Archivi categoria: Musica di Man

HOP TU NAA VERSUS HALLOWEEN

Hop-tu-Naa è la festa celtica celebrata nell’isola di Man il 31 ottobre, la vigilia di capodanno (Oie Houney o Hollantide) il termine in gaelico mannese significa “questa è la notte” : i bambini travestiti e mascherati vanno di casa in casa a chiedere delle monetine e cantano la filastrocca di “Jinnie the Witch“; illuminano il cammino con delle caratteristiche lanterne ricavate dalle rape intagliate, sostituite con le zucche dagli immigrati che festeggiavano Halloween in America (vedi).

LA DANZA PROCESSIONALE

Ancora oggi una festa comunitaria per le famiglie , per imparare a intagliare le rape e andare a tempo di danza ecco il video

per ascoltare un po’ di musica tradizionale dell’isola

LA FILASTROCCA JINNIE THE WITCH

I bambini travestiti con fantasiosi costumi vanno la notte di casa in casa a cantare la canzoncina “Jinnie the Witch“.
“Secondo un articolo del Manx Independent dell’ottobre 2007, il vero nome di Jinny era Joney Lowney. Viveva a Braddan e fu portata al tribunale del vescovo per stregoneria nel 1715 e nel 1716. Il suo più grande crimine era stato fermare il mulino di Ballaughton. Fu condannata a 14 giorni di prigione, a £ 3 di multa e a stare ferma, in piedi, all’”incrocio dei quattro mercati”, vestita solo con un sacco di tela.” (tratto da qui).
E tuttavia è più probabile che il nome della strega sia una leggenda-fiaba condivisa dai bambini inglesi e importa anche nell’isola di Man piuttosto che un personaggio realmente vissuto sull’isola stessa (vedi)

La canzoncina ha diverse varianti locali

Hop-tu-Naa
My mother’s gone away
And she won’t be back until the morning
Jinnie the Witch flew over the house
To fetch the stick to lather the mouse
Hop-tu-Naa
Hop-tu-Naa
la mamma è uscita
e non sarà di ritorno che
al mattino
Jinnie la strega volò sulla casa
per andare a prendere il bastone per picchiare il topo

Altra versione

Hop tu naa, hop tu naa
Jinny the witch is in the house
Give us a penny we’ll chase her out
Hop tu naa, hop tu naa.
Hop tu naa, hop tu naa
Jinnie la strega è in casa
dacci un soldino per scacciarla via

E ancora

Hop-tu-naa-I met an old woman
Tra-la-laa -She was baking bonnags
Hop-tu-Naa-I asked for a bit
Tra-la-laa -She gave me a bit,
as big as my big toe.
Hop-tu-Naa-She dipped it in milk
Tra-la-laa -She wrapped it in silk
Hop-tu-Naa, Tra-la-laa
Jinny the Witch flew over the house
To catch a stick to lather the mouse
Hop-tu-Naa, Tra-la-laa
If you don’t give us something
we’ll run away
With the light of the moon.
Incontrai una vecchia
stava cuocendo focacce
le chiesi un assaggio
e lei mi diede un pezzo,
grande come il mio alluce.
Lo bagnò nel latte
e avvolse nella seta
Hop-tu-Naa, Tra-la-laa
Jinnie la strega volò sulla casa
per andare a prendere il bastone per picchiare il topo.
Se non ci date niente
andremo via
alla luce della luna.

Ma ci sono versioni della filastrocca anche senza riferimento alla strega che invece richiamano antichi rituali celebrati dalla comunità per Samain

This is old Hollantide night;
Hop-tu-naa.
The moon shines bright;
Trol-la-laa
Cock of the hens;
Supper of the heifer;
Which heifer shall we kill? (1)
The little speckled heifer.
The fore-quarter,
We’ll put in the pot for you.
The little hind quarter,
Give to us, give to us.
I tasted the broth,
I scalded my tongue,
I ran to the well,
And drank my fill;
On my way back,
I met a witch cat;
The cat began to grin,
And I ran away.
Where did you run to?
I ran to Scotland.
What were they doing there?
Baking bannocks (2) and roasting collops.
Questa è la vecchia Notte dell’Anno Hop tu naa, 
la luna brilla luminosa
Trol-la-laa
il gallo del pollaio
il pasto della giovenca
Quale giovenca uccideremo?
La piccola pezzata
il quarto anteriore
metteremo in pentola per voi
il quarto posteriore
datelo a noi, datelo a noi.
Assaggiai il brodo
e mi scottai la lingua
corsi al pozzo
per bere a volontà.
Sulla via del ritorno
incontrai un gatto
che mi sorrise
e io scappai.
Dove sei scappato?
Fino in Scozia.
Che fanno là?
Cucinano panini e arrostiscono pancetta

