Archivi tag: shantyman

Short Sharp Shanties

Yankee Jack“, come viene affettuosamente chiamato il marinaio John Short  (1839-1933) di Watchet (Somerset, Inghilterra), durante i suoi anni di navigazione ha imparato e collezionato una sessantina di canti marinareschi; il “Watchet Market House Museum Society” gli ha dedicato una statua di bronzo (dell’artista scozzese Alan Beattie Herriot), mentre se ne sta seduto sulla bitta tenendo in mano una cima, sguardo rivolto verso il mare!

Yankee Jack“, as the sailor John Short (1839-1933) of Watchet (Somerset, England) is affectionately called , has learned and collected about sixty seafaring songs during his sailing years; The “Watchet Market House Museum” dedicated a bronze statue to him (by the Scottish artist Alan Beattie Herriot), while he sat on the bitt holding a rope in his hand, looking towards the sea!

“John Short andò in mare per la prima volta nell’anno 1848. Iniziò a lavorare su navi costiere vicino alla sua città natale Watchet, poi navigò sulle navi a palo dal Québec a doppiare  l’Horn per Callao e in India, Cina e Australia. John Short continuò la sua carriera nella marina mercantile fino alla fine del 1880, successivamente fu nominato banditore di Watchet. Morì nel 1933 all’età di 94 anni, quando l’aspettativa di vita media di un marinaio era di soli 45 anni.” (tradotto da qui)

John Short first went to sea in the year 1848. He started working coastal vessels near his hometown Watchet, then sailed on windjammers from Quebec round Cape Horn to Callao and India, China and Australia. John Short continued his merchant marine career until the late 1880s, subsequently he was appointed as town crier of Watchet. He died in 1933 at the age of 94 – when the average life expectancy of a seaman was only 45 years.(from here)

Cecil Sharp gli fece visita nel 1914 e trascrisse ben 57 canzone dalla sua testimonianza, John era stato uno shantyman assunto nell’equipaggio proprio per le sue doti canore e la capacità di dirigere i lavori e ottimizzare gli sforzi, con un appropriato canto marinaresco. Così lo elogiò Sharp: “Ha la memoria tenace del cantante folk e una grandissima abilità musicale … Sarebbe difficile, immagino, trovare un esponente più esperto dell’arte del canto marinaresco

Cecil Sharp visited him in 1914 and transcribed as many as 57 songs from his testimony, John had been a shantyman hired because of his singing skills and ability to direct the works and optimize crew efforts, with an appropriate seafaring song. Sharp praised him saying: “He has the folk-singer’s tenacious memory and very great musical ability … It would be difficult, I imagine, to find a more experienced exponent of the art of chantey-singing

Tom e Barbara Brown di Combe Martin scoprirono l’eredità del marinaio, il manoscritto di Cecil Sharp nel “Vaughan Williams Memorial Library” (vedi) conservato a Londra  e diedero inizio al progetto Short Sharp Shanties per registrare tutte le canzoni di John Short interpretate da vari artisti.
Sono state prodotte ben tre compilation “Alcune delle 60 versioni sono familiari, altre sono più rare, e il resto è rimasto sconosciuto, fino ad ora. Alcune delle versioni provengono da un periodo molto precoce nelle sea shanty, e tutte sono state prese direttamente dai manoscritti di Sharp, piuttosto che dalla pagina stampata, mantenendo così le idiosincrasie che sono caratteristiche del canto di Short.”

Tom and Barbara Brown of Combe Martin discovered the legacy of the sailor, the manuscript of Cecil Sharp in the “Vaughan Williams Memorial Library” (see) kept in London and they began the project Short Sharp Shanties to record all the songs of John Short interpreted by various artists.
They produced three compilations
“Some of the 60 are familiar versions, others rarer, and the rest have remained unsung – until now. Some of the versions are from a very early period in the life of shanty-singing, and all have been taken directly from Sharp’s manuscripts, rather than from the printed page, thereby keeping the idiosyncrasies that are characteristic of Short’s singing.”

