Back of Bennachie

Sono numerose le canzoni popolari scozzesi che narrano d’incontri romantici “among the heather”( o come dicono in Scozia “amang the heather”) cioè in camporella, tra procaci pastorelle e baldi giovanotti, questo filone ha come luogo dell’appuntamento lo scenario delle Bennachie Hills, la montagna o collina come dir si voglia più famosa e conosciuta della Scozia nord-orientale.
Situata nel Garioch tra i fiumi  Don e  Gadie è una catena di alture, punto di riferimenti dell’Aberdeenshire della Scozia con la più alta, Oxen Craig, che arriva a circa 500 metri. (vedi prima parte)


This photo of Bennachie Hill Walks is courtesy of TripAdvisor

BACK OF BENNACHIE

Nel Nord della Scozia è una delle canzoni più popolari con il testo rielaborato a partire dal ritornello, con il titolo di “Braes o ‘Bennachie” o “The Back of Bennachie” ma anche “Gin I Were Where The Gadie Runs” presenta  molte varianti. La melodia è “The Hessian’s March”  conosciuta dai più associata alla anti-war song My Son David” .
In merito ai testi sono sorte un po’ di confusioni per via delle tante rielaborazioni: il filone è quello agreste con un’idilliaca visione dell’amena località cantata nel mutarsi delle stagioni (John Imlah) oppure una nostalgica canzone dell’emigrante (Rev. John Park), ma anche un lament.

Gin I Were Where The Gadie Runs

L’autore del testo è John Imlah (1799-1846) e nel  ‘The Greig-Duncan Folk Song Collection’, vol VI sono riportate cinque versioni della canzone. La canzone nei versi di Imlah è una idilliaca visione dell’amena località cantata nel mutarsi delle stagioni (vedi).
Un testo ulteriormente rielaborato dal Rev. John Park  (1805-1865)  di St Andrew, la trasforma in una nostalgica emigration song!
ASCOLTA Alex Campbell  1963.

Rev. John Park*
O Gin I were whaur the Gadie (1) rins
Whaur the Gadie rins,
whaur the Gaudie rins
Gin I were whaur the Gaudie rins
At the back (2) o’ Bennachie
I
Aince mair to hear the wild birds’ sang,
To wander birks an’ braes amang
Wi’ friends and fav’rites left sae lang
At the back o’ Bennachie.
II
Oh, an’ I were whaur Gadie rins,
‘Mang blooming heaths and yellow whins,
Or brawlin’ down the bosky linns
At the back o’ Bennachie.
Chorus
III
O Mary ! There on ilka nicht
when baith our hearts wew young and licht,
we’ve wander’d when the moon was bricht
At the back o’ Bennachie.
IV
O ance, ance mair where Gadue rins
where Gadue rins, where Gadue rins
o micht I dee where Gadie rins
At the back o’ Bennachie.
Traduzione italiano di Cattia Salto
Vorrei essere dove scorre il Gadie
dove scorre il Gadie
dove scorre il Gadie

Vorrei essere dove scorre il Gadie
ai piedi del Bennachie
I
Per ascoltare ancora una volta cantare gli uccelli del bosco e vagare tra boschetti e colline con gli amici e i cari lasciati da tanto, ai piedi del  Bennachie
II
Vorrei essere dove scorre il Gadie
tra l’erica in fiore e la gialla ginestra,
o dove rimbottano le cascate dalle rive frondose
ai piedi del  Bennachie
Coro
III
O Maria! Là ogni sera,
quando entrambi i nostri cuori erano giovani e lieti,
andavamo a vagabondare quando la luna era luminosa
ai piedi del  Bennachie
IV
Oh una volta, ancora una volta dove scorre il Gadie, dove scorre il Gadie,
oh se potessi morire dove sorre il Gadie, ai piedi del  Bennachie

