Archivi tag: among the Heather

BRAW LADS O’ GALLA WATER

“Braw Lads O’ Galla Water”, “Galla Water”, “Gala Water” o “Braw, braw Lads(lassie)” sono vari titoli per la stessa canzone tradizionale scozzese. Il Gala Water è  un fiume del Border scozzese che nasce dalle Moorfoot Hills e confluisce nel Tweed vicino a Melrose attraversando le contee di Edimburgo, Selkirk e Roxburgh, una percorso serpentino e ameno tra ampi tratti di pascolo. Galashiels (Gala) è una città nella contea di Selkirk sul fiume Gala famosa per le sue produzioni tessili; la canzone è cantata immancabilmente in occasione del Braw Lads Gathering una sorta di rievocazione dei momenti storici salienti vissuti dalla cittadina, che si svolge a fine maggio e per buona parte di giugno (vedi).

Dapprima Robert Burns inviò una versione tradizionale all’editore Johnson per la pubblicazione sullo ‘Scots Musical Museum‘ (Vol II 1788) la quale versione è pressochè identica a quella pubblicata da David Herd una decina d’anni prima (Ancient and Modern Scottish Songs Vol II 1776). Poi lo stesso Burns rielaborò la poesia in una ulteriore versione inviata all’editore George Thomson che venne data in stampa nel 1793 (in Select Collection of Original Scottish Airs for the Voice) con l’arrangiamento di Joseph Haydn (Hob. XXXIa:15ter)

Gala-Water-from-The-Poems-of-Robert-Burns-by-Joan-Hassall

Della canzone esistono molte versioni testuali abbinate ad un paio di melodie, si tratta della canzone di una pastorella innamorata di un bel ragazzo di Gala, che decide di andare a vivere con lui. In alcune versioni si descrive una sorta di incontro “galante” tra i due, e in effetti la canzone si inserisce nel filone degli incontri romantici “among the Heather” tra procaci pastorelle e baldi giovanotti; questa storia però è la storia di un’unione matrimoniale, un tempo il matrimonio per amore era privilegio della povera gente , mentre la gente bene si sposava per convenienza (e una ragazza senza dote difficilmente riusciva a sposarsi, se non era più che bella).
Tra poveri non c’era nemmeno bisogno del consenso dei reciproci genitori, bastava dar seguito ad una promessa di matrimonio (lo scambio dei voti in un boschetto.. con un rapporto sessuale completo) e/o alla coabitazione. E ovviamente nessuna festa pubblica con amici e parenti.

Ossian in “St Kilda Wedding” Iona Records, 1978 versione testuale ripresa dagli Old Blind Dogs nel loro New tricks (1992) (da ascoltare su Spotify)


I
Oh braw(1), braw lads o’ Gala Water
Bonnie lads o’ Gala Water
Let them a’ say whate’er they may
__ as I tae Gala Water
Braw, braw bonnie lads O
II
It’s ower yon moss an’ ower yon moor
Ower yon bonnie hill o’ heather
Let them a’ say whate’er they may
__ as I tae Gala Water
Braw, braw bonnie lads O
III
It’s lords an’ lairds(5) cam here tae woo
An’ gentlemen wi’ sword(6), aye an’ dagger
But the black-eyed lads o’ Galashiels(7)
Will hae nane but the gree(8) o’ Gala Water,
Braw, braw bonnie lads O
IV
Fareweel tae you, proud Galashiels
Fareweel, my mither an’ my faither
I’ll awa’ wi’ the black-haired lad
That keeps his sheep on Gala Water
Braw, braw bonnie lads O
V
Ower yon moss an’ ower yon moor
Ower yon bonnie hills sae drearie
The lassie lost her silken snood(10)
Gar’d(12) her greet, for she was wearie
Braw, braw bonnie lads O
tradotto da Cattia Salto
I
Bei ragazzi del fiume Gala,
graziosi ragazzi del fiume Gala,
che dicano ciò che possono
– mentre io vado al fiume Gala,
Bei ragazzi del fiume Gala.
II
E’ per quella torbiera, per quella brughiera, per quella bella collina d’erica che dicano ciò che possono,
– mentre io vado al fiume Gala,
Bei ragazzi del fiume Gala.
III
Signori e laird son venuti qui per corteggiare
e cadetti con la spada e un pugnale,
ma il ragazzo dagli occhi scuri di Gala
non ha altro che il vantaggio(8) del fiume Gala,
Bei ragazzi del fiume Gala.
IV
“Addio a te, fiera Gala,
addio madre mia e padre mio,
vado via con il ragazzo dai capelli scuri
che tiene le sue pecore sul fiume Gala”.
Bei ragazzi del fiume Gala.
V
Per la torbiera e la brughiera
per quelle belle colline così care,
la ragazza perse la sua fascia argentata(10)
e faceva i complimenti fino a stancarsi,
(ai) Bei ragazzi del fiume Gala.


