THE GABERLUNZIE MAN WITH HAPPY END

Con il titolo “Hi for the beggarman” “A beggarman cam ower the lea“, “A Beggar, A Beggar“, “The Auld Beggarman“, “The Beggarman”  oppure “The Gaberlunzie Man” la storia è sempre la stessa: il mendicante trova asilo per la notte in una fattoria, la bella figlia del fattore si lascia sedurre nella speranza si tratti di un gentiluomo sotto mentite spoglie, i due spesso fuggono insieme.
Prima parte THE JOLLY BEGGAR
Seconda parte THE GABERLUNZIE MAN 

IL LIETO FINE

La fanciulla si mette d’accordo con il mendicante per fuggire di casa e così facendo trova la sua fortuna perchè il mendicante è in realtà un gentiluomo travestito che voleva mettere alla prova i sentimenti della fanciulla prima di sposarla.

ASCOLTA su Spotify June Tabor in Apples, 2007


I
As I was a-linking(1) o’er the lea,
The finest weel(2) that I ever did see
Looking for his charity,
“Would you lodge a lame poor man?”
II
For the night being wet and it being cold
She took pity on the poor old soul,
She took pity on the poor old soul
And she bade him to sit down.
Chorus:
With his tooran nooran nan tan nee
Right ton nooran fol the doo-a-dee
Toraan nooran noraan nee
With his tooran nooran-i-do
III
He sat himself in the chimbley neuk(3)
And the bonny young daughter gave him the look.
With all his bags behind the crook(4)
Right merrily he did sing(5).
IV
Now he grew canty and she was fain,
But little did her mother ken
Just what the two of them were saying
As they sat sae thrag(6).
V
“O if I was black as I am white
Like the snow on yon fell-dyke(7),
I’d dress myself so beggar-like
And away with you I’d gang.”
VI
“O lassie, lassie, you’re far too young,
And you haven’t got the lilt of the begging tongue,
You haven’t got the lilt of the begging tongue,
So with you cannot gang.”
VII
“I’ll burden my back and I’ll bend my knee,
I’ll draw a black patch o’er my e’e,
And for a beggar they’ll take me,
And away with you I’ll gang.”
VIII
For all that the doors were locked quite tight,/ The old woman rose in the middle of the night,/The old woman rose in the middle of the night/ For to find the old man gone.
IX
She’s run to the cupboard, likewise to the chest,
All things there and nothing missed.
Clapping her hands and the dear be blessed,
Wasn’t he an honest old man?
X
When the breakfast was ready and the table laid/ The old woman went for to waken the maid:/ The bed was there but the maid was gone,
Away with the lame poor man.
XI
Now seven years were passed and gone,
And this old beggar came back again
Looking for his charity,
“Will you lodge a lame poor man?”
XII
“I never lodged any but the one,
And with him my one daughter did gang,
And I chose you to be the very one
And I’ll have you to be gone.”
XIII
“If it’s your daughter you want to see,
She has two bairnies on her knee,
She has two bairnies on her knee
And a third one coming round.
XIV
“For yonder she sits, yonder she stands,
The fairest lady in all Scotland.
She has servants at her command
Since she went with the lame poor man.”
Tradotto da Cattia Salto
I
Mentre camminavo di buona lena (1) per i campi, (incontrai) il più bel gentiluomo (2) mai visto, chiedere la carità “Dareste riparo ad un pover’uomo zoppo?”
II
Poichè la notte era umida e fredda
lei provò pietà per quella povera vecchia anima
e lo invitò a sedersi.
CORO
With his tooran nooran nan tan nee
Right ton nooran fol the doo-a-dee
Toraan nooran noraan nee
With his tooran nooran-i-do
III
Si sedette in un angolo del camino (3)
e la bella giovane figlia (del fattore)
gli diede un’occhiata con tutto il suo bagaglio, l’impostore (4) tosto lietamente si mise a cantare (5).
IV
Lui divenne allegro, lei era contenta
ma poco la madre poteva capire,
solo quello che i due si dicevano
e loro stavano così vicini (6)
V
“Oh se potessi essere scura invece di essere pallida (7) come il cigno su quell’argine, mi vestirei come una mendicante e potrei venire con te.”
VI
“O ragazza, sei troppo giovane
e non conosci le abitudini di un mendicante,
non conosci le abitudini di un mendicante,
così con te non posso andare”
VII
“Mi ingobbirò la schiena e piegherò le ginocchia
e metterò una benda nera sull’occhio
così da sembrare una mendicante
e in giro con te andrò”.
VIII
Per serrare per bene tutte le porte
la vecchia si alzò nel cuore della notte
la vecchia si alzò nel cuore della notte
e scoprì che il vecchio se n’era andato.
IX
Corse alla dispensa come pure alla cassapanca
ma c’era tutto e non mancava niente,
battendo le mani disse “che sia benedetto il signore
se non era un uomo onesto!?”
X
Quando la colazione fu pronta e la tavola apparecchiata
la vecchia andò a svegliare la figlia:
il letto era fatto ma la fanciulla era andata via
via con il povero uomo zoppo.
XI
Sette anni passarono e se ne andarono
e quel vecchio mendicante ritornò
a chiedere la carità
“Volete dare un riparo ad un pover’uomo zoppo?”
XII
” Non ho dato riparo che ad uno solo
e con lui la mia sola figlia se ne andò,
e preferirei che fossi proprio tu  quello,
e tu sarai il benvenuto”
XIII
“Se è tua figlia che vuoi vedere
ha due figli alle sue ginocchia
ha due figli alle sue ginocchia
e il terzo in arrivo.
XIV
Che lontano lei risiede e lontano lei abita,
la più bella fanciulla di tutta la Scozia,
ha servitori al suo comando
da quando se ne andò con il pover’uomo zoppo.”

