Archivi tag: homeward bound

ONE MORE DAY

Un canto marinaresco per vari usi di cui si conoscono svariate versioni, per lo più cantato durante il  viaggio di ritorno. Hugill says, “Terry and Sharp give it as capstan; Bullen and Whall as halliards; Davis and Tozer as pumps, and Miss Colcord as windlass or capstan.” Short was very definite about how he used it—“Mr. Short told me he always used this as a capstan or windlass-chantey” and, strangely, he gave Sharp ‘outward bound’ verses rather than the ‘anticipating arrival’ verses one might expect. (tratto da qui)

Stan Hugill presume che l’origine del sea shanty provenga dagli States del Sud probabilmente su quelle navi che facevano la spola lungo i fiumi per via di quel “rock & row me over”
ASCOLTA Assassin’s Creed


Oh, have you heard the news,
me Johnny
One more day
We’re homeward bound tomorrow
One more day
Only one more day, me Johnny
One more day
Oh, rock and roll me over (1)
One more day
Don’t you hear the old man growlin’
Don’t you hear the mate a howlin’
Don’t you hear the caps’n pawlin’ (2)
Don’t you hear the pilot bawlin’
Only one more day a-howlin’
Can’t you hear the gals a-callin’
Only one more day a-rollin’
Can’t you hear the gulls a-callin’
Only one more day a-furlin’
Only one more day a-cursin’
Oh, heave and sight the anchor, Johnny
For we’re close aboard the port, Johnny
Only one more day for Johnny
And your pay-day’s nearly due, Johnny
Then put out your long-tail (3) blue, Johnny
Make your port and take your pay, Johnny
Only one more day a-pumpin’, Johnny
Only one more day a-bracin’
Oh, we’re homeward bound today, Johnny
We’ll leave her without sorrow, Johnny
Pack your bags today me Johnny
Oh, an’ leave her where she lies, Johnny
Only one more day a-workin’, Johnny
Oh, come rock ‘n’ roll me over
No more gales or heavy weather
Only one more day together
Traduzione italiano di Cattia Salto
Hai sentito le notizie,
mio Johnny
ancora un giorno
saremo di ritorno domani
ancora un giorno
solo un giorno ancora mio Johnny
ancora un giorno
mettiamocela tutta (1)
ancora un giorno
Non senti il vecchio brontolare
Non senti il primo sbraitare.
Non senti la castagna dell’argano (2)
Non senti il timoniere urlare.
solo un giorno ancora ad alare.
Non senti le ragazze che chiamano
solo un giorno ancora in mare.
Non senti il richiamo dei gabbiani
solo un giorno ancora e ammainiamo.
Solo un giorno ancora di accidenti
pronti a issare a vista l’ancora
marinaio.
Perché siamo vicini al porto
marinaio
solo un giorno ancora per Johnny.
Arriverà il momento della paga Johnny
e metterai la tua marsina blu con le falde (3) Johnny.
Attracca e prendi la paga
Johnny
solo un giorno ancora alle pompe
Solo un giorno ancora a bracciare (4)
saremo di ritorno oggi
Johnny.
La lasceremo senza rimpianti
Johnny
fai il tuo bagaglio oggi mio Johnny.
Lasciala dove è
Johnny
solo un giorno ancora di lavoro Johnny
muoviamoci.
Niente più bufere o brutto tempo
solo un giorno ancora insieme

NOTE
1) rock and roll (rock and row me over): l’origine del termine è marinaresca tra gli ordini nelle sea shanty anche se può voler dire molte cose: in questo contesto probabilmente significa darsi una mossa, darsi da fare
2) il sistema d’arresto dell’avvolgimento di una cima che produce un suono caratteristico
3) la marsina è un abito maschile da cerimonia con falde a coda di rondine già di moda nel 700
4) bracciare: ciascuna delle manovre che servono a cambiare l’orientamento dei pennoni per disporli secondo quanto richiesto dall’andatura della nave, ossia dalla direzione del suo moto rispetto a quello del vento