NOTE
1) Braw: fine
2) kilt=tuck up
3) Aboon: above; ma anche below oppure up to
4) “Galla-Water” 1776 (raccolta di Herd) è scritto: “I aften kiss her till I’m wearie” [in italiano: la bacio spesso fino a diventare stanco]
5) il laird è una figura tipica della piccola nobiltà scozzese, un possidente terriero
6) si riferisce probabilmente ai cadetti
7) Galashiels (Gala) è una città nella contea di Selkirk sul fiume Gala
8) il ragazzo è un semplice pastorello ma è superiore ai nobiluomini perchè proviene da Gala. Si potrebbe tradurre con grado, laurea ma non rende bene in italiano
9) la ginestra allude a una sessualità selvaggia, libera da regole. La brughiera è come il “greenwood” è un luogo “fuori legge” fuori dalla società civile dove accadono incontri fatati e illeciti.
10) Snood: ribbon to bind hair. L’espressione è un eufemismo per la perdita della verginità
11) Which cost her many a blurt and blear-eye ovvero che le costò rimpianti e lacrime; in “Galla-Water” 1776 (raccolta di Herd) è scritta invece una frase che ha significato opposto:”That gard her greet till she was wearie
12) Gars: make; gard: made

per il confronto vedasi la VERSIONE Herd 1776 e SMM 1788
I
Braw(1), braw lads of Galla water,
O! braw lads of Galla water:
I’ll kilt(2) my coats aboon(3) my knee,
And follow my love thro’ the water.
II
Sae fair her hair, sae brent her brow,
Sae bonny blue her een, my dearie;
Sae white her teeth, sae sweet her mou’,
The mair I kiss, she’s ay my dearie(4).
III
O’er yon bank, and o’er yon brae,
O’er yon moss amang the heather:
I’ll kilt my coat aboon(3) my knee,
And follow my love thro’ the water.
IV
Down amang the broom, the broom(9),
Down amang the broom, my dearie.
The lassie lost her silken snood(10),
That cost her mony a blirt and bleary(11)

ASCOLTA The McCalmans in In Harmony 1994 (in versione integrale su Spotify).


I
Bonnie lass o’ Gala Water
Braw braw lass o’ Gala Water
I would range the mountains sae deep(13)
Wi’ you bonnie lass o’ Gala Water
II
Sae fair her hair, sae brent her brow
Sae bonnie blue her een and cheerie
Oh I would go the length o’ the Isle(14)
Tae get back home wi’ my dearie
III (15)
O’er yonder moor, o’er yonder mountain
O’er yon bonnie hills taegither
O I would range the mountains o’ time
My own bonnie lass tae forgather
IV
Lords and lairds came here tae woo
And gentlemen wi’ sword and dagger
But the black eyed lass o’ Galashiels
Would hae nane but the gree o’ Gala Water
tradotto da Cattia Salto
I
Bella ragazza del Fiume Gala
brava, bella ragazza del Fiume Gala
vorrei scalare le montagne così ampie,
con te, bella ragazza di Gala
II
Così belli i capelli, così spaziosa la fronte
così belli e cari i suoi occhi blu!
Oh vorrei attraversare l’Isola
per tornare a casa con la mia ragazza
III
Per quella brughiera, quella montagna
e quelle belle colline insieme
vorrei scalare le montagne del tempo
per incontrarmi con la mia bella ragazza
IV
Signori e laird son venuti qui per corteggiare e cadetti con la spada e un pugnale,
ma la ragazza dagli occhi scuri di Gala
non vuole altro che il ragazzo del fiume Gala