https://open.spotify.com/album/67EsXhxQNi2OWtMKgEGb8V

Short Sharp Shanties: Sea Songs of a Watchet Sailor, Vol. 1

2011

1. Sing Fare You Well -Keith Kendrick
2. The Blackball Line -Roger Watson
3. Mr Tapscott -Sam Lee
4. A Hundred Years on the Eastern Shore -Jeff Warner
5. Fire! Fire! -Jackie Oates
6. Hanging Johnny -Tom Brown
7. Rio Grande -Roger Watson
8. Cheerly Man -Barbara Brown
9. Poor Old Man (Johnny Come Down to Hilo) -Keith Kendrick
10. The Bully Boat (Ranzo Ray)-Tom Brown
11. Stormalong John (Stormy Along, John) -Jim Mageean
12. Blow Boys Blow (Banks of Sacramento) -Tom Brown
13. Carry Him to the Burying Ground (General Taylor) -Sam Lee
14. Bulgine Run (Let the Bulgine Run) -Barbara Brown
15. Shallow Brown -Jim Mageean
16. Won’t You Go My Way? -Jeff Warner
17. Blow Boys, Come Blow Together (Blow, Me Bully Boys, Blow) Keith Kendrick
18. Tommy’s Gone (Tommy’s Gone Away) -Jackie Oates

https://open.spotify.com/album/5GscZsXZ8JpSRiJorKlBnn

Short Sharp Shanties: Sea Songs of a Watchet Sailor, Vol. 2

2011

1. Rowler Bowler – Barbara Brown
2. Whisky Is My Johnny -Jim Mageean
3. So Early in the Morning -Jeff Warner
4. Boney Was a Warrior -Jackie Oates
5. Lucy Long -Tom Brown
6. Roll and Go (Sally Brown)– Roger Watson
7. Tom’s Gone to Ilo -Sam Lee
8. Huckleberry Hunting (Hilo Me Ranz)-Barbara Brown
9. Haul on the Bowline / Paddy Doyle / Johnnie Bowker -Keith Kendrick, Jim Mageean, Tom Brown
10. Santy Anna / Whip Jamboree -Roger Watson, Tom Brown
11. Good Morning Ladies All -Jeff Warner
12. Knock a Man Down -Sam Lee
13. Shanadore (Shenandoah) -Barbara Brown, Keith Kendrick
14. A-roving – Jim Mageean
15. Times Are Hard and Wages Low -Jeff Warner
16. I Wish I Was With Nancy -Tom Brown
17. One More Day -Keith Kendrick
18. Sweet Nightingale -Sam Lee, Jackie Oates

https://open.spotify.com/album/7zqTKVLClkaVNNaqkQeaYQ

Short Sharp Shanties: Sea Songs of a Watchet Sailor, Vol. 3

2012

1. Rosabella -Sam Lee
2. Dead Horse (Poor Old Man) – Keith Kendrick
3. Heave Away, My Johnny (We’re All Bound to Go) – Barbara Brown
4. Bully in the Alley – Tom Brown
5. Liza Lee (Yankee John Stormalong) – Jim Mageean
6. Hog-eyed Man – Jackie Oates
7. Old Stormey (Mister Stormalong) – Barbara Brown
8. The Bull John Run (Eliza Lee) – Sam Lee
9. Billy Riley – Jeff Warner
10. Handy My Girls (So Handy) – Keith Kendrick
11. Blow Away the Morning Dew– Jim Mageean
12. Rando (Reuben Ranzo) – Barbara Brown
13. Paddy Works on the Railway – Keith Kendrick
14. He Back, She Back (Old Moke Picking on the Banjo) – Jeff Warner
15. Round the Corner Sally – Jim Mageean
16. Do Let Me Go (Yeller Gals) – Jackie Oates
17. Haul Away Joe – Sam Lee
18. Lowlands (Dollar and a Half a Day) – Jeff Warner
19. Homeward Bound (Goodbye, Fare You Well) – Roger Watson
20. Crossing the Bar (Tennyson/Arbo) – Jeff Warner

FONTI (LINK)
https://mainlynorfolk.info/folk/records/shortsharpshanties.html
http://www.umbermusic.co.uk/SSSnotes.htm
http://brightyoungfolk.com/records/short-sharp-shanties-sea-songs-of-a-watchet-s-1
http://www.wildgoose.co.uk/displayAlbum.asp?PRODUCT_ID=203

http://www.folkworld.eu/56/e/book.html

HAUL AWAY JOE: THE HALYARD SHANTY

Una sea shanty che ha conosciuto un’enorme divulgazione grazie al film “The Finest Hours” di Craig Gillespie (in italiano “L’ultima tempesta” 2016) così come arrangiata dal gruppo irlandese Kodaline (Alternative rock): il film narra l’epico salvataggio della Guardia Costiera a Cape Code nella terribile tempesta del 18 febbraio 1952.

