Old Man of the Sea

Baby Gramps un po’ hobo, un po’ pirata, con una voce da vecchio lupo di mare, nasce a Miami ma finisce a Seattle, inizia come musicista di strada e poi gira per il mondo in concerto, collaborando con artisti di grosso calibro, eppure non abbandona mai la strada e preferisce i piccoli club.

Con l’aplomb e l’energia di Jack Sparrow, accessioriato di borsalino, capelli lunghi e barba fluente con treccine, canta e suona il folk, il canto della gente e la protesta, canzoni ragtime, l’inizio del rock ‘n’ roll e il country, blues jazz anni 20-30, ma anche brani originali in stile vaudville, con parole che sono giochi di parole, esercizio di stile retorico o enigmistico. Colleziona vecchi e strani strumenti e vecchie canzoni, ed è un autentico musicista indie, indipendente!
La voce particolare alla Popeye (secondo alcuni a metà tra il didgeridoo e il monaco tibetano) è nientemeno che uno stile vocale: “The style is called “vocal fry”.  It has been variously employed for effect by heavy metal artists among others.  The techniques used to achieve it are akin to those used by Central Asian throat-singers and Tibetan monks, though of a lesser order.  Its appropriateness for the singing of pirate songs will be a subject for lively debate” (Tipi Dan)
Anche lo stile con cui suona la chitarra (dobro) è assolutamente personale. In un’intervista dichiara di aver dovuto far di necessità virtù, avendola eraditata dal padre musicista, con relativi tasti consumati e i buchi nel legno: si è dovuto inventare delle cose per riuscire a farla suonare! Il senso ritmico gli viene dagli studi alla batteria, il suo primo strumento, ed è come se applicasse sulla chitarra le tecniche imparate.
Secondo un articolo del Seattle Metropolitan Magazine, Baby Gramps è considerato uno dei 50 musicisti più influenti negli ultimi 100 anni insieme a Ray Charles, Jelly Roll Morton, Ernestine Anderson, John Cage, Bill Frisell, Jimi Hendrix, Quincy Jones, The Wailers, The Ventures, Soundgarden, e Pearl Jam. Gli è riconosciuto il merito di aver fatto conoscere al pubblico di Seattle vecchi blues e antiche ballate che il resto del mondo ha in buona parte dimenticato.

Nella compilation Rogues Gallery (2006) incide due brani “Cape Cod Girls”  e  Old Man of the Sea, un originale composto e scritto da lui.

Max Klinger, Triton and Nereid (1895)

ASCOLTA Baby Gramps in Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2006 (strofe da I a V, III, I, II; III)


I
At times I feel the shapeliest of mermaids
Course through my veins
But the feel of these shapely mermaids
Of course is only in vain
II
I would let the seaweed splash
Upon my eyelash
I would let the sea weed splash splash splash.
Upon my eyelash
III
If I were the old man of the sea (1)
I would bathe the lovely mermaids
If I were the old man of the seawee-, wee-, seaweeds,
I’d bathe the lovely mermaids.
IV
Now I dreamt I saw an old mermaids snorkel
Down dangle from the ships portal
And when I tiptoed to peep in (in a bucket of absinthe)
Saw she was soaking her fins
V
I would let miss Octopus
Brush and braid my bush.
I’d let miss octo- miss Octopus
Brush and braid my bush
Traduzione italiano di Cattia Salto*
I
A volte sento la più ben fatta delle sirene
scorrermi nelle vene
ma la sensazione di queste sirene aggraziate naturalmente è vana
II
Lascerei il tocco delle alghe
sulle mie ciglia
Lascerei il tocco delle alghe, tocco, tocco, tocco
sulle mie ciglia
III
Se fossi il vecchio del mare
farei il bagno alla belle sirene
se fossi il vecchio delle alghe
ghee- alghe
farei il bagno alle belle sirene
IV
Ho sognato di vedere una vecchia polena delle sirene
penzolare dall’oblò e quando in punta di piedi facevo capolino (con un secchio d’assenzio),  vidi che stava immergendo le sue pinne
V
Vorrei che miss Piovra
spazzolasse e intrecciasse i miei capelli
Vorrei che miss Pio – miss Piovra
spazzolasse e intrecciasse i miei capelli

NOTE
*la traduzione non rende giustizia all’assonanza delle parole nella lingua originale
1) il vecchio del Mare è un dio, Tritone o lo stesso Poseidone

FONTI
http://www.babygramps.com/
https://ismaels.wordpress.com/2010/05/11/rogue%E2%80%99s-gallery-the-art-of-the-siren-37/
http://spectrumculture.com/2008/11/15/interview-baby-gramps/