NOTE
*in Scots Minstrelsie, vol. I (1893) di John Greig. (qui).
1) Gaudie o Gadie è un ruscello dell’Aberdeenshire che sgorga dalla collina di Bennachie e sfocia nell’Urie, un affluente del Don
2) scritto anche come “foot”: il termine “retro” con cui verrebbe da tradurre “back” non ha molto senso, senonchè Back o ‘Bennachie è il lato nord della cresta montuosa, il lato più accidentato, è proprio il lato dove scorre il Gadie vicino al villaggio di Oyne. Perciò la traduzione corretta è : versante nord di Bennachie. Il titolo Back of Bennachie con cui viene chiamata talvolta questa versione rimanda all’idea-desiderio dell’emigrante di far ritorno nella sua terra natia.

Bennachie

La versione riportata da John Ord nelle sue “Bothy Song and Ballads” (1990) è invece un lament e racconta tutta un’altra storia.  In questa canzone una giovane donna si lamenta di essere stata fidanzata per ben due volte ma di non essersi mai sposata, perchè i suoi innamorati sono morti accidentalmente (uno in una rissa, l’altro affogato): invece dell’abito nunziale la donna indosserà un sudario, come quello dei suoi promessi sposi. Con il titolo The Gaudie è stata anche cantata da Hamish Imlach, in alcuni siti il testo è però erroneamente attribuito a John Imlah.
Alcuni ritengono che il racconto di omicidi e annegamenti nei dintorni del Bennachie sia precedente alla versione idilliaca diffusasi nell’Ottocento, alcuni studiosi ipotizzano un’origine dalle jacobite song.

ASCOLTA Old Blind Dogs in New Tricks 1992


Gin I were whaur the Gaudie (1) rins
Whaur the Gaudie rins,
whaur the Gaudie rins
Gin I were whaur the Gaudie rins
At the back o’ Bennachie
I
Oh I niver had but twa richt lads
Aye twa richt lads, twa richt lads
I niver had but twa richt lads
That dearly courted me
II
And ane  was killed at the Lourin Fair(2)
The laurin’ fair, at the Lourin Fair
Oh ane was killed at the Lourin Fair
The ither  was droont in the Dee (3)
III
And I gave to him the haunin'(4) fine
The haunin’ fine, the haunin’ fine
Gave to him the haunin’ fine
His mornin’  dressed tae be
IV
Well, he gave to me the linen fine
The linen fine, the linen fine
Gave to me the linen fine
Me windin’ shee tae be
V
Oh gin I were whaur the Gaudie rins Wi’ the bonny broom an’ the yellow whims Gin I were whaur the Gaudie rins At the back o’ Bennachie
Traduzione italiano di Cattia Salto
Vorrei essere dove scorre il Gadie
dove scorre il Gadie
dove scorre il Gadie

Vorrei essere dove scorre il Gadie
ai piedi del Bennachie
II
Non ho avuto che due ricchi ragazzi
due ricchi ragazzi, due ricchi ragazzi, non ho avuto che due ricchi ragazzi che mi corteggiarono
III
E uno fu ucciso alla Fiera
di Lourin
alla Fiera di Lourin
alla Fiera di Lourin
l’altro fu affogato nel Dee
IV
E gli diedi della tela d’Olanda,
tela d’Olanda, tela d’Olanda
gli diedi della tela d’Olanda
perchè fosse il suo manto funebre
V
Lui mi diede della biancheria fine
biancheria fine, biancheria fine
mi diede della biancheria fine
perchè fosse il mio sudario
VI
Vorrei essere dove scorre il Gadie
con la bella erica e la gialla ginestra
Vorrei essere dove scorre il Gadie
ai piedi del Bennachie

