FLOW GENTLY SWEET AFTON

Il piccolo fiume Afton che scorre nella vale omonima nella verde Ayrshire è famoso in tutto il mondo grazie alla canzone di Robert Burns. In una lettera alla signora Francis Dunlop, sua mecenate, egli loda la bellezza del fiume e delle sue rive. Così le scrive il 5 febbraio 1789 “There is a small river, Afton, that falls into the Nith, near New Cumnock, which has some charming, wild, romantic scenery on its banks.” Seduto su una roccia e in contemplazione scrisse una poesia solo apparentemente dedicata al fiumicello.

flow-gently-sweet-afton

FLOW GENTLY

La poesia  scorre lenta e placida come l’Afton, ma solo apparentemente il fiumicello è il vero soggetto dell’attenzione del poeta, perchè in ogni strofa i versi vanno alla dolce Mary.
Secondo quanto riferito dal fratello Gilbert Burn la fanciulla è certamente  Mary Campbell corteggiata da Robert nel 1786, probabile anno in cui la canzone è stata scritta.
Dr Currie, primo biografo di Burns ritiene invece che la bella sia la signora Catherine Stewart di Afton Lodge (nella tenuta di Enterkine a Tarbolton sulle rive dell’Ayr): la magione con grande tenuta diventa nella poesia una casetta e la signora la fanciulla per la quale spasima il bardo! In risposta al quesito così scrisse il nipote (con buona pace di quanti continuano a riportare le ipotesi di Currie) “Afton Lodge is in the parish of Tarbolton, and was built by my grandmother, Mrs. General Stewart, on parting with Stair. Her paternal estate of Afton is in the parish of New Cumnock, and has no residence on it, so she built Afton Lodge near Tarbolton, and named it after the Afton estate. It does not appear that the song called Afton Water is among the poems sent to her by Burns. Before her marriage, her name was Katherine Gordon, heiress of Afton, which estate I now possess.”

LA VERSIONE FOLK

La melodia scelta da Robert Burns  pubblicata  nello Scots Musical Museum vol IV (1792) #386 è attribuita al maggiore William Logan di Ayrshire
ASCOLTA Nickel Creek  (un giovanissimo Chris Thile, si proprio lui quello dei Punch Brothersin Nickel Creek 2000 e gli accenti bluegrass -chissà cosa ne penserebbe Robbie? (sicuramente si sarebbe messo a fare la corte alla violinista – Sara Watkins)

Tony Cuffe in The Complete Songs of Robert Burns, vol. 1  (da ascoltare su Spotify)
ASCOLTA Sandi Thom


I
Flow gently, sweet Afton(1)!
Amang thy green braes(2),
Flow gently, I’ll sing thee
a song in thy praise;
My Mary’s asleep by
thy murmuring stream,
Flow gently, sweet Afton,
disturb not her dream.
II
Thou stock-dove whose echo
resounds thro’ the glen,
Ye wild whistling blackbirds
in yon thorny den,
Thou green-crested lapwing
thy screaming forbear,
I charge you, disturb not
my slumbering Fair.
III
How lofty, sweet Afton,
thy neighbouring hills,
Far mark’d with the courses
of clear, winding rills(3);
There daily I wander
as noon rises high,
My flocks and my Mary’s
sweet cot(4) in my eye.
IV
How pleasant thy banks
and green valleys below,
Where, wild in the woodlands,
the primroses blow(5);
There oft, as mild Ev’ning
weeps(6) over the lea(7),
The sweet-scented birk(8)
shades my Mary and me.
V
Thy crystal stream, Afton,
how lovely it glides,
And winds by the cot(4) where
my Mary resides;
How wanton(9) thy waters
her snowy feet lave(10),
As, gathering sweet flowerets,
she stems(11) thy clear wave.
VI
Flow gently, sweet Afton,
amang thy green braes,
Flow gently, sweet river,
the theme of my lays(12);
My Mary’s asleep
by thy murmuring stream,
Flow gently, sweet Afton,
disturb not her dream.
TRADUZIONE DI CATTIA SALTO
I
Scorri piano dolce Afton(1)!
Tra le verdi rive(2),
scorri piano ti canterò
una canzone in tua lode;
la mia Mary si è addormentata
al mormorio della tua corrente,
scorri piano dolce Afton
per non disturbare il suo sonno.
II
Tu colombella la cui eco
risuona nella valle,
voi merli selvatici che fischiate
in quella valle di rovi,
tu pavoncella con la cresta verde
dal richiamo lamentoso,
io vi scongiuro di non disturbare
la mia bella addormentata!
III
Che nobili, dolce Afton,
le tue colline circostanti
in lontananza segnate dai percorsi
di chiari, ruscelli tortuosi(3)
dove mi aggiro quotidianamente
appena il giorno sorge,
con le mie greggi e la dolce casetta(4)
della mia Mary sotto gli occhi.
IV
Come piacevoli sono le tue rive
e le verdi vallate sottostanti,
dove, nei boschi silvani,
le primule fioriscono(5);
là spesso, mentre le lievi gocce(6)
di umidità serale salgono sopra il prato(7)
la betulla(8) dal dolce profumo
ripara la mia Mary e me.
V
Il tuo corso argenteo, Afton
come scorre amabilmente
e rinfresca la casetta (4) dove
la mia Mary risiede;
come liberamente(9) le tue acque
tra i suoi piedi candidi fai scorrere(10)
mentre, raccogliendo teneri fiorellini,
lei si oppone(11) alla tua onda chiara
VI
Scorri piano dolce Afton
tra le verdi rive,
scorri piano, dolce fiume,
tema delle mie canzoni(12);
la mia Mary è addormentata
dal mormorio della tua corrente,
scorri piano dolce Afton
per non disturbare il suo sonno.