Good Ship Venus

“Good Ship Venus” ( o “Friggin in the Riggin”) è una canzone del mare decisamente volgare, una canzonaccia da pirati ubriachi (una “bawdy drinking song”) con un crescendo descrittivo di atti osceni presumibilmente avvenuti sulla nave Venus. Secondo alcuni la canzone è stata ispirata dall’ammutinamento sul brigantino Venere  sobillato da Charlotte Badger, la prima donna pirata australiana (1806). Originaria dello Worcestershire, era una poverella che per campare e nutrire la famiglia si dedicava a piccoli furti, finchè fu sorpresa a rubare un fazzoletto di seta e qualche moneta, e finì ai lavori forzati nel Nuovo Galles del Sud (Australia). Il sistema carceraio ai tempi era severissimo e chi rubava (ai ricchi) passava come minimo sette anni in galera (o nelle colonie penali d’oltreoceano). Dopo aver scontato la sua pena Charlotte si imbarcò sul “Venus” ma il capitano del brigantino Samuel Chase era un sadico, che godeva a frustare le donne, e si accanì contro Charlotte e una sua compagna Catherine Hagerty.
Le due donne convinsero i passeggeri a ribellarsi e riuscirono a prendere possesso della nave dirigendosi verso la Nuova Zelanda (o la Tasmania): della nave non si seppe più nulla e anche sulle  due piratesse ci sono scarse notizie, secondo un racconto la nave fu catturata dai nativi maori che la bruciarono e si cibarono dell’equipaggio. Un’altra storia racconta che Charlotte riuscì a nascondersi sull’isola e ad imbarcarsi su una baleniera americana travestita da uomo.

ASCOLTA Loudon Wainwright III in Rogue’s Gallery: Pirate Ballads, Sea Songs and Chanteys ANTI 2006 (senza ritornello)

Registrata anche dai Sex Pistols e dagli Anthrax con il titolo “Friggin in the Riggin” con l’aggiunta del ritornello e alcunie varianti nelle strofe (vedi)

Friggin’ in the riggin’
Friggin’ in the riggin’
Friggin’ in the riggin’
There was fuck all else to do
I
On the good ship Venus
By Christ you should have seen us
The figurehead was a whore in bed
Sucking a dead man’s penis
The captain’s name was Lugger
By Christ he was a bugger
He wasn’t fit to shovel shit
From one ship to another
II
And the second mate was Andy
By Christ he had a dandy
Till they crushed his cock on a jagged rock
For cumming in the brandy.
The third mate’s name was Morgan
By God he was a gorgon
From half past eight he played till late
Upon the captain’s organ
III
The captain’s wife was Mabel
And by God was she able
To give the crew their daily screw(1)
Upon the galley table
The captain’s daughter Charlotte (2)
Was born and bred a harlot
Her thighs at night were lily white
By morning they were scarlet
IV
The cabin boy was Kipper
By Christ he was a nipper
He stuffed his ass with broken glass
And circumcised the skipper
The captain’s lovely daughter
Liked swimming in the water
Delighted squeals came when some eels
Found her sexual quarters
Traduzione italiano di Cattia Salto
Fottere nel sartiame
Fottere nel sartiame
non c’era un cazzo d’altro a fare
I
Sulla buona nave Venere
per Cristo dovresti vederci!
La polena era una puttana nel letto
che succhia il pene di un uomo morto.
Il nome del capitano era Lugger,
per Cristo era un sodomita
buono solo a spalare merda
da una nave all’altra.
II
E il secondo era Andy
per Cristo sembrava un damerino
finchè gli hanno pigiato il cazzo su una roccia aguzza
e fatto venire nel brandy.
Il nome del terzo ufficiale era Morgan
per Dio era una gorgone,
dalle otto e mezza fino a tardi suonava sull’organo del capitano
III
La moglie del capitano era Mabel
e per Dio se era capace
di dare alla ciurma la “sturata” giornaliera sul tavolo della cambusa.
La figlia del capitano Charlotte
nacque e fu allevata da una prostituta
le sue cosce di notte biancogiglio
al mattino erano scarlatte.
IV
Il mozzo era Kipper
per Cristo se era birichino,
si è ficcato in culo i vetri rotti
per circoncidere il capitano.
La bella figlia del capitano
amava nuotare nell’acqua
deliziosi squittii fece quando delle anguille
trovarono le sue parti intime.

NOTE
1) screw significa in questo contesto “cavatappi”, da qui il senso di “sturare” sinonimo di sveltina
2) probabile riferimento alla piratessa Charlotte Badger

FONTI
http://terreceltiche.altervista.org/emigration-songs/

LA FANCIULLA MARINAIO