AS I LAY ON YULIS NIGHT

Tra i Christmas Carols possiamo annoverare una serie di ninna-nanne dalle origini medievali ancora oggi nei repertori delle Corali e nelle compilation di musica natalizia; dette anche Cradle songs sono canti semplici, evocativi di un intimo momento tra Maria e Gesù.

AS I LAY ON YULIS NIGHT

Madonna con bambino XIV secolo

La ninna nanna risalente al XIV secolo si conserva nel manoscritto di John of Grimestone (1372), un frate francescano di Norfolk che aveva annotato sermoni, poesie e canti ai fini della sua predicazione tra la folla. (il manoscritto si trova ora a Edimburgo, nella National Library of Scotland, siglato MS. 18.7.21.) Non è però certo se il canto sia stato composto da lui o semplicemente trascritto da altre fonti. Come sia il canto è stato ritrovato in altri manoscritti del XV secolo, finalmente anche accompagnato da notazione musicale.

Delle 14 strofe di cui è composta la ninna-nanna “Als I lay on Yoolis Night” oggi si cantano per lo più solo le prime 6/7 (versione integrale qui)
La melodia è volutamente semplice, ma non banale, una precisa scelta stilistica per divulgare il mistero della Natività.
ASCOLTA Eeva-Maria Kauniskangas & Kristian Kokko: voce e chitarra classica

ASCOLTA Origo Ensemble

ASCOLTA Martin Best Ensemble in “Thys Yool” 1988: Martin Best, Donna Deam, Kristine Szulik

ASCOLTA Anonymous 4


Lullay, lullay, lay lay, lullay,
Mi deere moder, synge lullay…
I
Als I lay on Yoolis Night,
Alone in my longynge,
Me thought I saw a well faire sight,
A maid hir childe rockynge.
II
The maiden wolde withouten song
Hir childe aslepe to brynge;
The childe him thought sche ded him wrong,
And bad his moder synge.
III
“Synge now, moder,” saide the childe,
“Wat schal to me befall
Heerafter wan I cum til eld,
For so doon modres all.
IV
“Swete moder, faire and fre,
Because that it is so,
I pray thee that thou lulle me
And synge sumwat therto.”
V
“Swete sune,” saide sche,
“Weroffe schuld I synge?
Ne wist I nere yet more of thee
But Gabriels gretynge.
VI
“He grett me goodli on his knee
And saide, ‘O Hail, Marie!
Hail, full of grace, God is with thee;
Thou beren schald Messie.'”
Traduzione italiano di Cattia Salto
Ninna nanna
mamma cara canta ninna
I
Mentre stavo nella notte del Solstizio, solo con la mia nostalgia,
pensai di vedere una bella scena (1):
una fanciulla cullare il suo bambino
II
La fanciulla voleva, senza il canto
far addormentare il bimbo;
il bimbo pensava che gli facesse torto
e invitò sua madre a cantare.
III
“Canta ora mamma –
disse il bimbo-
di ciò che mi accadrà
fino a quando diventerò grande,
perché tutte le mamme lo fanno (2)”
IV
“Cara mamma, bella e buona
perché è proprio così,
ti prego di cullarmi
e cantare per me un po’”
V
“Caro figlio –disse  lei-
di cosa dovrei cantare?
Non conosco nulla di te, tranne l’annunciazione di Gabriele (3)”
VI
“Lui mi salutò dolcemente inginocchiato e disse “Ave Maria!
Salve piena di Grazia, il Signore è con te; tu porterai il Messia” (4)

NOTE
1) secondo un topico delle ballata popolare la narrazione è riportata come una testimonianza di un personaggio anonimo che per caso assiste agli eventi. Così anche le visioni (aisling) fanno parte del genere.
2) nelle ninne nanne della tradizione popolare le mamme predicono il futuro dei figli, secondo i generi e la classe sociale.
3) solo adesso chi ascolta si rende conto che i protagoniosti non sono solo una mamma e un bambino, ma la Madre e il Figlio di Dio.
4) il canto prosegue con la descrizione dell’incontro con l’Angelo e Maria conclude
Then, as he said, I thee bare
On a midwinter night,
In maidenhood, without care,
By grace of God almight.

The shepherds that waked in the wold
Heard a wondrous mirth
Of angels there, as they told,
At the time of thy birth.
E’ Gesù Bambino a proseguire il canto profetizzando il suo futuro, così è lui a confortare e cullare la giovane madre

FONTI
http://corymbus.co.uk/as-i-lay-on-yules-night/
http://www.markwinges.com/scores/yoolis.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.