LA VERSIONE FOLK

ASCOLTA Bella Hardy


Have you heard the news, Charlie?
One more day
We’re homeward bound tomorrow
One more day
Only one more day, Charlie
Only one more day
Oh rock and roll me over, Charlie
One more day
Heave and sight the anchor, Charlie (x2)
I’m bound away to leave you, Charlie
But I will not deceive you
Traduzione italiano di Cattia Salto
Hai sentito le novità Charlie
ancora un giorno
saremo di ritorno domani
ancora un giorno
solo un giorno ancora Charlie
solo un giorno ancora
mettiamocela tutta  (1) Charlie
ancora un giorno
pronti a issare a vista l’ancora Charlie
sto per partire e lasciarti Charlie
ma non ti dimenticherò

FONTI
http://shanty.rendance.org/lyrics/showlyric.php/onemore
http://www.contemplator.com/sea/onemore.html
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/onemoreday.html
http://www.mudcat.org/thread.cfm?threadid=21918
http://www.mudcat.org/thread.cfm?threadid=2896

SPANISH LADIES WITH ROYAL NAVY

Spanish Ladies” al plurale, ovvero “Farewell and Adieu to You“, è un sea shanty (canto di lavoro) di quelli che si cantavano sulle navi mercantili inglesi per coordinare le manovre durante il sollevamento dell’ancora; questo in particolare era intonato dallo shantyman durante il viaggio di ritorno (homeward bound).

Il canto viene fatto risalire all’epoca di Napoleone quando Inghilterra e Spagna furono temporaneamente alleate contro la Francia rivoluzionaria (1793-1796): una canzone che dalla Royal Navy è passata ai mercantili e alle baleniere in rotta verso l’America.
Come riportato nell'”Oxford Book of The Sea Song“, (Roy Palmer 1986) il testo di “Spanish Ladies” si trova trascritto sul giornale di bordo della Nellie nel 1796 ed è tra i più vecchi sea shanties conosciuti. Molti sostengono che la Marina Inglese non avrebbe mai permesso ai marinai di cantare durante il lavoro e così ad esempio nel film “Master and Commander” i marinai la cantano di sera durante il loro “tempo libero”.

LA MELODIA
ASCOLTA Bill Frisell in Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2006

Spanish lady” (al singolare) è invece il titolo di una canzone popolare diffusa in Irlanda, Inghilterra, e Scozia riconducibile sicuramente al 1700. (vedi)

LA VERSIONE ROYAL NAVY

ASCOLTA forse il più cliccato video di Spanish Ladies

ASCOLTA The Conorach in 42 Days / Patriot’s Song (2010)

ASCOLTA Robert Shaw con molte immagini della Royal Navy all’epoca napoleonica, per quanto io non sia un amante delle corali devo dire che questa versione è molto “epica”

ASCOLTA Sarah Blasko ottima interpretazione della cantautrice australiana


I)
Farewell and adieu
to you, Spanish ladies,
Farewell and adieu
to you, ladies of Spain,
For we’ve received orders
for to sail for old England,
And we may never see you
fair ladies again.
(Chorus)
We will rant and we’ll roar
like true British sailors,
We’ll rant and we’ll roar
all on the salt seas.
Until we strike soundings(1)
in the channel of old England,
From Ushant to Scilly(2)
is thirty-five leagues.
II)
We hove our ship to,
with the wind at sou’west, boys
We hove our ship to,
deep soundings to take.
Twas forty-five fathoms
with a white sandy bottom,
So we squared our main yard
and up channel did steer.
III)
The first land we sighted
was called the Dodman
Next Rame Head off Plymouth, Start, Portland and Wight;
We sailed by Beachy,
by Fairlight and Dover,
And then we bore up for the South Foreland light(3).
IV)
Then the signal was made
for the grand fleet to anchor
And all in the Downs(4)
that night for to lie;
Let go your shank painter(5),
let go your cat stopper
Haul up your clewgarnets,
let tacks and sheets fly!(6)
V)
Now let every man drink
off his full bumper,
And let every man drink off
his full glass,
We’ll drink and be jolly
and drown melancholy,
And here’s to the health
of each true-hearted lass!
Traduzione italiano di Cattia Salto
I)
Arrivederci e Addio
a voi, Donne Spagnole
arrivederci e addio
a voi donne della Spagna
perchè noi abbiamo ricevuto gli ordini di salpare per la vecchia Inghilterra
e non potremo più rivedervi belle signore!
CORO
Sbraiteremo e faremo fracasso
come veri marinai inglesi
Sbraiteremo e faremo fracasso
sul mare salato
finchè getteremo lo scandaglio(1)
nel canale della vecchia Inghilterra
da Ouessant a Scilly (2)
sono 35 leghe