ASCOLTA Kodaline, la versione testuale è riscritta per il film


When I was a little boy
So my mother told me,
CHORUS
Way, haul away,
we’ll haul away Joe 

We’re loaded for a homeward bound,
we took it free and easy
Setting sail to new found lands,
the wind was high and breezy
We overcome and rose above
the storm that we were facing
Finally arriving home,
together warm and safely
CHORUS
We sail on,
we sail on
With the music playing free
Our spirits light and gay
We sail on today
CHORUS
Now up aloft this yard must go
We’ll pull her free and easy
traduzione italiano di Cattia Salto
Quando ero un ragazzo
così mia madre mi disse
CORO
Via, tira (1)
tiriamo tutti Joe

Abbiamo caricato per fare rotta verso casa,
ce la prendevamo comoda
a salpare verso la scoperta di nuove terre, il vento era teso
per vincere e superare la tempesta che avevamo di fronte
per arrivare finalmente a casa,
insieme, al caldo e in salvo.
CORO
Navighiamo,
navighiamo
con il canto che s’innalza liberamente
il nostro spirito sollevato e lieto
navighiamo oggi
CORO
E su in alto questo pennone deve andare facciamola andare a zonzo (2)

NOTE
1) alare è un termine marinaresco che significa “tirare una cima”
2) letteralmente libera e comoda

Della  versione “Haul Away Joe” si conoscono una ventina di versi, come collezionati da Stan Hugill

ASCOLTA The Clancy Brothers (belle immagini della Marina Americana nel 1800)

ASCOLTA Fisherman’s Friends, una versione da rudi marinai

ASCOLTA Mark Anthony Thompson in Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs, and Chanteys, ANTI 2006. L’interpretazione è decisamente riferita ai canti di lavoro afro-americani.. L’andamento è cadenzato e ipnotico quasi un lamento.


I
When I was a little boy(1)
So my mother told me,
Way, haul away, we’ll haul away Joe,
That if I did not kiss a girl
My lips would grow all moldy,
Way, haul away,
we’ll haul away Joe.

Way, haul away,
the good ship now is rollin,(2) 

Way, haul away, we’ll haul away Joe.
II
King Louis was the King of France
Before the Revolution,
And then he got his head cut off
It spoiled his constitution.
III
Now first I met a yankee girl (3)
and she was fat and lazy,
And then I met an irish girl,
she damn near drove me crazy 
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Quando ero un ragazzino (1)
così mia madre mi diceva, 
Via, tira, tiriamo tutti Joe
che se io non avessi baciato una ragazza, le mie labbra avrebbero fatto la muffa.
Via, tira, tiriamo tutti Joe
Via, tira
la bella nave ora sta rollando (2),
via, tira, tiriamo tutti Joe.

II
Re Luigi era il re di Francia
prima della Rivoluzione
e quando gli hanno tagliato la testa
gli rovinarono la costituzione.
III
Prima incontrai una ragazza (3) americana che era grassa e pigra,
e poi ho incontrato una ragazza irlandese che mi fece quasi impazzire

NOTE
1) lad
2) anche “we’ll haul away together.. we’ll haul for better weather” “Way haul away, well roll me in the clover”
3) oppure english, spanish o german irish o scotch ma anche cornish o brooklin (si sa che i marinai hanno una ragazza per ogni porto)

Strofa aggiuntiva
A hey cant you see the black clouds arising
A hey cant you see the storm clouds are gathering
Way haul away,
rock and roll me over

Way haul away,
well roll me in the clover

traduzione italiano di Cattia Salto
Non vedi i nuvoloni
che crescono,
le nuvole della tempesta che si stanno ammassando?
Via, tira
dacci dentro
Via, tira
rotolami nel trifoglio

La versione più irlandese aggiunge strofe riprese dalla canzone “St Patrick was a gentleman“ (vedi)


Saint Patrick was a gentleman.
He came from decent people.
He built a church in Dublin town
and on it put a steeple.
traduzione italiano di Cattia Salto
San Patrizio era un signore,
di onesta stirpe
a Dublino ha costruito una chiesa
e ci ha messo sopra un campanile.

