Archivi tag: Robert Ford

JAMIE RAEBURN

Jamie Raeburn è una ballata scozzese ed è il lamento di un condannato mentre è deportato in Australia perchè costretto ai lavori forzati nelle colonie penali. Il testo della ballata è circolato sui broadside volanti tra il 1840-1850 ed è stato tramandato oralmente nell’ambito delle bothy songs, tant’è che è stata trascritta nella collezione di John Ord “Bothy Songs and Ballads.”
In ‘Vagabond Songs and Ballads of Scotland: With Many Old and Familiar Melodies‘ (1901) Robert Ford scrive ” The above was long a popular street song, all over Scotland, and sold readily in penny sheet form. The hero of the verses, in whose mouth the words are put, I recently learned on enquiry, through the columns of the Glasgow Evening Times, was a baker to trade, who was sentenced to banishment for theft, more than sixty years ago. His sweetheart, Catherine Chandlier, thus told the story of his misfortunes: “We parted at ten o’clock and Jamie was in the police office at 20 minutes past ten. Going home, he met an acquaintance of his boyhood, who took him in to treat him for auld langsyne. Scarcely had they entered when the detectives appeared and apprehended them. Searched, the stolen property was found. They were tried and banished for life to Botany Bay. Jamie was innocent as the unborn babe, but his heartless companion spoke not a word of his innocence.”

Tannahill Weavers in “Passage” 1984 (che omettono la VI strofa)

Ossian (voce Tony Cuffe) in “Light On a Distant Shore” ,1986 con coda finale The Broomielaw

ASCOLTA Ewan McLennan in ‘The Last Bird to Sing’ 2012. Mi piace il modo di cantare di questo giovane artista, un po’ vibrato, sempre intenso.

VERSIONE in John Ord
I
My name is Jamie Raeburn,
in Glasgow I was born
My place and habitation
I’m forced to leave with scorn
Frae my place and habitation,
it’s I must gang awa’
Far from the bonnie hills
and dales of Caledonia
II
It was early on one morning,
just by the break of day
The turnkey he came to us
and unto us did say
“Arise you hapless convicts,
arise you one and a’
This is the day you are
to stray from Caledonia”
III
We all arose, put on our clothes,
our hearts were full of grief
Our friends who stood around the coach could grant us no relief
Our parents, wives and sweethearts too, their hearts were broke in twa
To see us leave the hills and dales of Caledonia
IV
Farewell my dearest mother,
I’m vexed for what I’ve done
I hope none shall cast up to you
the race that I have run
I hope God will protect you when I am far awa’
Far from the bonnie hills and dales of Caledonia
V
Farewell, my honest father, you were the best of men
And likewise my own sweetheart, it’s Catherine is her name
No more we’ll walk by Clyde’s clear stream or by the Broomielaw
For I must leave the hills and dales of Caledonia
VI
If we ne’er meet on earth again, I hope we’ll meet above
Where hallelujahs will be sung to Him who reigns in love;
Nae earthly judge shall judge us then, but He who rule us a’.
Farewell to a’ the hills and dales of Caledonia.
traduzione italiano  Cattia Salto
I
Mi chiamo Jamie Raeburn
e sono nato a Glasgow
costretto a lasciare con disprezzo
il mio paese e la mia casa,
dal mio paese e dalla mia casa
devo andare via,
lontano dalle belle colline
e dalle valli della Scozia.
II
Era mattina presto
appena dopo l’alba,
il secondino è venuto verso di noi
e verso di noi disse
“Alzatevi detenuti sfortunati,
alzatevi uno per uno,
questo è il giorno in cui
lascerete la Scozia”.
III
Tutti ci alzammo, mettendoci i vestiti,
i nostri cuori erano pieni di dolore,
i nostri amici che si trovavano introno al carro, non ci potevano dare alcun conforto; i nostri genitori, le mogli e pure le fidanzate, i loro cuori erano a pezzi, nel vederci lasciare le colline e le valli della Scozia
IV
Addio mia cara madre,
sono tormentato da quello che ho fatto, spero che nessuno ti citerà[1]
i guai che ho passato,
spero che Dio ti proteggerà quando sarò lontano, lontano
dalle belle colline e dalle valli della Scozia.
V
Addio mio onesto padre, sei il migliore degli uomini
e addio anche alla mia fidanzata, si chiama Caterina:
non passeggeremo più per il limpido ruscello del Clyde o per il Broomielaw[2] , perchè devo lasciare le colline e le valli della Scozia.
VI
Se non ci incontreremo mai più sulla terra, spero ci incontreremo altrove, dove i salmi saranno cantati a Colui che regna in nome dell’Amore; nessun giudice terreno ci potrà giudicare allora, ma Colui che ci governa tutti. Addio a tutte le colline e alle valli della Scozia.