II)
Manovrammo la nave con il vento a sud ovest, ragazzi
Manovrammo la nave per misurare con lo scandaglio
erano 45 braccia con un fondo arenoso così raddrizzammo la vela maestra
e per il canale navigammo
III)
La prima terra che avvistammo
era detta Dodman
la successiva Rame Head
al largo di Plymouth, Start, Portland e Wight; navigammo da Beachy,
Fairlight e Dover
e ci portammo ai Fari di South Foreland(3)
IV)
Allora il segnale fu dato
alla grande flotta all’ancora
e tutti nel Down(4)
quella notte erano di riposo
“Liberate il cavo dell’ancora(5),
abbassate il cavo dell’ancora,
issate le vele”(6)
V)
Che ogni uomo beva
il suo boccale pieno
che ogni uomo beva
il suo bicchiere pieno,
berremo e ci divertiremo
e annegheremo la malinconia
alla salute di ogni ragazza innamorata.

NOTE
1) evidentemente c’era la nebbia e il comandante non poteva stabilire la latitudine a vista così si rilevava la profondità del fondo sabbioso
2) Ouessant l’isoletta francese al largo della Bretagna e le isole Scilly al largo della costa sud-occidentale dell’Inghilterra segnano il confine del Canale della Manica nella sua linea di contatto con l’Oceano Atlantico
3) fari non più attivi nelle vicinanze di St Margaret-at-Cliffe, sulla scogliera di South Foreland, parte delle scogliere di Dover, che si affaccia sul punto più stretto del Canale della Manica
4) Con la parola Downs (in italiano Dune) si indica un tratto di mare al largo della costa del Kent appena oltre alla foce del Tamigi: The Downs was a nineteen-kilometre (twelve-mile) long, and approximately five-kilometre (three-mile) wide stretch of water that ran from the North Foreland at Ramsgate to the South Foreland at Hope Bay along the east coast of Kent behind the “fatal” Goodwin Sands.(in R.M. Ballantyne, The Floating Light of the Goodwin Sands, (1870). Era una base per le navi da guerra inglesi che pattugliavano il Mare del Nord

river-thames-and-estuary
5) The “Shank painter” secures the anchor’s shank outside of the foremast rigging (shrouds and backstays) letting the shank painter go lets the anchor swing from the cathead
6) sono una serie di ordini per governare la nave dati in gergo marinaresco

LA VERSIONE BALENIERI

La versione è stata adattata dai marinai imbracati sulle baleniere di stanza a New Bedford, il grande centro baleniero sull’Atlantico

ASCOLTA Paul Clayton 1954


I)
Farewell and adieu
to you Spanish ladies
Farewell and adieu
to you ladies of Spain
Our captain’s commanded
we sailed for New England
But we hope in a short time
to see you again
CHORUS
We’ll rant and we’ll roar
like New Bedford whalers
We’ll rant and we’ll roar
on deck and below
Until we sight the New Bedford Light
Then straight down the Channel to anchor we’ll go
II)
We hove our ship to with the wind from the sou’west
We hove our ship to for to strike soundings clear
Then we filled our main topsail and bore right away, boys
And right up the Channel our course we did steer
III)
Now let every man toss
up a full bumper
And let every man toss
up a full glass
And we’ll drink and be jolly
and drown melancholy
Saying – Here’s a good health to each true-hearted lass
Traduzione italiano di Cattia Salto
I)
Arrivederci e Addio
a voi, Donne Spagnole
arrivederci e addio
a voi donne della Spagna
il nostro capitano ha dato l’ordine
di salpare per la Nuova Inghilterra
ma speriamo di rivedervi a breve!
CORO
Sbraiteremo e faremo fracasso
come balenieri di New Bedford
Sbraiteremo e faremo fracasso
sopra e sotto il ponte
finchè vedremo il faro di New Bedford poi andremo ritti per il canale a gettare l’ancora

II)
Manovrammo la nave con il vento da sud ovest,
Manovrammo la nave per misurare con lo scandaglio
poi dispiegammo le nostre vele e filammo dritti, ragazzi
e proprio verso il canale orientammo la rotta
III)
Che ogni uomo beva
il suo boccale pieno
che ogni uomo beva
il suo bicchiere pieno
berremo e ci divertiremo
e annegheremo la malinconia
alla salute di ogni ragazza innamorata.