NOTE
1) to link= to move smartly or agilely with short quick steps, to trip along, to walk at a brisk pace
2) weel= dall’inglese weal, welfare, well-being. Qui l’inganno è subito manifesto il vecchio mendicante zoppo è in realtà un gentiluomo travestito
3) chimney nook
4) anche qui si avverte che il mendicante è sotto mentite spoglie
5) i mendicanti in cambio dell’ospitalità si esibivano per la famigliola con canzoni e racconti portando le novità o i fatti di cronaca anche nelle più remote campagne, spesso suonavano uno strumento o insegnavano passi di danza, erano quindi una sorta di menestrelli, giullari ambulanti
6) thrag= To pack full, fill, cram; to load. Also intr. for pass (da qui) non riesco a tradurre il termine forse si tratta di un refuso. A senso mi viene da tradurre come vicini, uniti, ma potrebbe anche voler dire che si trovavano in sintonia
7) espressione del gergo contadino scozzese che si potrebbe tradurre con “zolle” ma anche un argine erboso fatto con le zolle o pietre

ASCOLTA Assasin’s Creed Rogue (Sea Shanty Edition) HI FOR THE BEGGARMAN con la stessa melodia di June Tabor

Che cosa ci faccia la ballata in una compilation di Sea Shanties non è ben chiaro, a parte per il coro nonsense, probabilmente era una canzone così popolare da essere finita sulle navi! La variante è più succinta della precedente versione.

I
The night being dark and very cold,
A woman took pity on a poor soul.
She took pity on a poor old soul
And asked him to come in.
CHORUS
With a too-roo roo-roo rantin hi,
A too-roo roo-roo rantin hi
Too-roo roo-roo rantin hi,
And hi for the beggarman
II
He sat him down in a chimney nook;
He hung his coat up on a hook.
He hung his coat up on a hook,
And merrily he did sing.
III
In the middle of the night the old woman rose;
She missed the beggarman and all his clothes.
She clapped and clapped and clapped again, Says, He has my daughter gone!
IV
Three long years have passed and gone,
When this old man came back again,
Asking for a charity:
Would you lodge a beggarman?
V
I never lodged any but the one,
And with that one me daughter’s gone,
With that one me daughter’s gone
So merrily you may gang.
VI
Would you like to see your daughter now,
With two babies on her knee,
With two babies on her knee
And another coming on?
VII
For yonder she sits and yonder she stands,
The finest lady in all the land;
Servants there at her command
Since she went with the beggarman.
I
Poichè la notte era umida e fredda
lei provò pietà per quella povera vecchia anima
e lo invitò a sedersi.
CORO
With a too-roo roo-roo rantin hi,
A too-roo roo-roo rantin hi
Too-roo roo-roo rantin hi,
urrà per il mendicante
II
Si sedette in un angolo del camino (3)
appese il mantello al gancio
appese il mantello al gancio
e lietamente si mise a cantare (5).
III
La vecchia si alzò
nel cuore della notte
mancavano il mendicante con tutte le sue cose
battendo le mani disse:
“Si è preso mia figlia!”
IV
Tre lunghi anni passarono e se ne andarono
e quel vecchio mendicante ritornò
a chiedere la carità “Volete dare un riparo ad un mendicante?”
V
” Non ho dato riparo che ad uno solo
e con lui la mia sola figlia se ne andò,
e preferirei che fossi proprio tu  quello,
e tu sarai il benvenuto”
VI
“Vorresti vedere tua figlia adesso
con due figli alle sue ginocchia
con due figli alle sue ginocchia
e il terzo in arrivo?
VII
Che lontano lei risiede e lontano lei abita,
la più bella fanciulla di tutto il paese,
ha servitori al suo comando
da quando se ne andò con il mendicante”

In questa versione testuale la ragazza ritorna a casa come una gran signora dopo essere diventata la moglie del finto mendicante. Si riporta questa versione perchè presenta alcune interessanti contaminazioni con una ballata molto famosa “Raggle Taggle Gypsy”