ulteriore versione qui
FONTI
http://digital.nls.uk/broadsides/broadside.cfm/id/16416 https://archive.org/details/raretunes_284_jamie-raeburn http://www.australia.gov.au/about-australia/australian-story/convicts-and-the-british-colonies http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=46759 http://www.tobarandualchais.co.uk/en/fullrecord/ 59447/9;jsessionid=40108615E495343C1FAE10EEBC54CB46

JOHNNY LAD

“Johnny Lad” è una vivace canzone d’amore tradizionale scozzese, una “street ballad” dalle origini antiche, localizzata nelle contee settentrionali della Scozia (Aberdeenshire), ma diffusa anche in Irlanda e a Capo Bretone. Esistono molte versioni testuali abbinate a diverse  melodie. Alle origini la melodia era una strathspey poi trasformata in una jig in 6/8.
Molte strofe sono state aggiunte negli anni del 1950 e si hanno anche diverse registrazioni collezionate da Hamish Henderson (1919-2002) folklorista e poeta, un bardo del popolo scozzese dell’era contemporanea. (qui)
Le fonti scritte principali per la parte testuale sono tre: Peter Buchan “Ancient Ballads and Songs of the North of Scotland”, 1828 (vedi archivio); Robert Ford  “Vagabond Song and Ballads of Scotland”; 1899-1904 John Ord “Bothy Ballads”, 1930

PRIMA VERSIONE: LA FILASTROCCA

Questa versione umoristica è una filastrocca senza senso, cantata anche dai bambini (vedere archivio lullaby-nursery rhyme)
ASCOLTA Ewan Mac Coll & Peggy Seeger


I
I bought a wife in Edinburgh
for a bawbee(1)
I got a farthing(2) back
to buy tobacco wi’
And wi’ you, and wi’ you,
and wi’ you my Johnny lad
I’ll dance(3) the buckles off my shoon(4)
for you my Johnny lad
II
Samson was a mighty man
and he fought wi’ a cuddie(5)’s jaw
He fought a thousand battles
wearin’ crimson flannel draws
III
There was a man o’ Nineveh (6)
and he was wondrous wise.
He louped intae a hawthorn bush
and scratched out baith his eyes.
IV
And when he saw his eyes wis out
he wis gey troubled then
So he louped(7) intae anither bush
and scratched them in again.
V
Napoleon was an emperor
and he ruled the land and sea
He ruled o’er France and Germany,
but he didn’t rule Jock McGhee
VI
As I was walk’n on Sunday
and there I saw the Queen
A playing at the football
with the lads on Glasgow Green
VII
The captain o’ the other side
was scorin’ with great style
The Queen she called a policeman
and had him thrown in jail
IX
Now, Johnny is a bonnie lad,
he is a lad of mine
I’ve never had a better lad
and I’ve had twenty-nine (7)
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Ho comprato una moglie a Edimburgo
per sei penny (1)
e ho ricevuto in resto un quarto di penny (2) per comprare del tabacco
E con te, e con te e con te  Johnny ragazzo mio ballerò finché mi cascheranno le fibbie dalle scarpe (4),
per te Johnny ragazzo mio
II
Sansone era un uomo potente e ha combattuto con la mascella d’asino (5), ha combattuto centinaia di battaglie
indossando mutandoni di flanella rossa
III
C’era un uomo di Ninive (6)
e lui era un mirabile saggio
si gettò in un cespuglio di biancospino
e si graffiò entrambi gli occhi
IV
E quando vide i suoi occhi graffiati
allora iniziò a preoccuparsi,
così si gettò in un altro cespuglio
e li graffiò di nuovo
V
Napoleone era un imperatore
e governò mari e monti
governò sulla Francia e la Germania,
ma non comandò su Jock McGhee
VI
Mentre passeggiavo di domenica
vidi la Regina
giocare a calcio
con i ragazzi sul prato di Glasgow
VII
Il capitano della squadra avversaria
stava segnando con grande stile,
la Regina chiamò un poliziotto
e lo fece gettare in prigione
IX
Ora Johnny è un bel ragazzo,
è il ragazzo che fa per me
non ho mai avuto un ragazzo migliore
e ne ho avuti 29 (7)

