TWO SISTER: A MURDER BALLAD

Bonny_Swan_by_SarachmetLa ballata “The two sisters” è originaria dalla Svezia o più in generale  dai paesi scandinavi (in epoca pre-cristiana) ma si è diffusa largamente  anche in alcuni paesi dell’Est e nelle isole britanniche.

Nella prima parte ho analizzato il plot della ballata descritta nella fiaba scozzese “The singing breastbone” e la sua messa in musica nella versione scozzese di “Binnorie”. (vedi prima parte). La seconda parte è dedicata alla versione “Cruel Sister” riportata in auge dai Pentangle negli anni del folk revival (vedi seconda parte). Una parte a sè merita la versione dell’artista canadese Loreena McKennit (vedi terza parte)

La narrazione si presta come sempre a molteplici letture fuori dal testo e tuttavia nell’approdare in America si sfronda degli aspetti favolistici e mitici (re, regine, cigni e strumenti magici) per diventare una più tipica murder ballad: il movente non è solo la gelosia ma principalmente  una questione di denaro. Anche la caratterizzazione delle sorelle una bionda e l’altra bruna viene meno, sono semplicemente la  maggiore e la minore d’età.

QUINTA VERSIONE: THE TWO  SISTERS

Questa versione irlandese richiama quella americana dove di solito la ragazza crudele chiede al mugnaio di  affogare la sorella in cambio dell’oro.  Il pretendente è  un ragazzo di nome Johnny che fin da subito corteggia la più giovane regalandole l’anello d’oro e un cappellino (al posto dell’aristocratico guanto!). Il mugnaio potrebbe  essere complice della sorella più grande, ma potrebbe anche solo aver  approfittato della situazione per derubare la fanciulla annegata (o ancora  viva e ributtata in acqua dopo il furto).
Entrambi pagheranno per il crimine  commesso: il mugnaio sarà impiccato sulla forca e la sorella crudele sarà  bruciata sul rogo oppure affogata nel piombo fuso (ma a volte la colpa è  scaricata tutta sul mugnaio).
La melodia viene dalla versione E in “English Folk Songs from the Southern Appalachians”( Cecil Sharp and Maud Karpeles) come raccolta dalla testimonianza della signora Clercy Deeton a Mine Fork, Burnsville, North Carolina, 1918. E’ più esatto perciò considerarla una delle tante varianti americane della storia.

ASCOLTA Clannad nel Cd Dulaman 1976

VERSIONE CLANNAD
There were two sisters side by side
Sing I-dum,  sing I-day
There were two sisters side by side
The boys are born for me (1)
There were two sisters side by side
The eldest for young Johnny cried
I’ll be true unto my love if he’ll be  true to me
Johnny bought the youngest a gay-gold ring
He never bought the eldest a single thing
Johnny bought the youngest a beaver hat(2)
The eldest didn’t think much of that
As they were a-walking by the foamy (3)
The eldest pushed the youngest in
“Sister, oh sister, give me thy hand
And you can have Johnny and all his land”
“Oh sister, I’ll not give you my hand
And I’ll have Johnny and all his land”
So away she sank and away she swam
Until she came to the miller’s dam
The miller, he took her gay-gold ring
And then he pushed her in again((4)
The miller, he was hanged on the mountain head
The eldest sister was boiled in lead
TRADUZIONE di CATTIA SALTO
Andavano due sorelle fianco a fianco
Canta Dum canta Day
Andavano  due sorelle fianco a fianco
i ragazzi sono fatti per me (1)
Andavano  due sorelle fianco a fianco
la più grande per il giovane Johnny gridava: “Sarò leale con il mio amore se lui lo sarà  con me”
Johnny comprò alla più  giovane un bell’anello d’oro,
e neanche una sola cosa comprò alla più grande
Johnny comprò alla più giovane un tricorno(2)
e la più grande non la prese bene
Mentre stavano passeggiando accanto ai gorghi (3), la più grande spinse la più  giovane (nell’acqua)
“Sorella o sorella, dammi la mano
e potrai prenderti Johnny e tutte le sue proprietà”
“Oh sorella non ti darò la mano e (così) avrò Johnny e tutte le sue proprietà”
Così via lei scivolò e nuotò
finchè venne alla diga del mugnaio.
Il mugnaio le prese il suo bel anello d’oro
e poi la rigettò  di nuovo  nell’acqua (4)
Il Mugnaio è stato impiccato in cima alla montagna, la sorella più grande è  stata bollita nel piombo

NOTE
1) il ritornello è un’esplicito riferimento al corteggiamento giovanile
2) Beaver è un cappello di feltro realizzato con la pelliccia di castoro molto apprezzato nei secoli tra il 1500 e il 1800. Non solo copricapo maschile era indossato anche dalle donne: adesso noi ce lo immaginiamo come il berretto stile colbacco con le due “orecchie”, ma all’epoca era un vezzoso cappellino a forma di tricorno (nel seicento-settecento) e di cilindro nell’ottocento continua
3) foamy è un aggettivo più che sostantivo con il significato di schiumoso, l’immagine richiama la battigia cioè quella parte della spiaggia su cui si rifrangono le onde, eppure più che in mare la sorella è gettata in un fiume la cui corrente la trascina verso la diga del mugnaio. Ho preferito quindi utilizzare il termine “gorhi” per indicare il vortice  delle acque
4) non è chiaro se la ragazza fosse già cadavere o piuttosto sia stata uccisa con un colpo di grazia dal mugnaio

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=15782
http://puelladocta.com/2011/the-twa-sisters-folk-song/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*