NOTE
13) in altre versioni dice “I could wade the stream sae deep” che è sicuramente più calzante con il concetto di profondo
14) in altre versioni dice “The mair I kiss her cherry lips, the mair I wish her for my dearie”
15) in altre versioni dice ” O’er yonder moss, o’er yonder muir, through a’ yon mossy muirs and heather, O I could rin, wi’ heart sae licht, wi’ my dear lassie tae forgather

VERSIONE DI ROBERT BURNS 1793

The Corries


CHORUS
Braw(1), braw lads on Yarrow-braes(16),
They rove amang the blooming heather;
But Yarrow braes, nor Ettrick shaws(17)
Can match the lads o’ Galla Water.
Braw, braw lad
I
But there is ane, a secret ane,
Aboon(3) them a’ I loe him better;
And I’ll be his, and he’ll be mine,
The bonie lad o’ Galla Water.
II
Altho’ his daddie was nae laird(5),
And tho’ I hae nae meikle tocher(18),
Yet rich in kindest, truest love,
We’ll tent(19) our flocks by Galla Water.
III (20)
It ne’er was wealth, it ne’er was wealth,
That coft(21) contentment, peace, or pleasure;
The bands and bliss o’ mutual love,
O that’s the chiefest warld’s treasure.
tradotto da Cattia Salto
CORO
Bei ragazzi delle colline di Yarrow
che vanno in giro tra l’erica in fiore
ma nè le colline di Yarrow o i boschetti di Ettrick possono avvicinarsi ai ragazzi del fiume Gala.
Bei ragazzi
I
C’è ne uno, uno speciale
che sopra a tutti gli altri amo di più;
e io sarò sua e lui sarà mio,
il bel ragazzo del fiume Gala.
II
Anche se il padre non è un laird,
e io non ho una gran dote,
siamo tuttavia ricchi di buoni affetti e dell’amore più vero, e baderemo alle nostre greggi sul fiume Gala.
III
Non c’è mai stata ricchezza
che ha portato alla felicità, alla pace o al piacere;
la compagnia e la grazia dell’amore reciproco,
questo è il principale tesoro del mondo

NOTE
16) Braes: hillsides
17) Shaws: thickets
18) Meikle Tocher: much dowry
19) Tent: look after
20) nella strofa Burn esprime un tema “classico” della sua poetica
21) Coft: bought

Un’altra versione è quella in parte riportata nella raccolta di Robert Chambers “Scottish ballad and songs”

Bear the Tinker, il testo è simile alla versione cantata da Ewan MacColl nel 1965 in “Folk Songs and Ballads of Scotland” tranne che nella III strofa