NOTE
1) bawbee=six pence Scots
2) farthing=a quarter of a penny
3) dance oppure drink
4) shoon=shoes. Nel linguaggio popolare ogni riferimento alle fibbie delle scarpe ha un che di allusivo all’atto sessuale
5) cuddies’=horses’. Nella Bibbia è citata come mascella d’asino
6) non è ben chiaro il riferimento bilico, Ninive era la capitale del regno assiro sede del Tempio di Ishtar, la dea assiro-babilonese dell’amore e della guerra. Nel 612 a.C. la città venne distrutta e ridotta a misero villaggio semidisabitato (oggi sito archeologico nei pressi di Mossul). La Bibbia condanna la città alla desolazione
7) la strofa è ripresa anche nella seconda versione

SECONDA VERSIONE: BOTHY BALLAD

lovers-observed-dettaglioLa canzone è spesso collezionata tra le “bothy ballads” ossia le canzoni popolari composte e cantate dai braccianti agricoli per passare in allegria la serata nel loro dormitorio (in scozzese “bothy”).

Anche  questa versione è stata registrata da Ewan MacColl nell’album Classic Scots Ballads (1956 ) e in Popular Scottish Songs (1962)
ASCOLTA Whirligig dal repertorio del violinista popolare Paddy Glackin