NOTE
1) Per propiziare il nuovo anno i Druidi immolavano vittime sacrificali agli dei, il loro sangue era offerto per ottenere i loro favori. Al posto dei sacrifici umani si uccidevano animali dai poteri magici come il toro, il cavallo e il cinghiale. La gente si nutriva con la loro carne e si vestiva con i teschi e le pelli per condividerne la forza. continua
2) Bannock è una specie di pane piatto a base di farina d’avena e cotto sulla pietra, ma con lo stesso sono si dicono anche le focaccine dolci vedi

IL DOLCE MUTO

Notte di divinazioni era il tempo in cui le fanciulle ricevevano le visioni del futuro marito soprattutto dopo aver mangiato lo Soddag Valloo o “dolce muto” (dumb cake),  dalla ricetta molto semplice è una  focaccia senza lievito di  farina, uova, sale e acqua  cotta nella cenere, era infatti uso comune cuocere molti alimenti non a fuoco vivo ma con la cenere e le braci non più ardenti, quando il fuoco stava per spegnersi. C’erano tutta una serie di attrezzi  e padellame vario destinati allo scopo (continua).
Per poter vedere in sogno il futuro marito si doveva preparare la focaccia in silenzio e mangiarne una fetta camminando all’indietro fino al proprio letto sempre in silenzio: poichè la focaccia era molto salata,  avrebbe stimolato la sete, e il futuro marito in sogno avrebbe portato un bicchiere d’acqua per placarla.

continua rituali di Halloween: il cavallo di San Martino
FONTI
http://ontanomagico.altervista.org/samain.htm
http://isleofman.com/welcome/manx-language-symbols/manx-songs,-rhymes-prayers/hop-tu-naa/
http://www.isle-of-man.com/manxnotebook/fulltext/mb1896/p243a.htm
http://www.transceltic.com/blog/isle-of-man-hop-tu-naa-who-was-jinny-witch
http://www.isle-of-man.com/manxnotebook/fulltext/mb1896/p243a.htm
http://www.isle-of-man.com/manxnotebook/fulltext/mb1896/p243b.htm
http://wunderkammern.wordpress.com/2010/10/07/samhain/
https://ansionnachfionn.com/2015/10/26/the-origins-of-the-halloween-jack-o-lantern/
http://www.mamalisa.com/?t=es&p=1427
http://namanx.blogspot.it/2011/11/my-grandmothers-cook-book-traditional.html

ARRANE NY NIEE

In mannese si sono preservate alcune ninne-nanne, melodie fatate tramandate da madre in figlia, che sono degli spaccati di vita del tempo che fu. (vedi prima parte)

“THE WASHING SONG”

Le fate dell’Isola  di Man cantano questa ninnananna dal titolo “Arrane Ny Niee” mentre fanno il bagnetto ai loro bambini, così le donne del’isola l’hanno imparata e la cantano ai loro figli proprio come uno spell, affinchè crescano in bellezza e forza

James Kelly said that this was the song the women always used to sing when washing their babies. He maintained that they learned it first from the fairies, who had been heard singing it as they washed their own babies in the early morning in the Awin Ruy, a small river near this farm. The words seem to be a kind of incantation for the child to grow in beauty and strength.(Mona Douglas)

La melodia è conosciuta in Irlanda con il titolo Gol Na MBan San Ar (The Women’s Lament In Battle) o più comunemente come Eagle’s Whistle March e si ritiene essere The O’Donovan Clan March (P.W. Joyce (1909) e tuttavia è una melodia talmente popolare tra i violinisti e i piper che si presenta in molte varianti e come base di moltissime altre canzoni.