I
Braw(1), braw lads o’ Gala Water,
Bonnie lads o’ Gala Water;
I’ll kilt(2) my coats abune(3) my knee,
And follow my lad o’ Gala Water
Braw, braw lad.
II
Lothian(22) lads are black as deils,
And Selkirk(23) lads are no’ much better;
I’ll kilt my coats abune my knee
And follow my love thro’ the water;
Braw, braw lad.
III (24)
But there is ane, a secret ane,
Aboon them a I loe him better
And I’ll be his, and he’ll be mine
The bonnie lad o’ Gala Water;
Braw, braw lad.
IV
Corn rigs are fine and bonnie,
A block o’ sheep is muckle(25) better,
The wind will shake a field of oats
While lambs are frisklin’ in Gala Water;
Braw, braw lad.
V
Adieu, soor plooms(26) o’ Galashiels(7),
Tae you, my faither, here’s a letter;
It’s I’m awa’ wi’ the black herd lad,
To bide wi’ him in Gala Water;
Braw, braw lad.
tradotto da Cattia Salto
I
Bei ragazzi del fiume Gala
graziosi ragazzi del fiume Gala
mi arrotolo la gonna alle ginocchia
e seguo il mio ragazzo del fiume Gala
Bel ragazzo
II
I ragazzi di Edimburgo sono neri come diavoli
e i ragazzi di Selkirk non sono molto meglio,
mi arrotolo la gonna alle ginocchia,
per seguire il mio ragazzo del fiume Gala,
Bel ragazzo
III
C’è ne uno, uno speciale
che sopra a tutti gli altri amo di più;
e io sarò sua e lui sarà mio,
il bel ragazzo del fiume Gala
Bel ragazzo
IV
I campi di grano sono belli
un gregge di pecore è ancora meglio
il vento agiterà un campo d’avena,
mentre gli agnelli saltelleranno nel fiume Gala,
Bel ragazzo
V
Addio prugne acide di Gala
per voi padre ecco una lettera
Sono andata via con il mandriano moro
per restare con lui sul fiume Gala
Bel ragazzo

NOTE
22) è la contea di Edimburgo
23) Selkirk è un paese lungo l’Ettrick nella contea omonima
24) in questa versione la strofa è identica alla I strofa di Robert Burns; la strofa in Ewan MacColl (che in alcune versione è messa come II strofa) dice invece: It’s ower the moss and doon yon glen, And o’er the bonnie blooming heather, Nicht or day he bears the gree, The bonnie lad o’ Galla Water; Braw, Braw lad. (In italiano: su per la torbiera e giù per la valle e su per la bella brughiera fiorita, notte o giorno egli ottenne la vittoria, il bel ragazzo del fiume Gala)
25) muckle= much
galashie26) Soor plooms= Sour Plums (in italiano prugne acide) è diventato un motto per commemorare lo scontro avvenuto nel 1337 tra gli uomini di Gala e un gruppo di soldati inglesi; il motto è ripreso nello stemma araldico della città. “The motto Sour Plums and the date refer to when English soldiers were on a raid (one of the many) and some of theme were gathering wild plums which grow in the area. They were surprised by some locals and sent to meet their maker, their guts being opened with the sword and the plums they had eaten spilled out, sour” (tratto da qui) Una versione “guerresca” della volpe e l’uva

FONTI
http://ontanomagico.altervista.org/matrimonio-celtico-storia.html
http://www.scottish-places.info/features/featurehistory3398.html http://www.jamespringle.co.uk/html/braw_lads_of_gala.html http://sangstories.webs.com/brawladsogallawater.htm http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=7667 http://www.electricscotland.com/history/other/75GalaWater.pdf http://www.rampantscotland.com/songs/blsongs_gala.htm http://www.burnsscotland.com/items/v/volume-ii,-song-125,-page-131-braw,-braw-lads-of-galla-water.aspx http://www.bbc.co.uk/arts/robertburns/works/braw_lads_o_galla_water/ http://www.celticlyricscorner.net/oldblinddogs/gala.htm http://mysongbook.de/msb/songs/g/galawate.html http://www.annexgalleries.com/inventory/detail/17937/Joan-Hassall/Gala-Water-from-The-Poems-of-Robert-Burns

HEATHER ON THE MOOR BY ROBERT BURNS

National Galleries of Scotland; Supplied by The Public Catalogue Foundation“The Heather down the Moor” appartiene al filone degli incontri romantici “among the Heather” tra procaci pastorelle e baldi giovanotti, una canzoncina nota in Scozia anche con il titolo “Doon the Moor” (“Down the Moor”) la canzone è stata attribuita da Robert Burns alla cantante di strada Jean Glover (1758-1800) “who was not only a whore but a thief; and in one or other character has visited most of the Correction Houses in the West. … I took the song down from her singing as she was strolling through the country with a sleight-of-hand blackguard.”

