Nella terra santa ancora una volta

Read the post in English  

Per un marinaio  “la terra promessa” o “terra santa” (in inglese holy ground) non è altro che una zona del porto o una strada piena di locande, pubs o taverne di una cittadina portuale, dove divertirsi con bevute, donne e canzoni!
La versione di Holy ground preferita dai balenieri irlandesi, riprende la melodia e parte del testo di un’altra sea shanty dal titolo “Off to Sea Once More” o “Go to see Once More” (anch’essa dalle origini incerte). In quella il marinaio si rammarica di essere costretto ad andare per mare ancora una volta, perchè ha già speso tutti i soldi appena guadagnati, ubriacandosi e facendosi derubare da una puttana, in questa trovandosi invece già imbarcato su una baleniera è finito nel Mare Artico e si rammarica di non essere sulla Terra Santa!

Una dura vita quella dei pescatori di balene che stavano mesi in mare aperto in balia dei capricci del tempo, una vita dura e solitaria inframmezzata da colossali bevute una volta a terra.

The Wolfe Tones in Rifles of the IRA 1969


I
As I rolled(1) into Frisco, boys,
I went upon the street
I drank and gambled all night long,
as drunk as I could be
I drank and gambled all night long,
till I could drink no more
‘Twas then that I thought that I’d like
to be back in the Holy Ground once more

CHORUS
Once more, boys, once more,
the Holy Ground once more
II
I shipped on the Angeline, me boys, down for the Arctic Sea
Where cold winds blow
amid frost and snow,
was as cold as it could be
Where cold winds blow
amid frost and snow,
but the good old ship she did roll
‘Twas then that I thought that I’d like
to be back in the Holy Ground once more

III
We weren’t long in the Arctic Sea when we had spied a whale
With harpoon in my icy hands,
to hit I dare not fail
With harpoon in my icy hand,
I shot but I struck before
‘Twas then that I thought that I’d like to be back in the Holy Ground once more
IV
When you’re aboard a whaling ship with storms  and gales afore
Your mind is in some public house that lies upon the shore
Your mind is in some public house that lies upon the shore
‘Twas then that I thought that I’d like to be back in the Holy Ground once more
Traduzione italiano Cattia Salto
I
Mentre camminavo per Frisco, ragazzi, in giro per la strada,
ho bevuto e scommesso tutta la notte ubriaco fradicio,
ho bevuto e scommesso tutta la notte fino a fare il pieno,
fu allora che pensai che avrei voluto ritornare di nuovo nella Terra Santa 
CORO
Ancora una volta, ragazzi ancora
nella Terra Santa, ancora una volta

II
Mi sono imbarcato sull’Angeline, ragazzi, verso il Mare Artico
dove i freddi venti soffiano
tra gelo e neve,
che più freddo non si può,
dove i freddi venti soffiano
tra gelo e neve
ma la cara vecchia nave rollava,
fu allora che pensai che avrei voluto ritornare di nuovo nella Terra Santa 
III
Eravamo nei pressi del Mar Artico quando abbiamo visto una balena,
con l’arpione nelle mani ghiacciate
il colpo non volevo rischiare di fallire,
con l’arpione nelle mani ghiacciate
ho sparato e colpito,
fu allora che pensai che avrei voluto ritornare di nuovo nella Terra Santa 
IV
Quando sei a bordo di una baleniera davanti a tempeste e bufere
il pensiero va a una taverna che si trova a terra,
il pensiero va a una taverna che si trova a terra,
fu allora che pensai che avrei voluto ritornare di nuovo nella Terra Santa 

NOTE
1) nelle sea shanty viene usato il termine rolling per indicare la camminata un po’ oscillante tipica del marinaio dovuta ai lunghi periodi passati sulle navi che beccheggiano

APPROFONDIMENTO
http://terreceltiche.altervista.org/holy-ground/
http://terreceltiche.altervista.org/go-to-sea-once-more/

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=15375

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.