NOTE
1) L’Afton è un piccolo fiume della Scozia che scorre pigramente dall’Altwhat Hill (New Cumnock) per otto kilometri lungo la Valle omonima fino a immettersi nel Nith. Il nome Afton deriva dal celtico “afon” che significa semplicemente acqua, corso d’acqua: afon (gallese); Abhainn (gaelico); abann (Old Irish); M. Aoun (cornico, bretone); Abona (gallico) in riferimento probabilmente ad un’antica divinità delle acque, è anche nome proprio di donna. Alcuni fanno derivare il nome da Abhainn Donn [in italiano acqua marrone] ma le acque del fiume non sono per niente torbide, tanto meno ai tempi di Burns che le descrive come “acque cristalline” per la loro trasparenza!
2) braes=banks
3) rills=brooks
4) cot=cottage
5) blow=blossom
6) weeps=drops moisture
7) lea=meadow
8) birk=birch
9) wanton=freely
10) lave=wash, flow against
11) stems=resists
12) lays=songs

MELODIE DA FIABA

Ben altre due melodie vennero composte appositamente sulla canzone: una del 1855, dello scozzese Alexander Hume (registrata nel 1922 dal tenore Joseph Hislop); l’altra dell’americano Jonathan E. Spilman che la compose nel 1838; la canzone viene inoltre occasionalmente impostata sulla melodia “Away in a Manger” nota come “Craddle song” o in medley con essa nelle compilation di Christmas lullaby.
Le versioni sono decisamente classiche e “vecchio stile” e sembrano uscite da un film d’animazione Walter Disney degli anni 50, e da un momento all’altro ci si aspetta di veder sbucare dalle rive del ruscello una Biancaneve che gorgheggia con gli uccellini.

MELODIA DI ALEXANDER HUME
la versione “classica”
ASCOLTA Christy Lyn
ASCOLTA Ken McKellar

MELODIA JONATHAN E. SPILMAN (valzer lento)
ASCOLTA Jo Stafford
ASCOLTA Pride & Prejudice  nel film del 1940  con una delle sorelle  Bennet che  strazia la canzone! (cercate di non soffermarvi troppo sugli “abiti meringa” in stile 1830 assolutamente sbagliati rispetto all’ambientazione di Jane Austen – ai suoi tempi era di moda lo stile impero! )

UNA GITA LUNGO L’AFTON

Sicuramente buon spunto per una camminata lungo il fiume Afton seguendo i passi di Newton Stewart vedi

FONTI
http://members.tripod.com/bob_newcumnock/pn_A/index.html
http://www.robertburns.plus.com/Stories6.htm
http://www.robertburns.org/encyclopedia/StewartofStairMrsCatherined1818.818.shtml
http://www.burnsscotland.com/items/v/volume-iv,-song-386,-page-400-afton-water.aspx
http://members.tripod.com/bob_newcumnock/burns_trail/afton.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=11200
http://thesession.org/tunes/855

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*