Robert Burns la riporta per la pubblicazione nello ‘The Scots Musical Museum’, IV, (1792), con il titolo “O’er the moor amang the heather“, e tuttavia la canzone è molto più antica e alcuni studiosi la accomunano alla ballata “The Laird o’ Drum” (Child 236); la canzone è diffusa parimenti nell’Irlanda del Nord ed è stata divulgata da Paul Brady. Nelle note riportate in The Songs of Robert Burns (qui) leggiamo in merito alla melodia “Some previous verses with the title must have existed, because the tune O’er the muir amang the heather is in Bremner’s Keels, 1760,77, published, according to C. K. Sharpe, when Glover was only two years old. The tune was well known, for it is repeated in Stewart’s Reels, 1761; Campbell’s Reels, 1778,  and elsewhere.”

ASCOLTA Paul Brady inThe Gathering “1981


I
As I roved out of a bright May morning
Calm and clear was the weather
Well I chanced to roam some miles from home
Among the beautiful blooming Heather
And it’s heather on the moor,
over the heather

Over the moor and among the heather
And I chanced to roam some miles from home
Among the beautiful blooming heather
And it’s heather on the moor
II
As I roved along with my hunting song
And my heart as light as any feather
I met a pretty maid along the way
She was tripping the dew down from the heather
And it’s heather on the moor…
III
Where are you going to my pretty fair maid?
By hill or dale come tell me whether?
Right modestly she answered me
To the feeding of my lamb’s together
And it’s heather on the moor..
IV
Well we both shook hands and down we sat
For it being the finest day in summer
And we sat till the red setting beams of the sun
Came a-sparkling down among the Heather
And it’s heather ..
V
Now she says I must away
For my sheep and lambs have strayed from other
But I am loath to part from you
As those fond lambs are to part their mother
And it’s heather ..
VI
Up she rose and away she goes
And her place and name I know not either
But if I was king I’d make her queen
The lass I met among the Heather
And it’s heather ..
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Mentre passeggiavo in un chiaro mattin di maggio, il tempo era sereno e piacevole, percorsi qualche miglio (lontano) da casa
tra la bella erica
fiorita

ed è l’erica della brughiera,
sull’erica

nella brughiera, tra l’erica
percorsi qualche miglio (lontano) da casa
tra la bella erica fiorita,
che è l’erica della brughiera

II
Mentre passeggiavo con la mia canzone di caccia, a cuor leggero come una piuma, incontrai lungo la strada una bella fanciulla che trotterellava nella rugiada tra l’erica
che è l’erica della brughiera..
III
Dove stai andando mia bella fanciulla?
Verso la collina o la valle,
suvvia dimmi dove vai?”
Lei mi rispose con modestia
” A governare il gregge degli agnelli”
che è l’erica della brughiera..
IV
Beh ci siamo stretti la mano e ci siamo seduti a terra,
perchè era il più bel giorno d’estate,
e restammo seduti finchè il rosso tramonto del sole
venne a risplendere
tra l’erica
che è l’erica della brughiera..
V
Poi lei disse “Devo andare via
perchè le pecore e gli agnelli si sono allontanati dal gregge,
ma mi rincresce separarmi da voi
come questi cari agnelli che si separano dalla loro madre
che è l’erica della brughiera..
VI
Su si alzò e andò via
e non sapevo neppure il suo nome nè da dove venisse
ma se fossi il re lei sarebbe la mia regina, la ragazza che incontri tre l’erica che è l’erica della brughiera..

