BLOW AWAY THE MORNING DEW

Child ballad #112
Variante The Baffled Knight

Nella versione più antica della ballata, un giovane e inesperto cavaliere incontra una fanciulla per i campi e le chiede di fare sesso, ma la fanciulla si prende gioco della sua inesperienza amorosa e lo raggira con uno stratagemma. Attraversando i secoli e la trasmissione orale il contesto della ballata diventa più prosaico e la fanciulla non sta più giocando con il fuoco, ma è tutta intenta a preservare la propria virtù.

VERSIONE D: BLOW AWAY THE MORNING DEW

La ballata è riportata in moltissime versioni testuali sia nelle raccolte settecentesche che nei Broadsides, oltrechè trasmessa oralmente in Gran Bretagna e America con i titoli di ” Blow (Clear)(Stroll) Away The Morning Dew”; il protagonista maschile di volta in volta è un gentleman, o un pastorello / contadinello. La novità rispetto alle versioni A e B già viste (qui e qui) è il ritornello che, declinato in un paio di varianti, parla del vento del mattino che spazza via la rugiada della notte.

Così scrive Geoff Woolfe "Cecil Sharp noted several versions of this song in his travels around Somerset in the early 1900s, and in 1916 published what became the 'standard' version later sung by many schoolchildren and choirs. Vaughan Williams used the tune for his folk song suite for military band in the 1920s. The text in Mrs Nation*'s version is similar to most others; its meaning may have been lost on collectors and schoolchildren in more innocent times" (tratto da qui)
 * Elisabeth Nation da Bathpool, Somerset.

ASCOLTA Oscar Brand & Joni Mitchell 1965: una ancora sconosciuta Joni Anderson, ma già rifulgente. Il video fa parte della serie televisiva “Let’s Sing Out” condotta da Oscar Brand  che fu registrata in vari campus universitari del Canada e mandata in onda dalla televisione canadese dal 1963 al 1966. La versione testuale della ballata è stata un po’ ritoccata e ridotta nella forma di canzoncina umoristica.

I
There was a young farmer
Kept sheep all on the hill;
And he walk’d out one May morning(2)
To see what he could kill.(3)
Chorus
And sing blow away the morning dew
The dew, and the dew.
Blow away the morning dew,
How sweet the birds they sing(4)
II
He looked high, he looked low,
He cast an under look;
And there he saw a pretty maid
that swimming in a brook.
VI
“If you take to my father’s castle(6)
Which is walled all around,
And, you may have a kiss from me
And twenty thousand pound”(7).
VII
When they got to her father’s gate,
quicly she ride in:
There is a fool without
And here’s a maid within.
VIII
There is a flower in the garden,
they call it Marigold(8):
And if you do not when you’re young(9),
then you may not when you’re olde.
TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
C’era un contadinello
che governava le pecore sulla collina
e uscì una mattina di maggio(2)
per vedere di cacciare qualcosa(3).
RITORNELLO
Spazza via la rugiada del mattino
la rugiada, la rugiada
Spazza via la rugiada del mattino,
come soavi cantano gli uccelli
II
Guardò in su e guardò in giù
e gettò uno sguardo di lato;
e vide una graziosa fanciulla
che nuotava nel torrente.
VI
“Se mi porterai al castello paterno
che è circondato dalle mura tutt’intorno
potrai avere un mio bacio
e 20.000 sterline(7)”
VII
Quando arrivarono al portone
svelta lei corse dentro ”
C’è uno stupido all’esterno
e una vergine all’interno”.
VIII
C’è un fiore nel giardino
che chiamano calendula(8),
se non la cogli quando sei giovane(9),
poi non potrai farlo quando sarai vecchio!

Si confronti con la versione  tratta dalla raccolta di Phyllis Marshall(1), essendo entrambe riconducibili a quella”standard” pubblicata da Cecil Sharp nel 1916.

I

Once I was a shepherd boy kept sheep all on a hill
And I went out one May morning(2) to see what I could kill(3)
Chorus:
And it’s; I the dewy morning,blow the winds-I-O
Blow away the morning dew, how sweet the winds do blow(4)
II
I gaze’d high I gaze’d low I gave a downright look
Soon I spied a fair pretty maid a swimming down the brook
III
We swimm’ed we swimm’ed there ‘til we came to some tots of hay
“Oh isn’t this a very pretty place for boys and girls to play?”
IV
“The dew’s all on the grass, it’ll spoil my wedding gown(5)
Which cost my father out of his purse as many pounds as crowns”
V
“I’ll take off my riding coat and wrap it round and round
There is a wind come from the west which soon will blow it down”
VI
“If you will come to my father’s gate there you shall set me down
And you shall see what I can do for fifty thousand pounds(7)”
VII
Oh when she came to her father’s gate, so nimble she did run
Saying “You’re a fool outside the gate and I’m maid within”
VIII
“There is a flower in my father’s garden it’s called the mary-gold
And if you don’t pick it when you can, you shall not when you will.”