NOTE
1) Gaudie o Gadie è un ruscello dell’Aberdeenshire che sgorga dalla collina di Bennachie e sfocia nell’Urie, un affluente del Don
2) una fiera millenaria che si tiene ancora ogni anno nel villaggio di Old Rayne
3) Il Dee  scorre nella regione dell’Aberdeenshire.  L’area intorno al fiume è chiamata Strathdee, Deeside, o “Royal Deeside” dove la Regina VIttoria costrui’ il castello di Balmoral.
4) non riesco a trovare una corrispondenza del termine, probabilmente un refuso o un’incomprensione del termine “Holland”; nelle antiche ballate “holland fine” era un termine spesso utilizzato per indicare la tela d’Olanda, la tela di puro lino  di qualità superiore, pregiata per la sua finezza e lavorazione, dal colore particolarmente bianco e una trama fine ma compatta.

FONTI
http://www.electricscotland.com/poetry/bonaccord/JohnImlahBiography.pdf
http://www.tobarandualchais.co.uk/en/fullrecord/64507/10;jsessionid=F797E4DFFC105D8EC49E8A160DC7F655
http://www.traditionalmusic.co.uk/folk-song-lyrics/Bennachie(2).htm
http://mysongbook.de/msb/songs/g/gaudirin.html
http://www.contemplator.com/scotland/gadierin.html
http://www.contemplator.com/scotland/gadie.html
http://www.oldrayne.org.uk/about/index.html
https://mudcat.org/thread.cfm?threadid=27891
https://mudcat.org//thread.cfm?threadid=2561
https://mudcat.org/@displaysong.cfm?SongID=596

https://thesession.org/tunes/6988
https://www.abdn.ac.uk/scottskinner/display.php?ID=JSS0522

MARY MAC

Una vecchia canzone scozzese Up Amang The Heather o “The Hill of Bennachie” potrebbe essere benissimo la matrice della versione attuale di Mary Mac una scanzonata e popolare drinking song, che è iniziata a circolare anche in Irlanda intorno agli anni 60-70.
La particolarità di questa versione della melodia è che il tempo diventa sempre più veloce, e le parole sono scandite sempre più velocemente in una specie di scioglilingua. Qui sembra quasi la parte seconda della storia raccontata in “Up among the heather”: dopo che il nostro galletto si è divertito a rotolarsi nell’erica con la ragazza (c’è chi preferisce la ginestra o il fieno..) è  costretto ad affrontare un matrimonio riparatore!

Il testo è stato accreditato a Tommy Makem che registrò per primo la canzone nel 1977 con il titolo di “Mary Mac”.
ASCOLTA Tommy Makem & Clancy Brothers (strofe I, II, III, VI e VII)
un vero scioglilingua che arrotola le “erre”

ASCOLTA Great Big Sea (strofe I e da III a VII), la IV e la V strofa sono chiaramente estrapolate da “Up among the heather.”

ASCOLTA Carbon Leaf ci sono delle leggere variazioni testuali riportate nelle note