ASCOLTA June Tabor (1980)


I
One morn in May when fields were gay
Serene and pleasant was the weather
I spied a lass and a very bonnie lass
She was sweeping the dew from among the heather
Down the moor
It’s upon the heather (1) round o’er the moor
and through the heather

I spied a lass and a very bonnie lass
She was sweepin’ the dew
from among the heather
Down the moor
II
Barefoot was she, she was comely dressed
And on her head no cap nor feather
She’d a plaid wrapped neatly round her waist(2)
As we tripped through the blooming heather
Down the moor ..
III
I stepped up to this fair maid
“Tell your name, come tell me hither.”
And she answered me “down by the bonnie burn side
I herding all my ewes together”
Down the moor ..
IV
I courted her that lee long day
My heart was as light as any feather
Until the rays of the red setting sun
Came shining down in among the heather
Down the moor
V
She said “Young man, I must away,
My ewes are straying from each other.
But I’m as loath for to part with you
As the bonnie wee lambs to part their mother
Down the moor
VI
Then up she got and away she went
Her name and place I can not gather
But if I was a king, I’d make her my queen
That bonnie wee lass I met among the heather
Down the moor
traduzione italiano di Cattia Salto
I
Una mattina di maggio tra i campi ridenti e con il tempo sereno e piacevole, vidi una ragazza, proprio una bella ragazza che stava camminando nella rugiada
tra l’erica giù nella brughiera
tra l’erica per la brughiera
e tra l’edera
vidi una ragazza, proprio una bella ragazza
che stava camminando nella rugiada
tra l’erica, giù nella brughiera
II
Era a piedi nudi, vestita in modo attraente
e sul capo non aveva cappello nè piume, portava il mantello drappeggiato intorno alla vita,
mentre andavamo in giro tra l’erica in fiore
giù nella brughiera.
III
Mi sono fermato davanti a questa bella fanciulla “Dimmi il tuo nome, vieni a dirmelo da vicino”
E lei mi ha risposto “Giù per le belle sponde del ruscello governo il mio gregge di pecore ”giù nella brughiera..

IV
La corteggiai per tutto il giorno,
il mio cuore era leggero come una piuma, finchè i raggi del sole al tramonto
vennero a splendere tra l’erica
giù nella brughiera
V
Lei disse “Giovanotto, devo andare,
le mie pecore si allontanano le une dalle altre, ma io sono riluttante a separarmi da voi come i bei agnellini nel separarsi dalla loro madre
giù nella brughiera.
VI
Allora si alzò e via andò,
non sapevo il suo nome e il luogo di provenienza
ma se fossi stato un re, l’avrei fatta diventare la mia regina, la bella ragazzina che incontrai tra l’erica,
giù nella brughiera

NOTA
1) Dalle Highlands di Robert Burns alle Moorlands di Emily Bronte, e fino alla Baraggia del Vercellese il brugo (ma anche l’erica) popola quelle che in suo nome vengono definite brughiere. continua
2) scritto anche “But the plait hung neatly around her waist”

FONTI
http://www.burnsscotland.com/items/v/volume-iv,-song-328,-page-338-oer-the-moor-amang-the-heather.aspx
http://www.bluegrassmessengers.com/us–canada-versions-236-the-laird-o-drum.aspx http://mainlynorfolk.info/june.tabor/songs/heatherdownthemoor.html http://www.paulbrady.com/disco-1/lyrics/heather-on-the-moor/ http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=421
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=24926 http://www.chivalry.com/cantaria/lyrics/doon-the-moor.html http://www.acousticguitar.com/How-To/Play-the-Irish-Love-Song-Heather-on-the-Moor http://thesession.org/tunes/2489
http://www.ramshornstudio.com/heather.htm

THE HILL OF BENNACHIE aka UP AMONG THE HEATHER

Read the post in English  

DA OUTLANDER SAGA: La Straniera

Diana Gabaldon

Un canzone un po’ sconcia che Jamie canticchia mentre si dirige nelle stalle di Leoch; si stralcia dal primo libro:
.. e se ne andò, direttamente alle stalle, cantichianndo ad alta voce l’aria di “Lassù in mezzo all’edera”. Il ritornello riecheggiò lungo le scale
Con una fanciulla in grembo, seduta su di me,
un calabrone mi punse, ohi povero me,
ben sopra al ginocchio, ahimè,
lassù in mezzo all’erica, in cima a Bendikee!