FONTI
http://mightyseas.perso.sfr.fr/marhist/furness/duddon/nellie_bywater.htm http://rock.genius.com/Naval-songs-spanish-ladies-lyrics http://www.jsward.com/shanty/SpanishLadies/hugill.html http://hallnjean.wordpress.com/sailors-worlds/introductory-remarks-on-observing-%E2%80%98this-part-of-the-world%E2%80%99-past-perceptions-and-present-viewpoints/%E2%80%98north-about%E2%80%99-from-%E2%80%98london-river%E2%80%99/
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=49621
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=7339

(Cattia Salto ottobre 2014)

HOMEWARD BOUND

C’erano dei canti speciali che i marinai intonavano quando levavano l’ancora per l’ultima volta prima di salpare diretti a casa! Per l’occasione si svolgeva anche una piccola cerimonia con cui la nave avvisava tutte le altre che stava per ritornare a casa!

LA CERIMONIA “SALPANCORA VERSO CASA”

..”il salpancore prende a girare sferragliando, seguendo il coro dei marinai, che cantano homeward bound. «l’ancora è a picco, signore!», grida il «primo» – «Salpa!» – «aye, aye, sir!». dopo qualche lungo e vigoroso strappo, la cicala dell’ancora appare fuori dell’acqua. «capona!». il tirante del paranco di capone è disteso in coperta e tutto l’equipaggio vi si allunga sopra. «hurrà, per l’ultima volta», grida il «primo», e l’ancora raggiunge la gru di capone sull’aria di Time for us to go!, con l’allegro accompagnamento del coro.
Appena l’ancora arriva a bordo, ogni nave, a turno, l’acclama con tre urrà, augurando un rapido viaggio, e la nave così incitata replica a ogni saluto con un solo grido. il boato degli urrà giunge sull’acqua molto allegramente, mentre la vista degli equipaggi di tante navi, in piedi sulle pazienze e sui parasartie a sventolare i cappelli mentre inneggiano, è emozionante e piacevole. Tutto è fatto in fretta, è «davvero» l’ultima volta prima del ritorno. Si avventano le vele di prora, e la nave comincia ad avanzare nell’acqua, iniziando così il suo lungo viaggio verso casa. (Italo Ottonello)

capstan_shanty

GOOD BYE, FARE THEE WELL

Un canto marinaresco mentre si lavora all’argano per far sollevare l’ancora (sea shanty). Nelle note di commento all’album “Windy Old Weather” (1960) Bob Roberts scrive “This is a capstan shanty used when getting up anchor for the last time in a foreign port. (Windlasses replaced capstans about 1860). Sometimes a ceremony rather like “The Dead Horse” was carried out the night before sailing. A blazing tar barrel was hoisted aloft and the homeward bound vessel serenaded the others with singing and cheering. The following day this shanty was sung and on a sailing ship it might be a year or more before the sailors finally reached home.”

ASCOLTA Black Flag in Assassin’s Creed

ASCOLTA Troy Banarzi (in War Thunder Pirates) una pregevole tessitura musicale con la chitarra classica (che occhieggia agli arrangiamenti barocchi per liuto) viene ripresa dal violino tra una strofa e l’altra

Hey boys! Oh, don’t yiz hear the old man(1) say?
Goodbye, fare-ye-well!
Goodbye, fare-ye-well(2)!