LA VERSIONE DI JOHN SHORT

ASCOLTA Sam Lee in  Short Sharp Shanties : Sea songs of a Watchet sailor vol 3 (su Spotify) – non proprio certa di aver riportato il testo correttamente, perchè sbobinato dall’ascolto


I
Haul away haul away
haul away me Rosie
Way, haul away, haul away Joe,
First I had a german girl
and she was fat and greasy
Way, haul away, haul away Joe,
then I had a frenchie girl
she took life free and easy .
Oh you talk about your aver (1) girls
and round the corner Sally (2)
But they cannot come to tea
with the girls of Booble Alley (3)
Way haul away
haul away for rosie
II
Once I had a nice young girl
and she was all me only
I took her to the market
and sold her for a pony
I got myself a yankee girl
who was very sever
and then I had a spanish girl
who was a dandy devil
haul away haul away
haul away for rosie
III
Once I was in Ireland
digging turf and taties
now I’m on the limejuice (4) ship
hauling on the braces (5).
once I had an irish girls
she was slow and lazy
now I got me Rosie
and she near drive me crazy
haul away, haul away
haul away my rosie
IV
Once I had a little dog
and his nome was Tobby
and he bit and creak out to fall the little Rosie
now one pull up this yarm must go
We’ll pull her free and easy.
another pull and then belay
We’ll make it all so easy
haul away haul away
haul away for rosie
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Via, tira
tiriamo per Rosy
Via, tira, tira Joe
Una volta avevo una ragazza tedesca
ed era grassa e untuosa
Via, tira, tira Joe
e poi ho avuto una ragazza francese
che se la prendeva comoda
Parlate dello vostre ragazze del porto
e delle ragazze della costa est
ma non prenderebbero il tè
con le ragazze di Booble Alley
Via, tira
tiriamo per Rosy
II
Una volta avevo una brava ragazza
ed era solo mia
la portai al mercato
e l’ho venduta per un pony
avevo una ragazza americana
che era molto severa
e poi ho avuto una ragazza spagnola
che era  un diavolo azzimato
Via, tira
tiriamo per Rosy
III
Una volta ero in Irlanda
a raccogliere torba e patate
ma ora sono su una nave inglese
ad alare i bracci
Una volta avevo una ragazza irlandese
ed era grassa e pigra
ora ho la mia Rosie
e lei mi fa impazzire
Via, tira
tiriamo per Rosy
IV
Una volta avevo un cagnolino
di nome Tobby
e morse e abbaiò per far cadere la mia piccola Rosie
ancora un tiro, in alto questo pennone deve andare, lo alzeremo in un attimo
ancora un tiro e poi lasciare
lo faremo con facilità
Via, tira
tiriamo per Rosy

NOTE
1) scritto come aver o havre, anche harbour
2)  i marinai, per pigrizia mentale, danno alle loro “girls” un nome standard a seconda del posto dove vivono, così tutte le ragazze di Liverpool si chiamano Judy, tutte le ragazze australiane sono Sheila, tutte le donne dei mari caraibici e del Sud America sono Sally; per distinguere però le ragazze sulla costa ovest (considerate migliori) da quelle della costa est, le chiamano “Round the Corner Sally” perchè devono doppiare Capo Horn per andare a trovarle
3) strada rinomata per i suoi bordelli malfamati nel Mody Dick di Melville
4) oppure Yankee
5) braccio = cavo che regola orizzontalmente un pennone.