Sono numerose le canzoni popolari scozzesi che narrano di incontri romantici “among the heather”( o come dicono in Scozia “amang the heather”) cioè in camporella, tra procaci pastorelle e baldi giovanotti, questo filone ha come luogo dell’appuntamento lo scenario delle Bennachie Hills, la montagna o collina come dir si voglia più famosa e conosciuta della Scozia nord-orientale.
Situata nel Garioch tra il Don e il Gadie è più precisamente una catena di alture, punto di riferimenti dell’Aberdeenshire della Scozia con la più alta, Oxen Craig, che arriva a circa 500 metri. Meta di escursioni, lungo i numerosi sentieri e gare di corsa.

Un bellissimo reportage fotografico sul Bennachie (qui  e qui): un buon punto di partenza per organizzare una gita è il Bennachie Centre a Chapel of Garioch vicino a Inverurie (Inverness)

“Mither Tap” di Bennachie foto di Ian Johnston

La ripresa da drone di Callum McKain: sul Mither Tap (la mammella della madre che prende il nome dalla sua forma) si possono ancora visitare i resti di una fortezza dei Pitti.

UP AMONG THE HEATHER

erica bianca, si notino i fiori a forma di botticella

“Up Amang The Heather” o “The Hill of Bennachie”  condivide la melodia con un altro brano tradizionale “Come All Ye Fisher Lasses”.
La canzone è una classica  bothy ballad ricca di doppi sensi che si commentano da soli! L’uomo predica bene ma razzola male perchè prima racconta di essersela spassata (per tutto il giorno a sentire lui!) con una bella fanciulla, e alla fine raccomanda a tutte le altre di non concedere più di un bacio a un soldatino (preso come modello di donnaiolo) perchè al secondo bacio si ritroverebbero già belle che distese tra l’erica! O meglio tra la calluna, il brugo celtico colonizzatore delle brughiere, uno dei fiori nazionali della Scozia.
Dalle Highlands di Robert Burns alle Moorlands di Emily Bronte, e fino alla Baraggia del Vercellese il brugo (ma anche l’erica) popola quelle che in suo nome vengono definite brughiere. Il brugo seppure parente stretto dell’erica è una pianta distinta, classificata come calluna vulgaris, detta anche  erica selvatica: Calluna dal greco kallyno (pulisco, spazzo), erba per fabbricare ramazze rustiche, grazie alla flessibilità e alla resistenza dei suoi ramoscelli e vulgaris per l’estrema diffusione della pianta.
Un rametto d’erica selvatica bianca (Calluna vulgaris) o d’erica è un portafortuna  in Scozia e viene donato per augurare un felice matrimonio. Un tempo le fanciulle scozzesi che si avventuravano da sole nella brughiera indossavano sempre un rametto d’erica per proteggersi dagli stupri e dalle rapine (o per fare un incontro fortunato).
Per riconoscere le due piante basta guardare il calendario: l’erica fiorisce al termine dell’inverno e in primavera (e in alcune varietà fino a giugno), mentre la calluna fiorisce alla fine dell’estate e in autunno restando fiorita fino ai primi mesi dell’inverno! (continua)

ASCOLTA The Irish Ramblers in The Patriot Game (1963) (strofe II e IV) -ovvero i Fratelli Clancy nella loro prima formazione in trio

ASCOLTA The Irish Rovers il gruppo ha registrato più volte il brano questa versione è tratta da “Still Rovin’” 1968


