QUEEN AMONG THE HEATHER

(c) National Galleries of Scotland; Supplied by The Public Catalogue FoundationSono numerose le canzoni popolari scozzesi che narrano di incontri romantici “among the heather” tra procaci pastorelle e baldi giovanotti. Prendono le mosse da un’antica ballata scozzeseGlasgow Peggie, riportata dal professor Child al #228 , avventura che si storicizza nella ballata “The Laird o’ Drum” ancora riportata da Child al # 236
Un sotto gruppo della storia che andiamo ad esaminare è quello che si sofferma solo sull’incontro tra i due e rientra più genericamente nel novero dei contrasti d’amore a sfondo agreste così di moda nel Settecento.

BRUGO O ERICA? Approfondimento

QUEEN AMONG THE HEATHER
Hamish Henderson scrive nelle note di copertina dell’album The Stewarts of Blair 1965 in merito alla versione divulgata dalla traveller e folksinger Belle Stewart (1906-1997): This splendid version of a song equally well-known among the Scots farming community and the travelling folk was learnt by Belle when she still was a wee bairn—among the singers to have contributed to her version are old Henry MacGregor of Perth, her cousin Jimmy Whyte and her brother Donald MacGregor. Version of it used to be as thick as blueberries in Strathmore and the Braes of Angus. It seems to be related to “Ower the Muir Amang the Heather”, of which [Robert] Burns wrote: “This song is the composition of Jean Glover … I took the song down from her singing as she was strolling through the country with a sleight-of-hand blackguard.”
Subsequent collecting makes it almost certain that Jean’s version was itself a re-shaping of an older Ettrick song. James Hogg, the Ettrick shepherd produced a version which was in turn modified. Musical and textual evidence however, suggests that—as in the case of Huntingtower—a classic ballad lies behind the lyric lovesong. In this case, the progenitor is Glasgow Peggie (Child 228) [vedi] , the tunes for which are clearly related to Queen Amang the Heather, and whose story present a parallel situation—the Highlander who takes the heiress he has carried off and beds her down “amang the heather” before revealing that he is himself a Chieftain.”

Le versioni testuali sono abbastanza simili e descrivono la stessa storia: mentre una rustica ma assai graziosa pastorella custodisce il gregge, un giovane a caccia con un gruppo di amici, la spia e la corteggia; la canzone si sviluppa quindi sul modello di contrasto amoroso con “botta e risposta” tra le parti, con lui che cerca di sedurla e lei che si sottrae, ben sapendo che non sarebbe mai diventata la sua sposa, a causa della loro differenza di rango. In realtà le giovani popolane che si aggiravano per le campagne e i boschi erano ben facili prede (più o meno consensuali) degli uomini “cacciatori” e spesso queste ballate si concludevano con l’annuncio di infauste gravidanze.

Il linguaggio tipico del contrasto amoroso bucolico contiene più spesso doppi-sensi e allusioni sessuali (vedi ad esempio Up among the heather) ma qui è più galante e manierato.

ASCOLTA Belle Stewart dagli archivi di Tobar an Dualchais 1971
ASCOLTAArchie Fisher in The Man With a Rhyme 1976

ASCOLTA June Tabor

ASCOLTAThe Tannahill Weavers in Land of Light 1986 (con il reel Mairi Anne Macinnes)

ASCOLTA Steeve Rees


Testo Archie Fisher
I
As I roved out one fine summer’s morn
Amang the lofty hills and moorland and mountains,
It was there I spied a wild fair maid(1),
Whilst I with others was out a-hunting.
II
No shoes nor stockings did she wear;
And neither had she cap nor feather,
But her golden locks in ringlets rare
In the gentle breeze played around her shoulders.
III
I said, “braw(2) lassie, why roam your lane(3)?
Why roam your lane amang the heather?”
She says, “My faither’s awa fae hame
And I’m herding a’ his yowes thegether.”
IV
I said, “braw lassie, if you’ll be mine
And care to lie on a bed o’ feathers,
In silks and satin it’s you will shine,
And you’ll be my queen amang the heather.”
V
She said, “kind sir, your offer is good,
But I’m afraid it was meant for laughter,
For I see you are some rich squire’s son
And I’m a poor lame shepherd’s dochter.”
VI
“Had you been a shepherd loon(4)
A-herding yowes in the yonder valley,
Or had you been a plooman’s son,
Wi’ all my heart I would hae lo’ed ye.”
VII
“I hae been to balls and I hae been to halls;
I have been in London and Balquhidder,
But the bonniest lassie that ever I did see
She was herding the yowes amang the Heather.
VIII
So we baith sat doon upon the plain.
We sat awhile and we talked thegether,
And we left the yowes to stray their lane(5),
Till I wooed my queen amang the heather.”

tradotto da Cattia Salto
I
Mentre camminavo in una bella mattina d’estate
tra le alte colline, la brughiera e le montagne,
là vidi una bella rustica fanciulla
e io con gli altri ero a caccia .
II
Non indossava scarpe e calze
e nemmeno la piuma sul cappello,
ma i suoi capelli biondi in preziosi boccoli
giocavano con la brezza lieve intorno alle spalle.
III
Dissi “Bella ragazza, perchè giri da sola?
Perchè sei in giro da sola tra l’erica?”
Dice lei ” Mio padre è via da casa
e io sto custodendo tutto quanto il suo gregge”.
IV
Dissi “Bella ragazza, se sarai mia
farò in modo che tu giaccia in un letto di piume
tra seta e raso per te brillerai
e sarai la mia regina tra l’erica”
V
Disse lei “Gentile signore, la vostra offerta è buona
ma temo che vogliate scherzare
perchè vedo che voi siete il figlio di un ricco cavaliere
e io sono la figlia di un povero pastore.
VI
Se voi foste stato un pastorello
che conduce le pecore in una valletta
o foste stato il figlio di un aratore
con tutto il mio cuore vi avrei amato!”
VII
“Sono stato ai balli e ho frequentato i salotti
sono stato a Londra e a Balquhidder
ma la più bella fanciulla che abbia mai visto
è colei che custodisce le pecore tra l’erica.
VII
Così sediamoci entrambi sul piano
sediamoci un poco e chiacchieriamo insieme
e lasciamo che le pecore se ne stiano per conto loro
finchè non conquisterò la mia regina tra l’erica”

NOTE
1) in alcune versioni è utilizzato come aggettivo per descrivere la fanciulla il termine Faured, Faurd (adj) = favoured or featured che nel contesto ha significato di “bell’aspetto”
2) braw=fine
3) your lane = you alone
4) loon = boy
5) stray their lane = on their own

FONTI
http://www.mustrad.org.uk/news03.htm http://mainlynorfolk.info/june.tabor/songs/queenamongtheheather.html http://www.celticlyricscorner.net/sessiona9/skipping.htm http://www.celticlyricscorner.net/tannahill/queen.htm http://www.alansim.com/scohtml/sco064.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=125348 http://www.ramshornstudio.com/queen.htm

continua terza parte: Heather on the Moor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*