WEDDING DRESS: BROWN, RED, GREEN OR WHITE?

Viene dai Monti Appalachi questa melodia sbarcata in America al seguito degli emigranti irlandesi; alla proposta di matrimonio del fidanzato la ragazza non risponde, ma si mette a cucire; nella canzone sono quattro le possibili scelte sul tessuto: marrone, rosso, verde e bianco, così l’innamorato capisce che le nozze sono imminenti perchè la fanciulla inizia a cucire l’abito bianco, moda lanciata nel 1840 con le nozze della Regina Vittoria, copiata dai ceti più abbienti e fattasi consuetudine per tutte le spose nel XX secolo.

Ben poco è stato scritto in merito alla canzone arrivata fino a noi attraverso la tradizione orale, la prima cosa da rilevare è che indubbiamente la scelta dei colori e gli abiti da indossare nelle varie occasioni un tempo era rigidamente codificata e ricca di significati, soprattutto per un evento così importante come il matrimonio. continua

E tuttavia tali significati non sono univoci, contraddistinguendo il diffondersi di una credenza in base al tempo e al luogo.

couture-joven-cosiendo-pintores-y-pinturas-juan-carlos-boveriL’ABITO BIANCO
L’abito bianco è diventato sinonimo di candore e purezza virginale solo alla fine dell’Ottocento, in parallelo alla raffigurazione della Madonna con l’abito bianco e il manto blu (guarda caso dalla proclamazione del dogma dell’immacolata concezione – 1845 ). Vero è che il manto di Maria si è colorato di blu già nel XII secolo da quando nella tintura degli abiti si utilizzano l’indaco e il guado per ottenere un blu brillante e luminoso. La gamma a disposizione dei tintori anticamente non era così ampia come quella di oggi così certe tinte erano più costose e ricercate per la loro brillantezza.

E qui apro una parentesi nel mare magnum della semantica: nelle icone bizantine i colori hanno un significato ben codificato, rosso è il divino e blu è l’umano così Gesù e sua Madre sono raffigurati inversamente colorati Gesù con veste rossa e manto blu (la divinità che si è fatta carne), Maria (o la Maddalena) con veste blu e manto rosso (la carne che è stata divinizzata). Poi dal XIII secolo con il diffondersi del culto mariano il manto di Maria diventa sempre più spesso blu (dipinto con la polvere pregiata dei lapislazzuli). Il blu con la nuova teoria della luce che prenderà corpo nelle architetture gotiche diventa pari all’oro come colore della spiritualità e sinonimo di regalità. Così si vestono di blu i sovrani del tempo a partire da Luigi IX.
Dopo la riforma protestante, il nero e il blu, divennero gli unici colori degni di un buon cristiano, l’emblema stesso della serietà, della profondità e della moralità in terra

ASCOLTA Pentangle
ASCOLTA Stooshie

  I
Hey, my little Doney (1) girl
Don’t you guess better be making your wedding dress
Wedding dress, wedding dress
Better be making your wedding dress
II
Well, It’s already made
Trimmed in brown (2) stitched   around with golden crown
Golden crown, golden crown
Stitched around with golden crown
III
Well, It’s already made
Trimmed in red (3) stitched around   with golden thread
Golden thread, golden thread
Stitched around with golden thread
IV
Well, It’s already made
Trimmed in green (4) prettiest   thing you’ve ever seen
Ever seen, ever seen
Prettiest thing you’ve ever seen
V
Well, It’s already made
Trimmed in white (5) gonna be   married on Saturday night
Saturday night Saturday night,
Gonna be married on Saturday night
VI
Well, she wouldn’t say yes
She wouldn’t say no all she do is just sit and sew
Sit and sew, sit and sew
All she do is just sit and sew
TRADUZIONE ITALIANO tratta da vedi
I
Hey, mia piccola fidanzata (1)
non pensi che sia meglio preparare il tuo abito di nozze? Abito di nozze, abito di nozze. E’ meglio che prepari il tuo abito di nozze
II
Bene, è già pronto, rifilato in marrone, cucito tutto intorno come una corona d’oro
corona d’oro, corona d’oro
cucito intorno come una corona d’oro
III
Bene, è già pronto
Rifilato in rosso, cucito tutto intorno con un filo d’oro
filo d’oro, filo d’oro
cucito tutto intorno con un filo d’oro
IV
Bene, è già pronto
Rifilato in verde, la cosa più   bella che tu abbia mai visto
mai visto, mai visto
la cosa più bella che tu abbia mai visto
V
Bene, è già pronto
Rifilato in bianco, andremo a sposarci sabato sera
sabato sera,sabato sera
andremo a sposarci sabato sera
VI
Bene, lei non ha detto sì
lei non ha detto no, tutto ciò che ha fatto è sedersi e cucire
sedersi e cucire, sedersi e cucire
tutto ciò che ha fatto è sedersi e cucire

