WHEN I WAS SINGLE

Gustave Courbet: Portrait of Jo, the Beautiful Irish Girl-1865Ancora per tutto l’Ottocento, l’unico obiettivo di una donna “rispettabile” era quello di essere moglie (e madre), le altre erano le” isteriche” o le “racchie”, destinate a diventare delle patetiche zitelle.

Per molti secoli la condizione della donna rimase immutata, dileggiata se non proprio disprezzata, perchè non riusciva a trovare uno “straccio” di marito a cui dedicare la propria esistenza (a lui, alla cura della casa e dei figli).

Così la donna era disposta a prendersi per marito un buono a nulla e a perdonargli ogni maltrattamento.

Esistono molte varianti delle strofe e la canzone “When I was single” è conosciuta anche con il titolo di “Still love him” o “Do you love an apple”: la donna confronta la sua condizione prima e dopo sposata e anche se nel ritornello dice che tutto va bene, nelle strofe le lamentele sono infinite! Così quel continuo ripetere “ still I love him!

I’ll forgive him!”  vuol significare esattamente l’opposto, ma per le convenzioni sociali lei resterà legata per sempre a suo marito! Una volta sposata la donna era in tutto e per tutto una schiava dell’uomo, doveva infatti compiacere il marito in ogni sua richiesta, e non solo: gli doveva essere devota, gli si doveva rivolgere con umiltà e naturalmente doveva accudirlo amorevolmente! (continua)

Eleanor Shanley & Geraldine King con il titolo STILL LOVE HIM


I
When I was single,
I wore a plaid shawl
Now that I`m married
I`ve nothing at all.
Chorus:
Ah, but still I love him!
I’ll forgive him!
I’ll go with him wherever he goes!
II
He came up our alley
and he whistled me out
But the tail of his shirt
from the trousers hung out (1)
III
He borrowed some money
to buy me a ring
Then he and the jeweler
went off on a fling.
IV
He bought me a handkerchief:
red, white, and blue
But before I could wear it,
he tore it in two.
V
There’s bread in the oven
and cheese on the shelf
If you want any more,
you can sing it yourself (2)
TRADUZIONE di Cattia Salto
I
Quando ero nubile
avevo uno scialle
ora da sposata
non ho neanche quello
Ritornello
Ma mi piace lo stesso,
lo perdono
e lo seguirò ovunque vada
II
E’ venuto nel vicolo
e mi fischiò per uscire
ma l’orlo della camicia
gli usciva dai pantaloni (1)
III
Chiese in prestito del denaro
per comprarmi l’anello
e lui e il gioielliere
andarono a donne
IV
Mi diede un fazzoletto
rosso, bianco e blu
ma prima che lo potessi indossare
me lo strappò nel mezzo
V
C’è il pane nel forno
e il formaggio è sulla mensola,
se ne vuoi ancora
puoi continuare a cantare da solo (2)

NOTE
1) se indossare la camicia fuori dai pantaloni oggi può essere considerato trendy o casual  è un vezzo che non viene perdonato agli over 25 (se non si è in vacanza alle Hawaii) così oggi come allora è un look da ragazzacci
2) sono io che sono maliziosa o la frase ha un doppio senso?

The Bothy Band
con il titolo DO YOU LOVE AN APPLE


I
Do you love an apple,
do you love a pear,
Do you love a laddie
with curly brown hair?
Chorus:
still I love him
I can’t deny him
I’ll go with him wherever he goes
II
Before I got married
I wore a black shawl
But since I got married
I wear bugger all
III
He stood on the corner,
a fag in his mouth
His hands in his pockets,
he whistled me out
IV
He works at the pier
for nine bob a week
Come Saturday night he comes rolling home drunk
V
Before I got married
I’d sport and I’d play
But now, the cradle,
it gets in me way
TRADUZIONE di Cattia Salto
I
Ti piace la mela,
ti piace la pera,
ti piace un ragazzo
dai capelli scuri e ricci?
Ritornello
Eppure lo amo
non posso negarlo
Lo seguirò ovunque vada
II
Prima di sposarmi
portavo uno scialle nero
Ora da sposata
non ho un fottuto niente
III
Stava all’angolo,
una cicca in bocca
le mani in tasca,
e mi fischiava dietro
IV
Lavora al porto
per 9 scellini a settimana,
viene sabato sera e ritorna a casa barcollando come un ubriaco
V
Prima di sposarmi
avevo un’attività e mi divertivo
ma ora, la culla
è fatta per me

La canzoncina è cantata con molto brio e irish humor dai Clancy Brothers  che  prendono in giro la donna che ha conquistato il marito  e se lo deve sopportare.

WHEN I WAS SINGLE
I
When I was single,
I wore a plaid shawl
now that I’m married,
I’ve nothing at all.
Chorus:
Ah, but still I love him!
I’ll forgive him!
I’ll go with him wherever he goes!
II
He came up our alley
and he whistled me out,
But the tail of his shirt from his trousers hung out
III
.He gave me a handkerchief:
red, white, and blue,
But before I could wear it,
he tore it in two.
IV
He brought me to an ale-house
and he bought me some stout
But before I could drink it,
he ordered me out.
V
He borrowed some money
to buy me a ring
Then he and the jeweler
went off on a fling.
VI
There’s cakes in the oven,
there’s cheese on the shelf
If you want any more,
you can sing it yourself.
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
Quando ero nubile
avevo uno scialle
ora da sposata
non ho neanche quello
Ritornello
Ma mi piace lo stesso
lo perdono

Lo seguirò ovunque vada
II
E’ venuto nel vicolo
e mi fischiò per uscire
ma l’orlo della camicia
gli usciva dai pantaloni
III
Mi diede un fazzoletto
rosso, bianco  e blu,
ma prima che lo potessi usare
me lo strappò nel mezzo
IV
Mi portò in una birreria
e ordinò della birra forte,
ma prima che la potessi bere
mi mandò fuori
V
Chiese in prestito del denaro
per comprarmi l’anello,
poi lui e il gioielliere
se ne andarono a donne
VI
C’è il pane nel forno
e il formaggio è sulla mensola,
se ne vuoi ancora
puoi continuare a cantare da solo

FONTI
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/stillilovehim.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=5623

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*