NOTE
1) Phyllis Marshall raccolse 26 canzoni popolari tra il 1916 e il 1917 da Bathpool e West Monkton, Somerset. Nel Somerset Scrapbook, Bob e Jackie Patten scrivono: “in 1916 and 1917 Miss Phyllis Marshall was collecting songs around West Monkton. Although only a small collection, her note books contain some choice material. This collection only came to light in the 1970s when it was found in a second-hand book shop and bought for a few pence“.
2) il verso è significativo e chiarisce il ritornello: non si tratta di un una mattina qualunque di maggio, ma di calendimaggio e la notte (non dimentichiamo che per i celti il giorno inizia dalle ore del tramonto del sole e dunque è la notte che precede il giorno, per questo le celebrazioni delle feste hanno inizio al tramonto del giorno precedente) è quella propizia per il bagno nella rugiada: è il sole di Beltane a dare maggiore potere all’acqua (vedi).
3) qui il giovanotto va a caccia per necessità, ma inizialmente era un gentiluomo a caccia per diletto: è evidente l’allusione alla donna come preda
4) la strofa è stata variata per renderla più “ammiccante”, Il ritornello riportato da Cecil Sharp dice:
And sing blow away the morning dew,
The dew, and the dew.
Blow away the morning dew,
How sweet the winds do blow.
5) la donna cerca di dissuadere l’uomo con un pretesto (e chi canta non sembra avere perplessità sull’incongruenza dei due appena usciti da torrente in cui nuotavano presumibilmente nudi), quello del vestito che si stropiccia è un punto fermo della storia che già nelle sue versioni seicentesche ammoniva i giovanotti inesperti (in amore) “Spare not for her gay clothing, But lay her body flat on the ground”
6) presumo che Oscar Brand abbia utilizzato la parola “castello” per avvalorare l’origine “antica” della ballata, (facendo un po’ fatica a farla stare nella metrica)
7) ovviamente si sta riferendo alla ricca dote, anche nella versione raccolta di Phyllis Marshall che si potrebbe equivocare, si tratta sempre di una millantata ricca dote che l’uomo potrà avere in cambio del matrimonio
8) marigold= con lo stesso termine si indica sia la calendula che il tagete. Io propendo per la calendula che già nella seconda metà del 1600 è stata portata in America dai primi coloni. Il fiore riprende il simbolismo solare ed era considerata una pianta protettiva. In questo contesto simboleggia la virtù della fanciulla
9) anche l’aver trasformato la massima “se non la cogli quando puoi, non la coglierai quando vorrai” in “se non lo fai quando sei giovane, allora non potrai farlo quando sarai vecchio” indica la volontà di rendere meno brutale la storia.

ASCOLTA Ian Robb in “Ian Robb and hang the Piper” 1979 Nelle note Ian scrive ” the bulk of the text and the tune coming from ‘This Singing Island’, MacColl and Seeger”

CLEAR AWAY THE MORNING DEW
I
As I walked out one morning fair,
To see what I could shoot(1),
I there espied a pretty fair maid
Come a-tripping by the road.
CHORUS
And sing, Hail the dewy morning’
Blow all the winds high-O.
Clear away the morning dew,
How sweet the winds do blow.
II
We both jogged on together
‘Till we came to some pooks of hay.
She said’ “Young man, there is a place,
Where you and I can lay”.
III
I put me arms around her waist
And I tried to throw her down.
She said “Young man, the dewy grass
Will rumple my silk gown. “IV
“But if you come to me father ‘s house
There you can lay me down.
You can take away me maidenhead,
Likewise a thousand pounds(2).”
V
So I took her to her father’s house,
But there she locked me out.
She said’ “Young man, I’m a maid within,
And you’re a fool without! ”
VI
So it’s if you come to a pretty maid,
A mile outside of town,
Don’t you take no heed of the dewy grass
Or the rumpling of her gown(5).
TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
I
Mentre andavo in una bella mattina
a cercare di impallinare qualcosa,
scorsi una giovane e bella fanciulla
che andava a passeggio per la strada.
RITORNELLO
Evviva la rugiada del mattino,
che tutti i venti portano via,
scompare la rugiada mattutina
non appena i venti dolcemente soffiano.
II
Abbiamo camminato insieme
finchè siamo arrivati a dei covoni di fieno
e lei disse “Giovanotto questo è il posto
dove ci possiamo riposare”
III
L’ho stretta tra le braccia
e ho cercato di stenderla giù
“Giovanotto, l’erba umida
mi stropiccerà l’abito di seta.
IV
Ma se verrete fino alla mia casa paterna,
allora vi coricherete con me
e prenderete la mia verginità,
insieme a un migliaio di sterline”
V
Così l’ho accompagnata alla casa di suo padre, ma lei mi ha chiuso fuori
dicendo “Giovanotto io sono una vergine all’interno e voi uno sciocco all’esterno”
VI
Perciò se incontrate una bella fanciulla
ad un miglio dalla città,
non abbiate riguardo a che l’erba umida
le stropicci il vestito!