ASCOLTA Sharon Knight

I
Oh ken ye my love Johnny
He’s down on yonder lea(1),
And he’s looking and he’s jouking(2)
And he’s aye watching me,
He’s pullin’ and he’s teasin’
But his meanin’s not so bad
Gin it’s ever goin’ to be
Tell me noo, Johnny lad (3)
CHORUS (4)
Tell me noo my Johnny laddie
Tell me noo my Johnny lad
If it’s ever goin’ to be
Tell me noo, Johnny lad.
II
When the sheep are it he fauld
and the kye(5) are in the byre
There’s other lads and lasses sitting ‘round a roaring fire
There’s me a glaiket(6) lassie,
just like’s gin I wis mad (7)
Through the nooks and barley stalks
A-jinking (2) you my Johnny lad
CHORUS
Jinkin (2) you my Johnnie laddie
Jinkin you my Johnnie lad
Through the nooks an barley stooks(8)
I’m jinkin you Johnnie lad
III
Oh’s Johnny blythe(9) and bonny,
He’s the pride of all yon lea
And I love him best of honey (10)
Though he’s aye teasin’ me
Though he teases me and squeezes me
And tickles me like mad,
Nane comes near me that can cheer me
Like my ain Johnny lad.
CHORUS
Aye it’s you, my Johnny laddie
Aye it’s you my Johnny lad
Nane can tease me and can please me
Like my own Johnny lad.
IV
Oh, Johnny’s not a gentlemen
Nor yet is he a laird(11),
But I would follow Johnny
Although he was a caird(12).
Oh Johnny is a a bonnie lad
He was ainst a lad of mine,
And I’ve never had a better lad
Though I’ve had twenty-nine.
CHORUS
And with you, my Johnny laddie
And with you my Johnny lad,
And I’ll dance the buckles off my shoon(14),
With you, Johnny lad.
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
Sapete Johnny l’amore mio
è là nel villaggio,
mi guarda e mi stuzzica
e i suoi occhi mi fissano,
mi guarda e mi stuzzica,
ma non ha cattive intenzioni;
verrà mai il giorno
dimmelo mio Johnny (3)
CORO (4)
Dimmelo Johnny ragazzo mio,
dimmelo Johnny ragazzo mio,
verrà mai il giorno?
Dimmelo adesso Johnny
II
Quando le pecore sono nell’ovile
e le mucche nel recinto
e i ragazzi e le ragazze sono seduti
accanto al fuoco ardente,
ecco che io ragazzaccia (6)
in un impeto di follia
dietro ai covoni di grano
ti sedurrei, mio Johnny
CORO
A tentarti Johnny ragazzo mio,
A tentarti Johnny ragazzo mio
dietro ai covoni di grano
ti tenterò Johnny
III
Oh Johnny è allegro e bello
è l’orgoglio del villaggio
e lo amo più del miele (10)
anche se mi stuzzica,
mi provoca e mi pizzica,
mi fa il solletico da pazzi,
ma nessuno mi mette tanto di buon umore,
quanto il mio Johnny quando è vicino
CORO
Sempre sei tu Johnny ragazzo mio,
sempre sei tu mio Johnny 
nessuno  mi può tentare e divertire
come il mio Johnny
IV
Oh Johnny non è un signore
anche se è un Laird (11)
ma seguirei il mio Johnny
anche se fosse un mandriano.
Johnny è un bel ragazzo
è il ragazzo che fa per me
non ho mai avuto un ragazzo migliore
nei miei 29 anni (13)
CORO
E con te mio caro Johnny ragazzo mio
con te mio Johnny
ballerò finché mi cascheranno le fibbie delle scarpe (14),
con te Johnny

NOTE
1) Lea: open grassland
2) Joukin, jookin: ducking out of sight; anche teasing: il significato manifesto è quello della seduzione
3)  nella versione dei Whirligig  la strofa dice
“Do you know my Johnny
he is down on yonder lee
and he’s creeping ‘round and sneaking
and he’s aye watching me
I tell him I’ve no love for him and that I never had
still there’s nane on earth can cheer me
like me own Johnny Lad”
4) nella versione dei Whirligig  il coro dice
And it’s you my johnny laddie
aye it’s you my johnny lad
nane come near me that can cheer me
like me own Johnny Lad
5) Kye; cattle
6) Glaikit: antico termine scozzese per “silly” nel significato di volubile e frivola, una ragazza capricciosa; in altre versioni dice “Glasgow lassie”
7) oppure “just as lack as it I’s mad”, “Just like as I was mad”
8) Stooks: sheaves of corn set up to stand together and dry
9) Blythe: blithe, cheerful; anche light
10) oppure of any
11) Laird: è un termine tipico scozzese per indicare un proprietario terriero con una serie di affittuari di cui è il capo, un titolo inferiore a Lord ma pur sempre della gentry
12) Caird: tinker (dal gaelico cea`rd, a craftsman)
13) non so se si riferisca al numero di ragazzi o alla sua età!
14) Shoon: shoes. Nel linguaggio popolare ogni riferimento alle fibbie delle scarpe ha un che di allusivo all’atto sessuale.

Hey how my Johnny lad di Robert Burns seconda parte

FONTI
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/johnnylad.html
http://ingeb.org/songs/iboughta.html
http://www.rampantscotland.com/songs/blsongs_johnnylad.htm
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=7570
http://sangstories.webs.com/johnnielad.htm http://books.google.it/books?id=aVkOAAAAYAAJ&pg=PA444&redir_esc=y#v=onepage&q&f=false