ASCOLTA William Coulter versione strumentale per chitarra e flauto

ASCOLTA Naomi Hughes  arpa
ASCOLTA Cairistiona Dougherty

GAELICO MANNESE
Bee dty host, my villish,
Bee dty host, my villish,
Niee mish dty laueyn,
Niee mish dty cassan (cassyn),
Aalin t’ou, my lhiannoo,
Bane as rea dty challin,
Sheidey dty coamrey meein.
Dagh laa cur aalid ort,
Vyrneem lhiam ny folt cas(s)agagh;
Ree ny rollagyn cur bannaght ort,
O my chree, my stoyr!(1)
Chooid nagh gaase ’sy voghrey,
Ligh eh gaase ’syn keeiraght,
Niee mish dty laueyn,
Niee mish dty cassan,
Chooid nagh gaase ec munlaa,
Lhig as gaase ’syn oie,
Cur ort dy chooilley grayse.
Dagh laa cur aalid ort,
Vyrneen lhiam ny folt cassagagh;
Ree ny rollagyn cur bannaght ort,
O my chree, my story(1)!

NOTE
1) espressione presa dal gaelico irlandese

TRADUZIONE  MONA DOUGLAS
I
Bee dty host,  my darling,
Bee dty host,  my darling,
hands now I wash your feet
beautiful you are, my child,
fair and smooth
your body silk your fine clothing
II
Every day putting beauty on you
O my wee girl of curly hair
the king of the stars blessing you
O my heart, my treasure
That which does not grow
in the morning
let it grow in the twilight
III
I will wash your hands, I will wash your feet
That which will not grow at night
let it grow at midday
bestowing on you every grace
Every day giving you strength
my wee girl of the curly hair
the king of the stars blessing you
TRADUZIONE  Cattia Salto
I
Taci mio biscottino,
Taci mio biscottino,
ti sto per lavare le mani,
ti sto per lavare i piedi,
la mia bellissima bambina
dalla pelle bella e liscia
vestita con seta preziosa.
II
Ogni giorno ti mando bellezza,
mia piccolina dai capelli ricci,
che il re delle stelle ti benedica
cuore mio, mio tesoro.
Ciò che non cresce
di mattina,
che cresca al crepuscolo,
III
Ti sto lavando le mani,
i piedi ti sto lavando,
quello che non cresce a mezzogiorno,
che cresca di notte.
Ti mando ogni grazia,
che ogni giorno accresca la tua bellezza, mia piccolina dai capelli ricci.
Il re delle stelle ti benedica .

LA VERSIONE INGLESE

Una versione testuale in inglese di Eliza Carthy (della serie quando il sangue non è acqua)

ASCOLTA Eliza Carthy & Saul Rose

(il testo per il momento è preso da quanto sentito ad orecchio, ma alcune parole non sono corrette..)
I
Hush, my darling,
Hush, my darling
hands now I wash your feet
now I wash them
And sing you my only one
fair and smooth
your body blows
and it looks so fine
Chorus (x2)
Each day put strength
(beauty) upon you
my darling sweet, with your hair curly ,
king of stars blessing on you

O my heart, my joy.
III
Good Morning
that which grows on
by the nightime growing
hands now I wash your feet
now I wash them
At noon I which all grows on
by night time it’s growing
and puts on you every grace

FONTI
http://www.smo.uhi.ac.uk/~stephen/chiollaghbooksfirstseries/CBPOD02S.pdf
http://www.ceolas.org/Regions/Manx-article.html
http://www.culturevannin.im/http://www.manxheritagemusic.org/home.aspx
http://www.barbarygrant.com/Lyrics/Kids/arrane%20ny%20niee.htm
https://thesession.org/tunes/9853
https://thesession.org/tunes/419
2

TRE “LULLABIES” DALL’ISOLA DI MAN

In mannese si sono preservate alcune ninne-nanne, melodie fatate tramandate da madre in figlia, che sono degli spaccati di vita del tempo che fu.

ARRANE BEN DROGH HRAGHTALAGH “The Smuggler’s Wife’s Song”

La ninnananna era cantata per avvisare dell’irruzione in casa della guardia di finanza (l’exciseman che abbiamo già trovato qui), così il marito avrebbe provveduto a nascondere bene la merce di contrabbando prima di entrare a casa.

