dublin, along the main western approach known as the Sligh Mor. In the 12th century, a royal abbey was established in the townland of Donore and given extensive estates in counties Meath, Dublin and Wicklow, including an area of its own jurisdiction and certain privileges and entitlements to regulate trade and commerce within the ‘liberty’.  And hence the name, The Liberties. At its height in the 15th century, the abbey would have formed one of the largest complexes in the city, with its main commercial throughfare – Thomas Street – lying to the north (from here)
[L’area ora conosciuta come The Liberties si sviluppò a ovest della città normanna di Dublino, lungo l’accesso occidentale principale conosciuto come Sligh Mor. Nel dodicesimo secolo fu fondata un’abbazia reale nella città di Donore e le furono date vaste proprietà nelle contee di Meath, Dublino e Wicklow, comprendenti un’area di propria giurisdizione e determinati privilegi e diritti per regolare traffici e commerci all’interno della “libertà”. E da qui il nome, The Liberties. Al suo apice nel 15 ° secolo, l’abbazia formava uno dei più grandi complessi della città, con la sua principale via commerciale – Thomas Street – situata a nord]
3) often synonymous with a beggar, the ragman was actually a trade [spesso sinonimo di mendicante, quello dello stacciaio era in realtà un mestiere]
4) in the more formal parties and gala dinners the guests were (and still are) announced by a butler (or a master of ceremonies) before entering the hall [nelle feste più formali e i pranzi di gala gli invitati erano (e sono ancora) annunciati da un maggiordomo (o un maestro delle cerimonie) prima di fare il loro ingresso nella sala]
5) Originally from the Irish maith meaning good. It became associated with ‘girl’ as a shortened form of maith an cailín – literally ‘good girl’, but used to mean girlfriend. 
Originariamente dall’irlandese maith che significa buono. Venne associato a “ragazza” come forma abbreviata d imaith an cailín – letteralmente “brava ragazza” come sinonimo di fidanzata. 
6) some names of prominent people of Dublin gentry were used with satirical intent [alcuni nomi di personaggi in vista della Dublino bene erano usati con intento satirico]
7) se ho ben compreso la frase essendo have a row= litigare
8) sottointeso : se non vuoi fare a cazzotti
9) fish and chips: a popular street food that cannot be missed at any working class gathering. We know that the product was already known in the days of Dickens, who listed it in his most famous work, “Oliver Twist” (1838), some claim that it was Italian immigrants who introducing it into the eating habits of the British and the Irish, according to others it was the Spanish.
[uno street food popolare immancabile ad ogni raduno della working class, Si sa che il prodotto era già conosciuto ai tempi di Dickens, che lo annoverò nella sua opera più celebre, “Oliver Twist” (1838), alcuni sostengono che furono gli immigrati italiani a introdurlo nelle abitudini alimentari dei britannici e degli irlandesi, secondo altri invece furono gli spagnoli.]
10) This is fairly common in the south of Ireland. It’s an odd pronunciation of “queer,” and it’s used as a replacement for “very.” Abbastanza comune nel sud dell’Irlanda. È una bizzarra pronuncia di “queer” e si usa per dire “molto”.
11) Jack Tarr is the synonym of sailor who often ends up drunk and robbed of his equipment / pay [Jack Tarr è il sinonimo di marinaio che finisce spesso ubriaco e derubato del suo equipaggiamento/paga]
12) loopline porter=cheap porter 

LINK
https://www.rte.ie/radio1/doconone/2013/0129/647331-radio-documentary-ragmans-ball-folklore-liberties-dublin-doconone/
http://www.countysongs.ie/song/night-of-the-ragmans-ball
https://wikivisually.com/wiki/The_Ragman%27s_Ball
https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=27067

https://libertiesdublin.ie/visit-the-liberties/history-liberties/