Up among the heather on the hill o’ Bennachie
rolling with a wee lass underneath a tree
A bum-bee stung me well above the knee(2)
Up among the heather on the hill o’ Bennachie
I
As I went out a-roving on a summer’s day
I spied a bonnie lassie strolling on the brae
she was picking wild berries and I offered her a hand
saying “maybe I can help you fill your wee tin can”
II
Says “I me bonnie lass are you going to spend the day
up among the heather where the lads and lassies play
they’re hugging and they’re kissing and they’re making fancy free
among the blooming heather on the hill o’ Bennachie”
III
We sat down together and I held her in me arms
I hugged her and I kissed her taken by her charms then
I took out me fiddle and I fiddled merrily
among the blooming heather on the hill o’ Bennachie
IV
Come all you bonnie lessies and take my advice
and never let a soldier laddie kiss you more than twice.
For all the time he’s kissing you he’s thinking out a plan
To get a wee bit rattle at your ould tin can.
Traduzione italiana Cattia Salto
Lassù in mezzo all’erica sulla collina di
Bennachie[1] ,
mi rotolavo con una fanciulla sotto all’albero, un calabrone mi punse ben sopra il ginocchio[2] ,
lassù in mezzo all’erica sulla collina di
Bennachie

I
Mentre me ne andavo a passeggio in un giorno d’estate,
vidi una bella ragazza che camminava per la collina,
stava raccogliendo i mirtilli [3] e mi offrii di darle una mano,
dicendole “Forse ti posso aiutare a riempire la sua lattina”[4]
II
Dice ” Sono una bella ragazza , e tu hai intenzione di trascorrere la giornata lassù in mezzo all’erica? Dove i ragazzi e le ragazze giocano,
si abbracciano e si baciano e si divertono senza legami[5],
in mezzo all’erica in fiore sulla collina di Bennachie?!”
III
Ci siamo seduti insieme e l’ho presa tra le mie braccia,
l’ho abbracciata e baciata preso dal suo fascino, poi
ho tirato fuori il mio violino [6] e ho suonato allegramente,
lassù in mezzo all’erica in fiore sulla collina di Bennachie.
IV
Venite tutte voi ragazze belle e ascoltate il mio consiglio
e non lasciate mai che un soldato vi baci più di due volte,
perchè per tutto il tempo che vi bacia lui sta pianificando
come sbattere un po’ la vostra vecchia lattina .

NOTE
nella canzone si menziona una ricorrenza particolare, la raccolta dei mirtilli, una festa di mezz’estate denominata Bilberry Sunday (in Scozia si dice “Blaeberry”in Irlanda “Fraughan”). Si celebrava per lo più a luglio, quando maturano le bacche del mirtillo o ad Agosto, spesso abbinata alla festa celtica di Lughnasa o alla domenica (o lunedì) più prossima alla festa. Un tempo i giovinetti e le giovanette stavano su per i monti nella brughiera da mattino a sera a raccogliere i mirtilli e a fare amicizia, era perciò una festa dedicata al corteggiamento e a combinare i matrimoni (sotto i buoni uffici di Lugh). Alla fine della giornata le donne da marito avrebbero preparato una torta con i mirtilli raccolti, da regalare durante la festa successiva, al ragazzo di cui erano innamorate e se il ragazzo accettava il dolce si poteva dichiarare iniziato il corteggiamento.. (altro che festa di San Valentino!!) continua

Continua Mary Mac
Continua Bennachie (“Gin I Were Where The Gadie Runs”)
Continua  “O’er the moor amang the heather

FONTI
http://ontanomagico.altervista.org/baraggia.htm#brugo
https://mainlynorfolk.info/folk/songs/upamongtheheather.html

https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=156417
http://www.horntip.com/mp3/1960s/1962ca_lyrica_erotica_vol_2
_a_wee_thread_o_blue_(LP)/09_the_hill_of_bennachie.htm