Oh. Don’t yiz hear the old man say?
Hoor-raw me boys! We’re homeward bound!
We’re Homeward bound to Liverpool Town,
Where all them judies(3), they will come down
An’ when we gits to the Wallasey Gates(4)
Sally an’ Oily for their flash men do wait
An’ one to the other ye’ll hear them say,”Here comes Johnny with his fourteen mont’s pay!”
We meet these fly gals an’ well ring the ol-bel(5)
With them judies, we’l raise merry hell
We’re homeward bound to the gals o’ the tom
And stamp(6) up me bullies an’ heave it around
An’ when we gits home, boys, oh, won’t we fly round.
Well heave up the anchor to this bully sound
We’re all homeward bound for the old backyard.
Then heave, me bullies, we’re all bound homeward
Heave with a will boys, oh, heave long an’ strong.
Sing a good chorus for tis a good song
“We’re homeward bound”, well have yiz to know.
An’ over the water to England must go!
tradotto da Cattia Salto
Ehi ragazzi sentito quello che dice il vecchio capitano(1)?
arrivederci, addio(2)
arrivederci, addio
Non sentite cosa dice il vecchio?
Urrà, ragazzi, siamo facendo rotta verso casa.
Stiamo facendo rotta verso la città di Liverpool
dove tutte quelle ragazze(3) ci daranno il bentornato
e allora andremo
ai Wallasey Gates
con Sally e Oily che aspettano i loro innamorati
e l’una con l’altra le sentirete dire
“Ecco che viene Johnny con la paga di 14 mesi”
Incontreremo queste ragazze toste
e suoneremo per bene la vecchia campana(5), con quelle ragazze faremo un bel putiferio !
Stiamo facendo rotta verso le ragazze della città,
così pestate(6) e spingete in tondo miei bravi
e quando ritorniamo a casa, ragazzi non vorremo più fare vela.
Alzeremo l’ancora con questo canto da bravi.
Stiamo facendo rotta verso il vecchio cortile
così spingete ragazzi stiamo facendo rotta verso casa
spingete di buona lena, ragazzi, spingete tanto e con forza,
fate un bel coro per questa bella canzone.
‘Siamo diretti a casa’, lo abbiamo detto, e per mare dobbiamo raggiungere l’Inghilterra.

NOTE
1) il comandante della nave chiamato così nel gergo dei marinai anche se era un giovane uomo
2) oppure  “I hope you travel well
3) termine con cui erano chiamate le ragazze di Liverpool
4) oppure “we get to the old Mersey Bar” che non era un bar di Liverpool ma una serie di banchi di sabbia particolarmente insidiosi nei pressi di Liverpool
5) l’espressione to ring the old bell  assume molti significati a seconda del contesto
6) Gli shanty all’argano hanno ritmi regolari e di solito raccontano delle storie, a causa del tempo (anche ore), necessario per salpare l’ancora. i marinai riprendono slancio battendo il piede sul ponte a certe parole; da qui il nome di shanty «pesta e vai» (stamp and go).
(Italo Ottonello)

ASCOLTA Louis Killen in “Farewell Nancy: Sea Songs and Shanties” 1964 (Dave Swarbrick al violino)

Oh, we’re homeward bound to Liverpool town,
Goodbye fare the well,
goodbye fare the well,
Well them Liverpool judies they are welcome down,
Hurrah, me boys, we’re homeward bound!
Them gals there on Lime Street we soon hope to meet,
And soon we’ll be a-rolling both sides of the street.
We’ll meet those fly girls and we’ll ring the old bell,
With them judies we’ll meet there we’ll raise bloody hell.
Then I’ll tell me old women when I gets back home,
The gals there on Lime Street won’t leave me alone.
We’re homeward bound, to the gals of the town,
So stamp up, me bullies, and heave it around.
Oh, we’re homeward bound, we’ll have yiz to know,
And over the water to Liverpool we’ll go.
tradotto da Cattia Salto
Stiamo facendo rotta verso la città di Liverpool
arrivederci, addio
arrivederci, addio
quelle ragazze di Liverpool ci daranno il bentornato
Urrà, ragazzi, stiamo facendo rotta verso.
Quelle ragazze di Lime Street speriamo di vedere presto
e presto staremo a passeggio su entrambi i lati della strada. Incontreremo quelle ragazze toste e suoneremo la vecchia campana,
con quelle ragazze ci incontreremo e faremo un putiferio!
Dirò alla mia vecchia quando sarò di ritorno a casa
che le ragazze di Lime Street non mi vogliono lasciare solo!
Siamo diretti a casa, dalle ragazze della città ,
così pestate e e spingete in tondo miei bravi
‘Siamo diretti a casa’, lo abbiamo detto, e per mare dobbiamo raggiungere Liverpool

FONTI
http://www.shanty.org.uk/archive_songs/goodbye-fare-thee-well.html
http://www.boundingmain.com/lyrics/goodbye_farewell.htm http://mainlynorfolk.info/louis.killen/songs/goodbyefaretheewell.html