NOTE
1) presumibilmente il protagonista è un gentleman che si diletta nella caccia come passatempo
2) ovviamente si sta riferendo alla dote

LA VERSIONE INGLESE

Il protagonista è diventato ora un pastorello che mentre si reca al ruscello per bere vede una fanciulla che sta facendo il bagno. Invece di saltarle addosso si lascia convincere ad andare nella più vicina locanda dove però resta chiuso fuori. La versione è simile alla Child # 112 versione D (già in “Ancient and Modern Scots” di Herd, 1769)

ASCOLTA
Lucy Ward, un arrangiamento molto “inglese”

Testo in “The New Penguin Book of English Folk Songs”, Julia Bishop, Steve Roud con il titolo The Baffled Knight


There was a shepherd and he,
kept sheep upon a hill,
and he would go each May morning
all for to drink his fill
Chorus (after every other verse):
So it’s blow the windy morning
Blow the winds i-o,
Clear away the morning dew
And sweet the winds shall blow
He look-ed high and he look-ed down,
and he gave a downward look
and there he spied a pretty maid,
a-washing at the brook.(1)
And then they rode along the road
till they came unto the inn
and ready was the waiting maid
to let the lady in.
She’s jump-ed off her milk white steed,
and stepped within the inn
crying “You’re a beggar without
and I’m a maid witin”
“You may pull off your shoes and hose
anf let your feet go bare
and if you meet a pretty girl
you touch her if you dare”
“I won’t pull off my shoes and hose
or let my feet go bare
but if I meet with thee again
be hanged if I despair”
TRADUZIONE ITALIANO DI CATTIA SALTO
C’era un pastore  che
teneva le pecore sulla collina
e andava ogni mattino di maggio
a riempirsi la bottiglia (d’acqua)
CORO
Soffia il vento del mattino
soffia il vento
scompare la rugiada mattutina
non appena i venti dolcemente soffiano.

Lui guardava in su e guardava in giù
e dava uno sguardo per traverso
e là vide una bella fanciulla
che si lavava nel ruscello.
E allora loro cavalcarono lungo la strada
finchè arrivarono a una locanda
e svelta fu la cameriera di guardia
a far entrare la dama.
Lei smontò dal suo destriero bianco latte
e entrò nella locanda
gridando ” Tu sei un mendicante fuori
e io sono una fanciulla dentro”
“Puoi toglierti scarpe e calzini
e andare a piedi nudi
ma se incontri una bella ragazza
abbi l coraggio di toccarla”
“Non voglio togliermi scarpe e calzini
e andare a piedi nudi
ma se ti incontro ancora
che sia impiccato se mi dispererò”

NOTE
1) qui si salta tutta la parte di schermaglia amorosa tra pastorello e dama per passare direttamente alla cavalcata verso un comodo letto. Così facendo non riusciamo a cogliere il senso della battuta finale. In The Baffled Knight spesso il cavaliere si preoccupa di sgualcire il bell’abito della dama e per riguardo delle vesti si lascia convincere a “posticipare” per un luogo più comodo, salvo poi essere sbeffeggiato. La morale della favola diventa “Quando hai la tua femmina a un miglio o due dalla città, non risparmiare le sue gaie vesti, ma stendi il suo corpo a terra”

