WHEN WE WERE YOUNG MAGGIE/NORA

George Washington Johnson [1839-1917], insegnante e poeta canadese nel 1864 scrisse una poesia per la moglie “Maggie” Margaret Clark, poco più che ventenne che stava già morendo di tubercolosi (nonostante la malattia si erano sposati nell’ottobre dello stesso anno). La poesia venne pubblicata nella raccolta “Maple Leaves” con il titolo “When we were Young Maggie”. Nel 1866, su richiesta dell’amico, J.A.Butterfield ne scrisse la musica ma, Maggie era ormai morta nella primavera del 1865.

George immagina di aver trascorso una vita insieme alla moglie (invece dei pochi mesi che le restano) e le dice “But to me you’re as fair as you were, Maggie, When you and I were young

GUIDA ALL’ASCOLTO
La canzone ebbe una grande popolarità sia in America che in Irlanda ed è diventata un classico della musica country ma anche della irish music. Può essere letta come la canzone della giovinezza perduta ma anche, per chi ne conosce il background, delle occasioni mancate o perdute, l’elegia di una vita che sarebbe potuta trascorrere insieme alla persona amata (ma invece si è rimasti soli)

 

Pam Gleichman Old Mill Black And White"
Pam Gleichman Old Mill Black And White”

ASCOLTA Donna Stewart & Ron Andrico
ASCOLTA Tom Roush
ASCOLTA Magic Fern con il testo leggermente modificato

I
I wandered today to the hill(1), Maggie, To watch the scene below; The creek and the creaking old mill, Maggie, As we used to long ago. The green grove is gone from the hill, Maggie, Where first the daisies sprung; The creaking old mill is still, Maggie Since you and I were young.CHORUS
And now we are agéd and gray, Maggie, And the trials of life nearly done; Let us sing of the days that are gone, Maggie, When you and I were young.

II
A city so silent and lone, Maggie, Where the young and the gay and the best(2), In polished white mansions of stone, Maggie, Have each found a place of rest, Is built where the birds used to play, Maggie, And join in the songs that were sung; For we sang as gay as they, Maggie, When you and I were young.

III
They say I am feeble with age, Maggie, My steps are less sprightly than then, My face is a well written page, Maggie, But time alone was the pen. They say we are agéd and gray, Maggie, As sprays by the white breakers flung; But to me you’re as fair as you were, Maggie, When you and I were young.

TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
Oggi ho camminato sulla collina Maggie e guardato la scena sottostante il torrente e il vecchio mulino scricchiolante, Maggie proprio come eravamo soliti fare molto tempo fa. Il boschetto verde è scomparso dalla collina Maggie, dove prima spuntavano le margherite; il vecchio mulino scricchiolante c’è ancora, Maggie come quando tu ed io eravamo giovani
CORO
Adesso siamo anziani e grigi, Maggie e la corsa della vita vicina alla fine, allora cantiamo dei giorni che sono passati, Maggie, quando tu ed io eravamo giovani
II
Una città così silenziosa e solitaria Maggie dove i giovani, i belli e i migliori, in nitidi palazzi di pietra bianca, Maggie hanno tutti trovato un posto dove riposare, è costruita dove gli uccelli sono soliti cantare Maggie, e unita alle canzoni che erano cantate che noi cantavamo allegri come loro, Maggie quando tu ed io eravamo giovani
III
Dicono che sono debole per l’età Maggie, i miei passi sono meno arzilli di allora, la mia faccia è una pagine ben scritta Maggie ma solo il tempo fu la penna dicono che siamo anziani e grigi, Maggie come spruzzi lanciati dalle bianche onde ma per me tu sei bella com’eri Maggie quando tu ed io eravamo giovani

NOTE
1) Hamilton mountain, Hamilton Ontario
2) la frase è chiaramente riferita alla condizione della moglie, giovane, bella e buona, quasi come il suo epitaffio

NORA/MAGGIE
Nel 1926 il drammaturgo irlandese Sean O’Casey riscrisse il testo di “When we were young” con il titolo di Nora per la sua opera “The Plough and The Stars” (Dublin Trilogy). Il protagonista maschile della storia la canta alla giovane moglie Nora. Così alcuni interpreti cantano la versione scritta da O’Casey ma con il nome di Maggie (a partire dai De Dannan)!

ASCOLTA Maura O’Connell & De Dannan 1997
ASCOLTA Eleanor Shanley live
ASCOLTA Jesse Ferguson
ASCOLTA The Blarney Lads che accelerano un po’ il tempo

I
The violets were scenting the woods, Nora, Displaying their charm to the bee(s) When I first said I loved only you, Maggie, And you said you loved only me.
II
The chestnut blooms gleamed through the glade, Nora, A robin sang loud from a tree, When I first said I loved only you, Nora, And you said you loved only me.
III
The golden rows of daffodils shone, Nora, And danced with the leaves on the trees, When I first said I loved only you, Nora, And you said you loved only me.
IV
Birds in the trees sang a song, Nora, Of happier transports to be, When I first said I loved only you, Nora, And you said you loved only me.
V
Our dreams they have never come true, Nora, Our hopes they never were to be, When I first said I loved only you, Nora, And you said you loved only me. When I first said I loved only you, Nora, And you said you loved only me.
TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
Le violette profumavano i boschi, Nora esibendo il loro fascino sulle api quando ti ho detto per primo “Amo solo te” Nora e tu mi hai detto che ami solo me.
II
I boccioli del castagno sfolgoravano nella radura, Nora, un pettirosso cantava forte sull’albero quando ti ho detto per primo “Amo solo te” Nora e tu mi hai detto che ami solo me.
III
Le file dorate dei narcisi brillavano Nora, e danzavano con le foglie sugli alberi quando ti ho detto per primo “Amo solo te” Nora e tu mi hai detto che ami solo me.
IV
Gli uccelli sull’albero cantavano una canzone, Nora per essere i più felici mezzi di trasporto quando ti ho detto per primo “Amo solo te” Nora e tu mi hai detto che ami solo me
V
I nostri sogni non si erano mai diventati realtà, Nora le nostre speranze non si erano mai avverate Nora quando ti ho detto per primo “Amo solo te” Nora e tu mi hai detto che ami solo me.

FONTI
http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/05/maggie.htm http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=5651

ILLUSTRAZIONI
http://fineartamerica.com/featured/old-mill-black-and-white-pam-gleichman.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*