I
There’s a neat(1) little lass
and her name is Mari Mac,
Make no mistake, she’s the girl
I’m gonna track;
Lots of other fellas
try to get her on her back,
But I’m thinking that
they’ll have to get up early(2).
Mari Mac’s mother’s
making Mari Mac marry me,
My mother’s making me
marry Mari Mac;
Well I’m going to marry Mari
for when Mari’s taking care of me,
We’ll all be feeling merry
when I marry Mari Mac.
Kaiyut-little-ottle-eetle-ottle-eetle-um(3)
II
Now this wee lass,
she has a lot of class.
She has a lot of brass
and her mother thinks I’m a gas(4).
So I’d be a silly ass
if I let the matter pass,
for my mother thinks
she suits me rather fairly
III
Now Mari and her mother
are an awful lot together,
In fact, you hardly see the one
or the one without the other;
And people(5) often wonder
if it’s Mari or her mother,
Or the both of them together
I am courting.
IV
Well up among the heather
in the hills of Benifee (6)
Well I had a bonnie lass
sitting on me knee
A bumble bee stung me
right above me knee
Up among the heather
in the hills of Benifee
V
Well I said, “Wee bonnie lassie,
where you going to spend the day?”
She said, “Among the heather
in the hills of Benifee;
Where all the boys and girls
are making out so free(7),
Up among the heather
in the hills of Benifee.”
VI
The wedding’s on Wednesday,
everything’s arranged,
Soon her name will be changed to mine
unless her mind be changed;
And making the arrangements,
I’m feeling quite deranged(8),
Marriage is an awful undertaking.
VII
(It’s) Sure to be a grand affair,
grander than a fair,
going to be a fork and plate
for every man that’s there(9);
And I’ll be a bugger
if I don’t get my share(10),
If I don’t, we’ll be very much mistaken.
Traduzione italiano di Cattia Salto
I
C’è una ragazzina fantastica
e si chiama Mary Mac,
nessun errore, lei è la ragazza
che ho preso di mira.
Un sacco di altri ragazzi
cercano di andarle dietro
ma credo che
dovevano svegliarsi prima!
La madre di Mary Mac
sta facendo Mary Mac sposare con me,
mia madre mi sta facendo
sposare con Mary Mac
Beh io mi vado a sposare Mary
che quando Mary si prenderà cura di me,
saremo tutti allegri,
quando mi sposerò Mary Mac
Kaiyut-little-ottle-eetle-ottle-eetle-um!

II
Questa ragazzina
ha un sacco di classe
ha un sacco di gingilli
e sua madre pensa che io sia uno sbruffone. Così sarei un asino sciocco
se lasciassi cadere la faccenda
perchè mia madre pensa
che sia quella giusta per me.
III
Ora Maria e sua madre
stanno un sacco di tempo insieme,
infatti difficilmente vedrete
l’una senza l’altra
e la gente si chiede spesso
se è Mari o sua madre
o entrambe insieme
che sto corteggiando.
IV
Su tra l’erica
sulle colline del Benifee,
avevo una bella ragazza
seduta sulle mie ginocchia
un calabrone mi punse
proprio sopra il ginocchio
lassù tra l’edera
sulle colline del Benifee.
V
Ho detto, “bene bella ragazza, dove hai intenzione di trascorrere la giornata?”
dice: “Tra l’erica sulle
colline di Benifee;
dove tutti i ragazzi e le ragazze
se la spassano,
lassù tra l’erica
sulle colline di Benifee!”
VI
Il matrimonio è per mercoledì,
tutto è organizzato,
presto il suo nome cambierà nel mio
a meno che lei cambi intenzione;
prendere gli accordi (per la festa di nozze)
mi fa sentire un po’ folle,
il matrimonio è un impegno terribile.
VII
Sarà di certo una grande festa
più grandiosa di una fiera
ci sarà una forchetta e un piatto
per ogni uomo presente;
e io sarei uno stronzetto
se non mettessi la mia parte,
se non lo facessi, sarebbe molto sbagliato

NOTE
1) i Carbon Leaf dicono wee Makem dice little
2) letterlamente “alzarsi per tempo”
3) abbellimento non sense. Il coro è evidentemente uno scioglilingua
4) Makem dice “There a little lass and she has a lot of brass, has a lot of gas and her father thinks I’m gas”
5) i Carbon Leaf dicono lads
6) le  hill o’ Bennachie sono storpiate in colline di Benifee (vedi)
7) i Carbon Leaf dicono “where all the boys and girls are makin’ it for free”
8) i Carbon Leaf dicono “We’re makin’ the arrangements and I’m just a bit deranged”.
9) Makem e i Carbon Leaf dicono “There’s gonna be a coach and pair for every couple there.”
10) Makem e i Carbon Leaf dicono “We’ll dine upon the finest fare. I’m sure to get my share”.

FONTI
http://chivalry.com/cantaria/lyrics/marymac.html
http://www.wtv-zone.com/phyrst/audio/nfld/04/marymack.htm