LA VERSIONE SCOZZESE: SHEPHERD LAD

ASCOLTA  Battlefield Band


Once there was a shepherd lad
kept sheep upon the hill
An he’s laid his pipe and crook aside
and there he’s slept his fill.
He woke up on a riverbank
on a fine May mornin,
And there he spied a lady swimming in the clothes that she was born in(1).
So he raised his head from his green bed
and he approached the maid.
“Put on yer claithes, my dear,” he says,
“and do not be afraid.
It’s fitter for a lady fair to sew a silken seam
Than to rise on a fine May morning
and swim against the stream.”
“Well, if you’ll not touch my mantle
and you’ll leave my claithes alane,
Then I’ll give you all the money, sir,
that you can carry hame.”
“I’ll not touch your mantle
and I’ll leave yer claithes alane,
But I’ll tak you out of the clear water,
my dear, to be my ane.”
So he’s taen her oot o the clear water
and he’s rowed her in his arms.
“Put on yer claithes, my dear,” he says,
“and hide your bounteous charms.”
He put her on a milk white steed
and himself upon another,
And it’s all along the way they rode
like sister and like brother.
They rode intae her faither’s gate
and she’s tirled at the pin(2),
And ready stood a porter there
to let the fair maid in.
When the gates were opened,
it’s so nimbly she stepped in.
She said, “Kind sir, you are a fool without
and I’m a maid within.
“So fare thee weel, my modest boy.
I thank you for your care,
But if you had done as you desired,
I’d never have left you there.
I will sew no silken seam on a fine May morning.
You can bide your time till your time runs out,
so take this as fair warning.”
TRADUZIONE ITALIANO
C’era una volta un pastorello
che custodiva le pecore sulla collina
e ha messo da parte la sua cornamusa e il bastone da pastore e là si mise a dormire
Si svegliò sulla sponda di un fiume
in una mattina di maggio
E lì vide una donna che nuotava con indosso
solo la nuda pelle
Così lui alzò la testa dal suo verde letto
e si avvicinò alla fanciulla
“Mettetevi i vestiti mia cara” dice,
“e non abbiate paura
E ‘più facile per una bella dama cucire un ricamo di seta che alzarsi una bella mattina di maggio
e nuotare contro corrente. ”
“Beh, se non toccate  il mio mantello
e lasciate stare i miei vestiti
poi vi darò tutti i soldi, signore,
che vi potete portare a casa”.
“Io non toccherò il vostro mantello
e lascerò stare i vostri vestiti
Ma vi porterò fuori dall’acqua limpida,
mia cara, affinchè siate al sicuro ”
E la portò fuori dall’acqua limpida
remando con lei tra le braccia
“Indossate i vostri abiti, mia cara,” dice,
“e nascondete il vostro fascino generoso”
La mise su un destriero bianco-latte,
e lui montò sull’altro
e per tutta la strada cavalcavano
come sorella e come fratello.
Cavalcarono fino al cancello del padre di lei
e suonò il campanello(2),
E pronto stava un portiere lì
per lasciare entrare la bella dama
quando si aprirono le porte,
è così agilmente lei entrò
“Gentile signore, voi siete un pazzo fuori
e io sono una fanciulla dentro.
Così addio, mio povero ragazzo,
vi ringrazio per la vostra attenzione
Ma se avreste fatto secondo i vostri desideri ,
non vi avrei mai lasciato lì.
Io non cucirò un ricamo  di seta durante una bella mattina di maggio, ad aspettare tempo giusto si rischia che diventi troppo tardi, accettate il mio consiglio”

NOTE
1) un giro di parole per dire che la dama faceva il bagno nuda
2) il dettaglio non è anacronistico:  “Twirl” is a variant (chiefly Scottish) of “tirl” (also chiefly Scottish) which means to make a rattling sound. When we were visiting some old fortified houses in Scotland, I seem to recall being shown a device on the outside of a door that was a vertical piece of metal with spiral ridges (a twisted “pin”) mounted perhaps an inch or three out. On the pin was a ring that was free to move up and down [to] produce a rattling sound that would transmit to the inside and announce a visitor … “twirling” or “tirling” the ring, or the pin. .. as we find in so many of the old ballads. (Judy Cook, www.mudcat.org, 14 Nov)

VERSIONE SEA SHANTY: Blow Away the Morning Dew

[Richard Runciman] Terry [in The Shanty Book Part II (J. Curwen & Sons Ltd., London. 1924)] comments that although Short started his Blow Away the Morning Dew with a verse of The Baffled Knight, he then digresses into floating verses. In fact three of the verses recorded and published by Terry, not one derive from The Baffled Knight! Short sang only the “flock of geese” verse to Sharp. Sharp did not publish the shanty, but other authors also give Baffled Knight versions. The other predominant version in collections is the American whaling version but still using the tune associated with The Baffled Knight and the chorus remaining close to the usual words. (tratto da qui)

ASCOLTA Jim Mageean in Short Sharp Shanties vol 3, 2012 the anthology of songs collected from John Short by Cecil Sharp, Short Sharp Shanties Vol. 3: Sea Songs of a Watchet Sailor.

As I walked out one morning fair,
To view the meadows round,
is there I espied a maid fair
Come a-tripping on the ground.

chorus:
And blow the wind in the morning
Blow the winds high-O.
Clear away the morning dew,
and blow boys blow.

FONTI
https://mainlynorfolk.info/martin.carthy/songs/thenewmownhay.html
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=64609
http://71.174.62.16/Demo/LongerHarvest?Text=Child_d11204
http://www.mustrad.org.uk/articles/phyllism.htm
http://mudcat.org/thread.cfm?threadid=64609
https://afolksongaweek.wordpress.com/2012/05/20/week-39-stroll-away-the-morning-dew/ http:[email protected]?SongID=717 http:[email protected]?SongID=1207 http:[email protected]?SongID=5962 http://www.rosaleengregory.ca/the-baffled-knight.html http://www.readbookonline.net/readOnLine/43791/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*