HAUL AWAY FOR ROSIE

A.L. Lloyd così commenta: “This was a favourite short-drag shanty, used almost exclusively for hauling aft the foresheet or sweating-up halyards to take in the slack—jobs that called for a short pull but a good ‘un. Well-known both to Briths and American seamen on the Western Ocean run, it is first-cousin to the better-known Haul Away, Joe. The tune carries a whole anthology of verses, some decorous, others not.” (tratto da qui)

ASCOLTA


CHORUS
away haul away
well haul away for rosie

way haul away well for rosie oh
king louie was the king of france before the revolution
(way haul away well for rosie oh)
but then he got his head cut off
and spoiled his constitution
When I was a little boy
my mother she told me
if i didnt kiss the girls
my lips would get all moldy
Once I had a chinese girl
as sweet as sugar candy
I lost her to a portugee dressed
just like a dandee.
And then I had a german girl
and she was fat and lazy
and then I had a yankee girl,
damn near drove me crazy
traduzione italiano di Cattia Salto
CORO
Via, tira
tiriamo per Rosy
tiriamo bene per Rosy oh
Re Luigi era il re di Francia
prima della Rivoluzione
( via tiriamo, tiriamo bene per Rosy oh)
e quando gli hanno tagliato la testa
gli rovinarono la costituzione.
Quando ero un ragazzino
mia madre mi disse che se non avessi baciato le ragazze, le mie labbra avrebbero fatto la muffa.
Una volta avevo una ragazza cinese
così dolce come lo zucchero
l’ho persa per portoghese vestito
proprio come un dandy.
E poi ho avuto una ragazza tedesca
grassa e pigra
e poi ho avuto una ragazza americana
che dannazione mi fece quasi impazzire

FONTI
http://www.contemplator.com/sea/hauljoe.html
http://www.contemplator.com/sea/joe2.html
http://www.acousticmusicarchive.com/haul-away-joe-chords-lyrics
http://www.artofmanliness.com/sea-shanty-haul-away-joe/ http://www.chivalry.com/cantaria/lyrics/haul_away_joe.html http://www.metrolyrics.com/haul-away-for-rosie-lyrics-lloyd.html
http://mainlynorfolk.info/louis.killen/songs/haulawayforrosie.html http://www.loc.gov/item/afc9999005.1910

NELSON BLOOD OR ROLL THE OLD CHARIOT ALONG

NELSON’S BLOOD è il curioso nome con cui viene indicato nel gergo marinaresco nientemeno che il Rum o più precisamente la sua versione diluita cioè il grog! L’origine del nome deriva da una leggenda:  Orazio Nelson (1758-1805) -il più giovane ammiraglio inglese, famoso per le guerre combattute contro Francia e Spagna-  colpito a morte da un fuciliere francese, al culmine della vittoriosa battaglia di Trafalgar che consegnò l’indiscusso primato dei mari alla Gran Bretagna (fino alla prima guerra mondiale), venne “conservato” in un barile di liquore dal 21 ottobre al 4 dicembre prima di poter ricevere gli onori della sepoltura di un eroe. Si mormora che alcuni marinai scontenti per la riduzione delle razioni quotidiane di rum, finirono per attingere alla bara temporanea di Nelson.. ancora più improbabile che una volta tolto il cadavere, il contenuto fosse bevuto alla salute di Nelson, infatti il miscuglio contenuto nella bara di piombo (e non il barile) dove venne deposto il corpo era composto da brandy (e non rum come da leggenda) canfora e mirra!

8570799_feb833b0_560

Di leggende come queste su Nelson ne circolano molte così Italo Ottonello ricorda che tra i cimeli conservati nel suo castello di Bronte c’è  “un servizio composto da caraffa e bicchieri, con cui Nelson brindò alla vittoria nella sua ultima battaglia” e la didascalia sotto la foto afferma: “Servizio con cui Nelson brindò alla vittoria di Trafalgar”. Mai Nelson avrebbe potuto brindare alla vittoria, perché moribondo, morì prima della fine della battaglia (senza peraltro sapere di aver vinto)” . Italo Ottonello ripercorre nel suo recente articolo pubblicato sulla Rivista Marittima (febbraio 2015) le ultime  vittorie di Orazio Nelson e in particolare l’ultima battaglia di Trafalgar (al quale si rimanda la lettura on-line qui) oppure da scaricare in pdf cliccando su: Come Lord Nelson si Scavò la bara di Italo Ottonello pubblicato in Rivista Marittima febbraio 2015

We’ll Roll the Old Chariot Along, Roll the Old Chariot e The Golden Chariot sono gli altri nomi con cui questo canto marinaresco (sea shanty) è conosciuto, le origini sono un po’ incerte, chi lo fa derivare da un brano spiritual, chi da un reel scozzese. La melodia è perfetta per il violino e la ascoltiamo nella versione di Ricky Jay & Richard Greene con il titolo The Fiddler ASCOLTA

