SING FARE YOU WELL

Una sea shanty dal titolo “Hurrah, Sing Fare Ye Well” – ma anche “O Fare Ye Well, My Bonnie Young Girl”- da non confondersi con “Goodbye, Fare Thee Well”   è comunque un brano “salpa ancora”, cioè uno di quei canti speciali che i  marinai intonavano quando levavano l’ancora per l’ultima volta prima di ritornare a casa!
Raccolto dal marinaio John Short è il primo brano nel progetto Short Sharp Shanties.
Per la versione di Stan Hugill nella sua Bibbia dei Mari (Shanties from the Seven Seas) qui

ASCOLTA Keith Kendrick in Short Sharp Shanties : Sea songs of a Watchet sailor vol 1 (su Spotify) oppure qui


O fare you well! I wish you well
Hurrah! and fare you well!
O fare you well till I return
Hurrah! sing fare you well!
O fare you well we’re bound away
bound away this very day.
As I walked out one morning fair
it’s there I met a lady fair.
She winked (1) at me I do declare
black as night was her reven hair.
O fare you well, my bonny young girl
O fare you well! I wish you well.
Up aloft this yard must go
Mister Mate has told us so
I thought I have the skipper said
“just one more pull and then belay”
Traduzione italiano di Cattia Salto
Addio e tanti auguri
Evviva e addio!
Addio fino al mio ritorno
Evviva e canta addio!
O addio siamo in partenza
pronti a salpare questo giorno.
Mentre passeggiavo un bel mattino
incontrai una graziosa madama.
Mi ha fatto l’occhiolino,
neri come la notte i suoi capelli corvini.
Oh addio, mia bella ragazzina
oh addio e tanti auguri.
In alto questo pennone deve andare
il signor Primo Ufficiale ci ha detto così
credo di aver sentito dire al Capitano
“Ancora un tiro e poi lasciare”

NOTE
1) siccome non capisco bene la pronuncia ripiego sul verso usato da Stan

FONTI
http://www.judybwebdesign.com/handspikes/with_shipmates/wsaa_lyrics/wsaa21hurrah.htm
http://shantiesfromthesevenseas.blogspot.it/2011/12/64-hurrah-sing-fare-ye-well.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*