ASCOLTA Andy M. Stewart in Man in the Moon 1993 THE GABERLUNZIE MAN
(Testo: attribuito a Re Giacomo V di Scozia (1512-1542); Musica: Trad./Arr. da Andy M. Stewart) – al momento non ci sono registrazioni in rete da poter ascoltare


I
Oh the pawky auld carle(1) cam o’er the lea
Wi’ mony guild-e’ens and guid-days tae me/ Sayin’, “Guid wife for your charity
Would you lodge a leal poor man?”
Laddie wi my tow-ro-ae
II
Well the nicht being cauld, the carle being wat
It’s doon ayant the ingle he sat
My dochters shouthers he began tae clap/ And cadgily ranted and sang
III
Between the twa was made a plot
They’d rise a wee afore the cock
And wilily they shot the lock
And fast to the bent they are gane
IV
The aul wife gaed whaur the beggar lay
The strae was cauld, he was away
She clappit her hands cryin
“Waladay! For some of our gear will be gane”
V(2)
The servant gaed whaur the dochtor lay
The sheets were cauld, she was away
And fast to the guid wife she gan say
“Shes awa wi the Gaberlunzieman”
VI
“O fy gar ride and fy gar rin
And haste ye find these traitors again!
For she’s be burnt and he’s be slain(3)
The wearyful beggarman”
VII
Meanwhile farhind oot o’er the lea
Fu-snug in a glen where nane could see
The twa wi’ kindly sport and glee
Would lo’e the hale day lang
VIII
Oh the lady cam riding o’er the lea,
efter mony years her guidwife tae see
She had wedded a lord, nae begger he,
That had gaed as the beggarman
IX
Well the lady came riding(4) o’er the strand
Wi’ fower and twenty at her command
She was the brawest in the land
And she went wi’ the beggarman
Tradotto da Cattia Salto
I
Un vecchio astuto venne dai campi
con molte notti e giorni da vagabondo (venne) da me
dicendo “Signora vorreste alloggiare un onesto pover’uomo per carità?”
Verrai in giro con me ragazza?
II
Siccome la notte era fredda e il vecchio bagnato
si sedette davanti al fuoco,
alle spalle di mia figlia egli cominciò a battere le mani e a gran vocea cantare.
III
Tra i due ci fu un accordo, si alzarono prima del canto del gallo,
chiusero la serratura
e di corsa per i campi andarono.
IV
La vecchia moglie andò dove giaceva il mendicante, ma il posto era freddo, lui era andato via, lei battè le mani dicendo Ahimè! Qualcosa di nostro se n’è andato”
V
La serva andò dove dormiva la figlia,
le lenzuola erano fredde lei era fuggita e di corsa dalla padrona andò dicendo “E’ fuggita con il mendicante”.
VI
“Cavalca in lungo e in largo e in fretta per ritrovare quei due traditori. Perchè lei sarà bruciata e lui ucciso,
il mendicante miserabile”.
VII
Nel frattempo lontano oltre i prati capitarono in una valletta dove nessuna poteva trovarli, i due con gioia e delizia poterono amarsi per tutto il giorno.
VIII
La Lady venne cavalcando dalla campagna, dopo molti anni per vedere sua madre, lei aveva sposato un Lord, lui non era un mendicante, quello che sembrava un mendicante.
IX
La Lady venne cavalcando dalla strada con ventiquattro (servi) al suo comando era la più bella del paese
ed fuggì via con il mendicante

NOTE
1) auld carle: old peasant, common man.
2) la struttura di questa strofa e della successiva, richiama la ballata Raggle taggle Gypsy
3) una punizione piuttosto drastica per una fuitina! Si descriva in pratica una della varie forme di matrimonio del tempo: quello con il rapimento e la notte d’amore vedi
4)la strofa inizia con la stessa veduta dai campi ma la persona che arriva non è più a piedi, anzi a guardare bene ha anche tanto di servitori al seguito!

FONTI
http://ingeb.org/songs/oabeggar.html
http://71.174.62.16/Demo/LongerHarvest?Text=ChildRef_279
http://71.174.62.16/Demo/LongerHarvest?Text=ChildRef_280
http://www.fresnostate.edu/folklore/ballads/C279.html
http://www.contemplator.com/child/gaberlunz.html
http://www.contemplator.com/scotland/beggar.html
http://www.waterbug.com/calhoun/lyrics/beggarman.html
http://mainlynorfolk.info/watersons/songs/thebeggarman.html
http://www.darachweb.net/SongLyrics/JollyBeggarman.html
http://www.educationscotland.gov.uk/scotlandssongs/
secondary/genericcontent_tcm4554493.asp
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=1954
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=118078
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=54744
http://mainlynorfolk.info/folk/songs/thebeggarladdie.html
http://mudcat.org/@displaysong.cfm?SongID=5884
http://www.bluegrassmessengers.com/280-the-beggar-laddie.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*