Il testo è quanto mai standard nella sua ossatura e nello stesso tempo variabile all’infinito nella sua declinazione. Stampato in varie collezioni, nell’Oxford Song Book (1927) leggiamo un ampio assortimento di cibarie, nelle versioni selezionate per l’ascolto le opzioni preferite sono (a parte il grog) lo stufato irlandese e la notte sulla spiaggia (con le ragazze!)
Il coro ripete per tre volte  “we’ll ro-o-oll the old chariot along!” e ogni verso è chiuso con la frase “And we’ll all hang on behind!”, in alcune versioni non è però nominato il sangue di Nelson
ASCOLTA David Coffin


Oh, we’d be alright if the wind was in our sails (x 3)
And we’ll hang on behind
CHORUS:
And we’ll roll the golden chariot(1) along (x3) And we’ll hang on behind
Oh, we’d be alright if we make it round The Horn ..
Well a night on the town wouldn’t do us any harm ..
Now, another festival wouldn’t do us any harm ..
traduzione italiano di Cattia Salto
Andrà tutto bene se il vento gonfia le vele
e ci attaccheremo tutti dietro
CORO
Trascineremo insieme il carro dorato (1)
e ci attaccheremo tutti dietro
Andrà tutto bene
se doppieremo Capo Horn
Una notte in città
non ci farebbe male..
un altro festival
non ci farebbe male..

ASCOLTA Mystic Port Chanteymen versione shanty

Oh, a drop of Nelson’s blood wouldn’t do us any harm (x 3)
And we’ll hang on behind CHORUS:
And we’ll roll the old chariot(1) along (x3)
And we’ll hang on behind
Oh, a plate of Irish stew
Oh, a night on the shore

traduzione italiano di Cattia Salto
Una goccio di sangue di Nelson
non ci farebbe male (ripete 3 volte)
e ci attaccheremo tutti dietro
CORO
Trascineremo insieme il vecchio carro (1)
(ripete 3 volte) 

e ci attaccheremo tutti dietro
Un piatto di stufato irlandese..
Una notte sulla spiaggia ..

NOTE
1) anche scritto come gold chariot (in italiano il carro dorato)

ASCOLTA Big Al Davies versione popolare con arrangiamento strumentale

Che dopo la prima strofa in merito alla bevuta di Grog passano, con delle ottime immagini nel video a:
little glass of rum
plate of Irish stew
a night upon the shore
little drop of wine

ASCOLTA Capt’n. Black’s Sea Dogges in versione piratesca e tempo più veloce

Nelson’s blood
little glass of wine
little single malt
little mug of beer
little ? (sorry ma non capisco la pronuncia delle parole)
night with some girls
a plate of Irish stew (non dicono proprio Irish ..)
a night upon the shore

ASCOLTA Jarvis Cocker in Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2006
una versione rock un po’ “Pulp”, notevole nello strumentale finale l’aggiunta del vocalizzo che richiama l’eh op di quando si tira (o spinge)

Nelson’s blood
plate of Irish stew
night with some girls

ANELSONSLA RICETTA DEL COCKTAIL

Se la volete fare facile basta miscelare rum con porto rosso (pari quantità), oppure per qualcosa di un po’ meno strong sostituire al rum dello champagne (5 parti di champagne e 1 di porto rosso o anche invertire le dosi se si vuole una colorazione più rossa)

Ma la ricetta più cool è quella di Gerry Jobe che io vi do in versione occhiometrica

1 tazza da caffè di rum scuro
1 cucchiaio da minestra di succo di limone
1 cucchiaino da tè di succo d’arancia
1 cucchiaino da tè di succo d’arancia rossa
1 cucchiaino da tè rum bianco
1 cucchiaino da tè brandy

Mettere tutto nello shaker con il ghiaccio e shekerare servire in bicchieri da long drink con ghiaccio tritato e riempire con Ginger Beer.

FONTI
https://maritime.org/chanteys/roll-the-old-chariot-along.htm
http://www.shanty.org.uk/archive_songs/nelson-s-blood.html