NOTE
1) doney: dony o doney, donie è un termine slang per ragazza, deriva da “donay, dona“. Stephen Calt scrive in merito: “A black and Southern white variant of ‘dona’, a 19th century slang term associated with cockney and British circus slang and regarded as vulgar by Farmer & Henley, though it derives from respectful Italian, Spanish or Portuguese terms for ‘lady’. (The standard English words ‘dame’ and ‘prima donna’ both derive from the same source). Although idiomatic, it is likely that the term was more common in song rhetoric than 20th century American colloquial speech.”
L’italiano “donna” dal latino “dominus” diventa un nome proprio in inglese: Donie, Dounay, Dony, Downie, Doney. Il modo più corretto di tradurre la frase non è “ragazza del Doney” quanto piuttosto “mia fidanzatina

2) MARRONE
Sugli abiti marroni so ben poco tranne che un tempo era il colore degli abiti modesti, per lo più indossati dai fraticelli e dai poveri. Nel contesto della canzone potrebbe indicare un abito ordinario: per il matrimonio una sposa povera o priva di risorse poteva indossare il suo vestito buono, quello dei giorni di festa, che non differiva poi molto da quello di tutti i giorni tranne per il fatto che era più nuovo; oppure poteva farsi imprestare un abito più bello dai vicini o dai parenti che se la passavano meno peggio. Ma evidentemente la ragazza non era così povera visto che poteva permettersi di ricamare una greca con filo dorato come bordura.

3) ROSSO
Nel tempo antico era il colore nunziale per eccellenza anzi il sinonimo di colore (colore archetipo nella triade bianco, nero, rosso) che evocava la fertilità. Il rosso richiama il fuoco e il suo processo di purificazione, quindi è un colore di protezione: da questa credenza vengono il filo rosso per difendersi dalle streghe e il corallo rosso per allontanare le malattie. Inizialmente fu anche il colore delle vesti della Madonna perchè il rosso simboleggia la divinità. Rosso e ricamo in oro sono stati da sempre l’abbinamento ideale per la sposa di elevato ceto sociale in quanto simbolo di potere e prestigio.

4) VERDE (simbolo ambivalente di morte e rinascita)
Il verde ha un significato ambivalente colore dei giovani, dell’amore e della gioia, ma anche colore della morte (la frutta acerba, la fine prematura) o degli esseri dell’Altro mondo. Il verde è il colore del veleno, dell’invidia e della gelosia (le streghe hanno la pelle verde). In Irlanda è un colore che porta sfortuna e quindi non era indossato dalle spose (continua)

5) del bianco ho già diffusamente parlato all’inizio e nella prima parte dell’articolo vedi

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=62519
http://dulcimer-noter-drone.blogspot.it/2009/07/wedding-dress-my-little-doney-gal.html
http://www.cultorweb.com/medioevo/C1.html
http://www.cultor.org/Colore/MR.html
http://www.oikos-group.it/contenuti/colore/colore-e-societa/storia-archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*