THE FLOWER OF MAGHERALLY

Eva Hollier Gli amanti
Eva Hollier Gli amanti

Una canzone diffusa nel Nord Irlanda e anche molto popolare in Scozia, la cui origine non è ben determinata, ma probabilmente risalente al 1800.

La storia è il classico colpo-di-fulmine: è primavera (stagione in cui gli spiriti giovanili ribollono) il ragazzo vede la bella Sally, occhi azzurri e capelli biondi e si innamora.
La vuole sposare presto e che la gente sparli pure! Però il tono della canzone non è scanzonato, bensì tenero e sognante.

Il luogo dove i due si incontrano a Magherally, vicino alla città di Banbridge i cui dintorni dovevano pullulare di belle ragazze, visto che oltre a Sally, la Queen of the County Down, ci viveva anche Rosie, la Star of the County Down

ASCOLTA Altan (voce Mairéad Ní Mhaonaigh) 

ASCOLTA Cara Dillon 1992 una voce dolce  e lieve come una piuma

ASCOLTA Eitre (voce Dag Westling) in “The Coming of Spring”, 2005. Il gruppo svedese si è formato nel 2003 e qui da prova di un intrigante arrangiamento con  flauto e chitarra. Anche la cadenza della voce è molto “poetica” senza essere stucchevole (vedi sito)

ASCOLTA Irish Roses


I
One pleasant summer’s morning
when all the flowers were springing O
Nature was adorning
and the wee birds sweetly singing O
I met my love near Banbridge Town, my charming blue-eyed Sally O
She’s the queen of the County Down, the flower of Magherally O
II
With admiration I did gaze
upon this blue-eyed maiden O
Adam wasn’t half so much pleased when he met Eve in Eden O
Her skin was like the lily white
that grows in yonder valley O
She’s my queen and my heart’s delight, the flower of Magherally O
III
Her yellow hair in ringlets clung,
her shoes were Spanish leather O
Her bonnet with blue ribbons strung, her scarlet cap and feather O
Like Venus bright she did appear,
my charming blue-eyed Sally O
She’s the girl that I love dear,
the flower of Magherally O
IV
I hope the day will surely come
when we’ll join hands together
 O
‘Tis then I’ll bring my darling home
in spite of wind or weather O
And let them all say what they will
and let them reel and rally O
For I shall wed the girl I love,
the flower of Magherally O
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
In una bella mattina d’estate
quando tutti i fiori erano spuntati
la Natura si era fatta bella
e gli uccellini cantavano dolcemente
incontrai il mio amore vicino alla città di Banbridge, la mia affascinate Sally dagli occhi azzurri, la regina della Contea di Down, il fiore di Margherally.
II
Con ammirazione contemplai
questa fanciulla dagli occhi azzurri
Adamo non fu altrettanto contento quando incontrò la sua Eva in Paradiso
la sua pelle era bianca come il giglio che cresce nella valle laggiù
lei, la regina e delizia del mio cuore, il fiore di Magherally.
III
I capelli dorati arricciati in boccoli,
le scarpe erano di cuoio spagnolo
la cuffietta decorata con nastri azzurri e il cappello scarlatto con la piuma
come Venere luminosa lei apparve,
la mia affascinante Sally dagli occhi azzurri, la cara ragazza che amo, il fiore di Magherally.
IV
Spero che verrà sicuramente il giorno in cui ci sposeremo
allora porterò il mio tesoro a casa
con il bello o il cattivo tempo (2)
che la gente dica quello che le pare (3),
che spettegolino pure
perchè io mi sposerò con la ragazza che amo, il fiore di Magherally.

NOTE
1) letteralmente “uniremo le mani insieme” il matrimonio con l’hanfasting prevede che le mani unite dei due sposi vengano legate con un nastro continua
2) letteralmente “nonostante il vento o il tempo”
3) forse la fanciulla non è così immacolata come dovrebbe essere una fanciulla rispettabile, e la descrizione di come si veste la bella Sally è forse allusiva (quantomeno a una certa civetteria)

FONTI
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=51331
https://anglofolksongs.wordpress.com/2015/03/10/the-flower-of-magherally/
http://www.itma.ie/digitallibrary/sound/flower-of-magherally-flynn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*