ASCOLTA Caera

GAELICO MANNESE
Jeeagh quoi to cheet! T’an Ferny Keeshyn
(Chaddil oo my Laala!)
Shirraghey son ushteybio ny feeyney.
(Chaddil oo my Laala!)
CHORUS
Oghene, lhiannoo meein,
(Chaddil oo my Laala!)
Hig yn Fer thie ‘sy thie anmagh…
As cha bee noiraanaght echey…
CHORUS
Cuin vees ny Sostynee cheet orrin…
Cha vow ad rederbee meereiltagh…
CHORUS
Lhig daue shirr ayns thie ny baatey…
Beggan aynjee nish agh sceddan!


TRADUZIONE INGLESE
See the excise men coming
(Sleep my little baby)
They’ll be seeking wine and whiskey
(Sleep my little baby)
Chorus:
Oh, my dear child
Sleep my little baby
Daddy’s late and we must warn him
This time he’ll have nothing illegal
The Englishmen may board us
They’ll find nothing wrong
Let them search the boat
There’s little in there now but herrings.

TRADUZIONE Cattia Salto
Ecco che arrivano gli uomini della finanza,
(dormi bambino mio)
cercano vino e whisky.
(dormi bambino mio)
CORO
Oh bimbo caro
dormi bambino mio
Papà è in ritardo e lo dobbiamo avvisare,
questa volta non avrà nulla d’illegale (con sé).
Gli Inglesi possono salire a bordo,
ma non troveranno niente di strano.
Lasciate che cerchino nella barca,
non ci sono altro che aringhe.

ARRANE SAVEENAGH “Slumber Song”

fairy-craddleMona Douglas la classifica come una canzone originariamente composta in inglese e poi tradotta in gaelico mannese. L’immagine dei ragni che tessono la tela nel silenzio della notte è molto potente: è il concetto del Wyrd , la tela di Wyrd che nelle raffigurazioni antiche è rappresentata da una rete di losanghe. E’ una rete di fili che percorre la terra, è il legame del destino per cui tutti noi siamo legati ad altri .

ASCOLTA Cairistiona Dougherty voce e chitarra

GAELICO MANNESE
O bee dty host, lhiannoo, er dty lunjean
Tra heidys y geay eisht leaystee yn clean
My brishys y bangan neose gys yn ooir
Hig lhiannoo as clean as ooilley nyn droor
O bee dty host, lhiannoo, er baare y tonn
Tra yllys yn geay lunjeanee y lhong
She harrish yn aarkey, harrish y cheayn
Ayns lhiabbee t’ou cadley, lhiannoo veg veen
Heear er y chronk glass, O lhiannoo my chree
Tra cheerys yn oie vees ooilley ec shee
Agh ass yn aer feayn hig snieuaneyn kiaull
Eaisht! Cluinnee uss adsyn syn troailt noon as noal?


TRADUZIONE  MONA DOUGLAS
O hush you my child,
sleep while I sing
the wind blows your hammock will swing
But if the branch breaks down,
down we shall fall
The babe in the cradle,
the singer and all!
Oh hush my child on a wave born along
The tall ship is swaying,
loud the wind’s song
‘Tis over the tide-ways, over the sea
Wrapped safe you will slumber
sailing to me.
On the hills of the West,
O child of my love
When darkens the twilight,
peace broods above
But cobwebs of music
through the air go
Hark! Can you not hear them
drift to and fro?

TRADUZIONE  Cattia Salto
Taci bambino mio,
dormi mentre canto,
il vento soffia sulla tua culla che dondola,
ma se se il ramo si spezza
giù cadremo,
il bambino nella culla,
chi canta e tutti gli altri.
Taci bambino mio nato sulle onde,
il veliero beccheggia,
forte è il canto del vento,
in viaggio sulle maree e sul mare
avvolto e protetto dormirai navigando con me.
Sulle colline ad ovest
o bambino, amore mio,
quando scurisce il crepuscolo,
la pace regna,
ma ragnatele di musica
vanno nell’aria.
Ah non li senti
andare avanti e indietro?

continua seconda parte

FONTI
http://www.smo.uhi.ac.uk/~stephen/chiollaghbooksfirstseries/CBPOD02S.pdf
http://www.ceolas.org/Regions/Manx-article.html http://www.culturevannin.im/ http://www.manxheritagemusic.org/home.aspx https://thesession.org/tunes/12811
https://thesession.org/tunes/1589
https://thesession.org/tunes/12872 http://www.ptsheetmusic.com/Arrane%20Saveenagh.pdf